Biolwine, disciplinare e consultazione pubblica

Riceviamo, da ICEA, e volentieri pubblichiamo

biolwine Icea comunica che il primo incontro di apertura della consultazione pubblica per la revisione del disciplinare BIOLWINE, aperto a tutti i produttori si terrà presso la sede Icea di Bologna – Via Nazario Sauro 2 – mercoledì 1 agosto, dalle ore 14,30 alle 17,30 (è gradita conferma all’indirizzo: a.gardellini@icea.info).
Non mancherà un brindisi per l’entrata in vigore del nuovo Reg. CE 203/2012 che, non a caso, coincide con la data dell’incontro.
L’8 marzo 2012 è stato pubblicato il regolamento (CE) n. 203 che modifica il regolamento (CE) n. 889/2008 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio in ordine alle modalità di applicazione relative al vino biologico.
Il nuovo regolamento entra in vigore il 1 agosto del 2012.
Dunque, dalla vendemmia 2012 il vino dovrà essere ottenuto nel rispetto di questo regolamento e potrà riportare in etichetta il logo europeo del biologico già previsto per tutti gli atri prodotti. Fino ad ora, proprio a causa dell’assenza di norme per la vinificazione biologica, il vino non poteva riportare in etichetta il marchio comunitario identificativo del bio e poteva vantare esclusivamente l’indicazione “uve biologiche”.
La lunga concertazione che ha portato all’approvazione del nuovo regolamento comunitario del vino biologico non ha portato a risultati pienamente soddisfacenti per l’industria enologica italiana e mediterranea in genere, in particolare per quanto attiene i limiti all’uso dei solfiti.
Per questo motivo ICEA promuove un disciplinare volontario più restrittivo correlato al marchio di certificazione BIOLWINE; l’obiettivo è quello di valorizzare i vini biologici di qualità ottenuti con tecniche enologiche più restrittive rispetto ai requisiti minimi obbligatori previsti dal normativa comunitaria.
L’adesione al disciplinare BIOLWINE consentirà ai produttori biologici di vino di valorizzare al meglio il rispetto dell’etica di produzione biologica non solo nei campi, ma anche in cantina e fino al bicchiere del consumatore.
Tra gli allegati a fine news anche una bozza del disciplinare (quindi ancora non definitiva) allo scopo di avviare una fase di consultazione che coinvolga tutte le parti interessate e in particolare i produttori, sia mediante incontri che tramite un apposito forum sul web.
Sul tema, l’Istituto ha aperto anche un forum: clicca qui per accedervi e leggere il funzionamento
http://www.icea.info/Home/Forum/tabid/323/Default.aspx

 

– Disciplinare Biolwine

CONDIVIDI CON

Un commento

  1. Pingback: Biolwine, disciplinare e consultazione pubblica | trentinowine | Scoop.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *