Mediobanca promuove le coop vitivinicole

Roma, 29 marzo 2011 – “Anche nel 2010 le cantine di Fedagri-Confcooperative si attestano ai vertici della viticoltura nazionale”. Così il presidente del Settore Vitivinicolo di Fedagri Adriano Orsi commenta i risultati dell’indagine sul settore vinicolo condotta dall’Ufficio Studi di Mediobanca che su un campione di 103

Adriano Orsi, presidente del Settore Vitivinicolo di Fedagri

principali società italiane operanti nel settore vitivinicolo nazionale (27 delle quali aventi forma giuridica cooperativa), colloca nei primi 3 posti della classifica per volumi di vendite Cantine Riunite & CIV, CAVIRO e Cantine Mezzacorona, tutte aderenti a Fedagri-Confcooperative.

 

Secondo lo studio Mediobanca, il settore guarda al futuro con aspettative positive. Se nel 2009 solo il 39,3% delle imprese ha segnato un progresso nel fatturato, per il 2010 la percentuale è quasi raddoppiata (77,2%) e le attese sono ancora più rosee per il 2011 (94% circa del campione).

Sul primato in classifica delle cantine aderenti a Fedagri, il presidente Maurizio Gardini spiega: “per raggiungere livelli di competitività resta fondamentale la dimensione aziendale, anche se il vero punto di forza delle nostre cooperative vitivinicole associate resta il forte radicamento con il territorio in cui sono storicamente insediate”.

Secondo il Centro studi Elabora Confcooperative, le cantine cooperative aderenti a Fedagri hanno vinificato, nel 2010, uve provenienti per l’85,7% dai propri soci conferenti, con punte del 100% nelle cooperative di piccole dimensioni, che rappresentano il 77% delle cantine aderenti all’Organizzazione.

A Fedagri-Confcooperative aderiscono un totale di 415 cantine cooperative, in rappresentanza di quasi 140.000 produttori vitivinicoli. Il fatturato aggregato complessivo supera i 2,5 miliardi di euro. Il 51,1% delle cooperative si trova al Nord, il 14,2% al Centro ed il restante 34,7 al Sud Italia.

CONDIVIDI CON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *