Ciao, Ciao Trentino Marketing

Qualche giorno fa l’assemblea di Trentino Sviluppo ha approvato il progetto di fusione per incorporazione di Trentino Marketing in TS. A questo blog non resta che prenderne atto. Trentino Marketing è stata sino ad oggi uno degli interlocutori, e dei bersagli, preferiti di Trentino Wine. Perderlo ci dispiace. Un po’. Ma solo un po’.

Pubblichiamo qui di seguito il comunicato stampa diffuso da Trentino Sviluppo al termine dell’assemblea

——————————————————————–

TRENTINO SVILUPPO - Diego LANER TRENTINO SVILUPPO, VARATA LA FUSIONE CON TRENTINO MARKETING

Bilancio: 109 mila euro l’utile netto. Accantonati 2,8 milioni di euro per la Meccatronica

(d.m.) Un patrimonio gestito di oltre un miliardo di euro, 109 mila euro di utile netto e accantonamenti per 2,8 milioni di euro che serviranno per autofinanziare la costruzione del Parco Tecnologico nel nuovo Polo della Meccatronica. Questi i principali dati dell’ultimo Bilancio della “vecchia” Trentino Sviluppo. Da oggi infatti la società di sistema, “braccio operativo” della Provincia autonoma di Trento nelle azioni di sostegno all’economia locale e di sviluppo del territorio, cambia pelle sommando alle tradizionali aree di impegno, immobiliare-finanziaria e servizi innovativi alle imprese, anche l’ambito della promozione turistica. L’assemblea straordinaria di Trentino Sviluppo ha infatti approvato il progetto di fusione per incorporazione di Trentino Marketing in Trentino Sviluppo. Un’unica società, con circa 130 dipendenti, che sarà punto di riferimento per lo sviluppo e la promozione integrata del territorio, l’internazionalizzazione delle imprese locali e l’attrazione di investimenti.

«Credo che mai come in questi ultimi anni – ha sottolineato Alessandro Olivi, assessore all’Industria, Artigianato e Commercio della Provincia autonoma di Trento – la politica economica della Provincia abbia avuto la necessità di intrecciare la propria attività, anche quotidiana, con questo suo fondamentale braccio operativo. Ci siamo trovati spesso a fare i conti con le più variegate istanze di intervento, molte volte anche sostitutive di chi, in una situazione di normalità, avrebbe avuto il compito di intervenire, e mi riferisco in particolare al sistema del credito».

Nel suo intervento l’assessore Olivi ha quindi rimarcato i progetti strategici sui quali si sta lavorando, in particolare il Polo della Meccatronica. «Per noi è una scommessa fondamentale – ha detto Olivi – che corrisponde alla volontà di realizzare in Trentino una piattaforma tecnologia e produttiva che guardi al futuro e sia garanzia di una manifattura innovativa, sempre più distrettuale e che punti sulla conoscenza. Vogliamo un’industria che sia serbatoio di lavoro per i giovani. E mi sembra molto significativo che questo progetto, nel suo investimento di 20 milioni di euro destinati alla parte produttiva, venga interamente finanziato con le riserve messe da parte da Trentino Sviluppo grazie ad una gestione parsimoniosa ed oculata».

Infine il passaggio sulle nomine del nuovo Consiglio di amministrazione chiamato a guidare la società di sistema nel prossimo mandato. «Entro il mese di luglio – ha anticipato Olivi – la Giunta provinciale nominerà il nuovo Cda che sarà scelto per corrispondere alla nuova impostazione organizzativa della società e quindi dotato di tutte le competenze e le rappresentanze necessarie per coprire i tre settori strategici della nuova società: turismo, attività produttive e servizi innovativi alle imprese».

«Con il 2011 si è chiuso un anno importante – ha sottolineato Diego Laner, presidente di Trentino Sviluppo – che ha visto l’avvio e il consolidarsi di importanti progetti di sistema a supporto delle principali filiere produttive trentine: la certificazione ARCA per costruzioni in legno, il cantiere per la realizzazione del Polo della Meccatronica e quello per il recupero degli spazi storici del polo green di Progetto Manifattura, l’avvio dei lavori di apprestamento della grande area produttiva “Casotte” a Mori. Progetti di rilievo, spesso citati ad esempio anche oltre i confini provinciali per la loro portata innovativa. Ma l’ultimo anno di attività, e non è paradossale, ha visto crescere in modo esponenziale anche le attività “soft” di Trentino Sviluppo, decisamente meno appariscenti ma altrettanto vitali per un sistema economico che deve generare da sé gli anticorpi in grado di contrastare una congiuntura ancora sfavorevole: dalle giovani start up ai percorsi di animazione imprenditoriale, dal supporto all’innovazione e alla competitività aziendale ai percorsi di cultura d’impresa».

Doppia sessione per l’assemblea di Trentino Sviluppo riunitasi oggi, venerdì 29 giugno, a partire dalle ore 11 presso la sede al Polo Tecnologico di Rovereto.

Nella parte straordinaria è stato approvato il progetto di fusione per incorporazione di Trentino Marketing Spa in Trentino Sviluppo Spa. E’ quindi seguita la parte ordinaria nella quale è stato approvato il documento contabile che chiude l’esercizio 2011. Terminata l’approvazione dei documenti contabili l’Assemblea è stata aggiornata a nuova data per la parte relativa al rinnovo delle cariche sociali.

I dati di bilancio

L’esercizio sociale 2011 ha evidenziato un risultato economico positivo pari a 109.128 euro (nel 2010 era di 64.462 euro), al netto di ammortamenti per complessivi 2.558.629 euro e accantonamenti per il Polo della Meccatronica per 2.800.000 euro.

Ma se per una società avente finalità istituzionali il risultato di esercizio rappresenta un elemento di valutazione dell’accortezza della gestione amministrativa, tuttavia non ne costituisce adeguato indice di efficacia. Più significativo è il dato sul patrimonio gestito, che al 31 dicembre 2011 ammontava a 1.004,9 milioni di euro, e le consistenti attività di servizio a supporto dell’innovazione e della competitività delle imprese locali.

Le principali attività del 2011

Il recupero di competitività delle aziende trentine, dentro la strategia di uscita dalla crisi messa a punto dal Governo provinciale, è il leitmotiv delle misure messe in campo da Trentino Sviluppo nell’ultimo anno di attività.

Le due operazioni di leaseback portate a termine nel 2011, sugli stabilimenti Martinelli Trasporti di Ala e MABE di Ossana, per un anticipo complessivo di 12,78 milioni di euro, hanno permesso il mantenimento di 198 posti di lavoro per i prossimi cinque anni.

Per quanto riguarda le partecipazioni, al termine del 2011 Trentino Sviluppo detiene quote societarie in 38 imprese per un valore nominale complessivo di oltre 116 milioni di euro. Nel 2011 sono state siglate due nuove partecipazioni, nelle società consortili Trentino Golf (33 mila euro) e Alpe di Folgaria (2,6 milioni di euro).

L’azione di Trentino Sviluppo si è inoltre rivelata un efficace sostegno alle aziende trentine rispetto ai temi dell’innovazione, del trasferimento tecnologico e della cultura d’impresa. Lo dimostrano le 8 attività imprenditoriali insediate nei BIC (“incubatori d’impresa”), le 29 nuove imprese avviate grazie a percorsi di accompagnamento quali l’animazione imprenditoriale, che ha elaborato 180 idee di impresa in gran parte proposte da giovani; le 53 aziende supportate dal team “Aquile Blu”, i senior manager del trasferimento tecnologico; le 56 aziende coinvolte in servizi all’internazionalizzazione grazie alle opportunità offerte dalla rete Enterprise Europe Network; le 8 aziende coinvolte nei cantieri GembaKaizen per l’ottimizzazione dei processi produttivi. Ed ancora i 33 progetti presentati da giovani aspiranti imprenditori alla sesta edizione del premio D2T Start Cup, i 18 soggetti, tra aziende e centri di ricerca, sopportati nella tutela della proprietà intellettuale, le 48 iniziative tra workshop, seminari, webinar, interventi informativi esterni, proposte di formazione attiva alle quali hanno partecipato complessivamente 1.405 persone.

Particolarmente intenso nell’ultimo anno è stato l’impegno nel supportare la competitività del sistema Trentino favorendo lo sviluppo di distretti e reti d’impresa. Si pensi al lancio del sistema di certificazione ARCA per gli edifici in legno, al nuovo Polo della Meccatronica con l’insediamento a Rovereto della multinazionale emiliana Bonfiglioli e l’appalto per la costruzione del Parco Tecnologico, ma anche alle attività di supporto a Progetto Manifattura, con l’obiettivo di fare dell’ex Manifattura Tabacchi di Rovereto un polo di ricerca, sperimentazione e produzione nell’ambito della “green innovation”, così come l’impegno nel Distretto del porfido e delle pietre trentine al quale è affidato il compito di valorizzare e rilanciare il comparto estrattivo trentino.

Tra gli interventi a supporto dello sviluppo del territorio anche la realizzazione del collegamento funiviario Pinzolo Campiglio Express, lungo oltre 4.700 metri, con un dislivello complessivo di 1.113 metri, che offre a turisti e residenti la possibilità di sciare in un’unica grande skiarea di oltre 150 chilometri di piste che dalla Val Rendena arrivano fino a Folgarida Marilleva in Val di Sole.

Per quanto riguarda il patrimonio immobiliare, che al 31 dicembre 2011 ammonta ad 1 milione 431 mila metri quadrati complessivi (517.699 mq di superficie coperta), si segnalano i 18.800 metri quadrati di immobili produttivi dismessi riassegnati alla loro funzione produttiva, la realizzazione del nuovo centro polifunzionale di Arco-Ceole, con 6.200 metri quadrati di spazi e servizi per piccole e medie imprese, le 24 aree produttive in fase di valutazione istruttoria o di apprestamento.

———————————-

CONDIVIDI CON

4 Commenti

  1. Rusticus

    TRENTINO DEVELOPMENT LAUNCHED THE MERGER WITH MARKETING TRENTINO
    Budget: 109 000 euro net profit. Set aside 2.8 million euros for Mechatronics

    (Dm) A managed assets of over one billion euros, 109 thousand euros in
    net income and provisions for 2.8 million euros that will be used to
    self-finance the construction of the new Technology Park Polo
    Mechatronics. These are the main data of the last budget of the “old”
    Development Trentino (Trentino Sviluppo). In fact now the company
    system, “operational arm” of the Autonomous Province of Trento in the
    actions of local economy and land development, changes skin adding to
    the traditional areas of commitment, real estate and financial
    services to innovative businesses, including the field of tourism
    promotion. The extraordinary meeting of Trentino Development has
    approved the proposed merger of Trentino Trentino Marketing in
    Development. Only one company, with approximately 130 employees, which
    will be reference point for developing and promoting integrated land,
    the internationalization of local firms and attracting investment.

    “I believe that never before in recent years – said Alessandro Olivi,
    Councillor for Industry, Commerce and Handicraft of the Autonomous
    Province of Trento – the economic policy of the Province had the need
    to interweave their activities, even daily, with this key operational
    arm. We had often to deal with the most varied applications for leave,
    many times in lieu of those in a normal situation, would have to be
    responsible for, and I refer in particular to the credit system. ”
    In his speech the councilor Olivi then outlined the strategic projects
    on which you are working, in particular the Pole of Mechatronics. “For
    us it is a main challenge – Olivi said – which is the desire to create
    a platform in Trentino production technology and forward-looking and
    is a guarantee of a manufacturing innovative, and more district points
    on that knowledge. We want an industry that is tank for young people.
    It seems to me very significant that this project, in its investment
    of 20 million euros for the production part, be funded from reserves
    set aside by Trentino Development thanks to the conservative and
    prudent. ”
    Finally, the passage on the appointment of new Board of Directors
    appointed to head the company’s system in the near term. “In the month
    of July – anticipated Olives – The provincial government will appoint
    the new Board that will be chosen to match the new organizational
    setup of the company and therefore has all the skills and
    representations necessary to cover the three strategic sectors of the
    new company: tourism, manufacturing activities and services to
    innovative companies. ”
    “By the year 2011 ended an important year – said Diego Laner,
    president of Trentino Development – which has seen the establishment
    and consolidation of major system projects in support of the main
    production sectors in Trentino: ARCA certification for wood
    constructions , the shipyard for the construction of the Polo and the
    Mechatronics for the recovery of the historic spaces of the green polo
    Project Manufacturing, the start of work on the large production area
    apprestamento “dingbats” at Mori. Projects are often cited example
    beyond the provincial borders for their innovative capacity. But the
    last year, and it is not paradoxical, has seen an exponential growth
    in the activities “soft” Development of Trentino, decidedly less
    flashy but just as vital to an economic system that must generate for
    itself the antibodies can counteract a more unfavorable situation: the
    young start-up animation paths to entrepreneurship, innovation and
    competitiveness by supporting business courses to corporate culture. ”

    Double session of the meeting of Trentino Development held today,
    Friday, June 29, starting at 11 at the headquarters of the Technology
    Centre of Rovereto.
    In the extraordinary session was approved the merger of Trentino
    Trentino Spa Marketing Spa And Development ‘and then followed the
    ordinary which was approved accounting document that ended the year
    2011. After approval of the Assembly’s financial reports has been
    updated to a new date for the part relating to the renewal of the
    Board.

    The balance data sheet
    The fiscal year 2011 showed a positive economic amounted to 109,128
    euros (in 2010 was 64,462 euros), net of depreciation and provisions
    for a total of 2,558,629 euros for the State of Mechatronics for
    2,800,000 euros.
    But if a company with institutional goals is the result of an
    evaluation exercise dell’accortezza of administration, however, does
    not necessarily constitute appropriate measure of effectiveness. More
    significantly, the data on assets under management, 31 December 2011
    amounted to 1.0049 billion euros, and consistent service to support
    innovation and competitiveness of local enterprises.

    The main activities of 2011
    The recovery of competitiveness of firms in Trentino, in the exit
    strategy from the crisis developed by the provincial government, is
    the leitmotiv of the measures put in place by Trentino Development
    last year of operation.
    The two leaseback transactions completed in 2011, Martinelli on
    establishments and transports Ala MABE Ossana, for a total advance of
    12.78 million euros, have allowed the maintenance of 198 jobs over the
    next five years.
    Regarding investments, at the end of 2011 Trentino Development holds
    shareholdings in 38 companies for a total nominal value of more than
    116 million euros. In 2011 were signed two new investments, joint
    venture companies in Trentino Golf (33 thousand euros) and Alpe di
    Folgaria (2.6 million).
    The action of Trentino Development has also been an effective business
    support Trentino on the issues of innovation, technology transfer and
    business culture. This is demonstrated by the 8 businesses located in
    the BIC (“business incubators”), 29 new businesses started with such
    paths accompanying the animation business, which has developed 180
    business ideas proposed by young mostly, the 53 companies supported by
    the team “Blue Eagles”, the senior manager of technology transfer, the
    56 companies involved in services internationalization through the
    opportunities offered by the Enterprise Europe Network, the 8
    companies involved in construction GembaKaizen for optimizing
    production processes. And yet the 33 projects submitted by young
    entrepreneurs to the sixth edition of the D2T Start Cup, the 18
    subjects, between companies and research centers, incurred in the
    protection of intellectual property, the 48 initiatives including
    workshops, seminars, webinars, informational interventions outside
    proposals for active training attended by a total of 1,405 people.
    Particularly intense in the last year has been the commitment to
    support the competitiveness of the Trentino favoring the development
    of clusters and business networks. Consider the launch of the
    certification system for the ARCA wooden buildings, the new Centre of
    Mechatronics in Rovereto with the establishment of the multinational
    Emilian Bonfiglioli and the contract for the construction of the
    Technology Park, but also to support activities in Project
    Manufacturing with the objective of making the former tobacco factory
    in Rovereto, a center for research, experimentation and production in
    the “green innovation”, as well as the commitment in the District of
    porphyry and Trentino stones and entrusted with the task to enhance
    and revitalize the mining sector in Trentino.
    Among the interventions to support the development of the territory,
    also the construction of the ropeway connecting Pinzolo Campiglio
    Express, which is over 4,700 meters, with a gradient of 1,113 meters,
    which offers tourists and residents a chance to ski in one large ski
    area of over 150 km of tracks from Val Rendena reaching Folgarida
    Marilleva in Val di Sole
    As for the real estate, which at 31 December 2011 amounted to 1
    million 431 thousand square meters total (517,699 square meters of
    covered area), there are the 18,800 square feet of manufacturing
    buildings abandoned reassigned to their production function, the
    construction of new center Arch-Ceole multifunctional, with 6,200
    square feet of space and services for small and medium enterprises,
    the 24 production areas under evaluation.

  2. Pingback: Ciao, Ciao Trentino Marketing | trentinowine | Scoop.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *