Siorre e siorri, venghino venghino al cinema

siorre e siorri 

Continua senza sosta l’impegno, finanziario, trentino sul fronte enocinematografico. Dopo il primo ciack, fra i vigneti di San Michele all’Adige, di Vinodentro, ieri l’annuncio, da parte dell’assessore all’agricoltura Tiziano Mellarini, della presenza istituzionale di TRENTODOC alla Mostra del Cinema di Venezia. Obiettivo: “Godere di notevole visibilità e soprattutto di generare una attività di pubbliche relazioni internazionali che potrà avere significativi sviluppi“. La notizia enocinematografara si è meritata persino un lancio Ansa. Segno che qualcuno, alla favola di Trentinhollywood, ci crede sul serio.

Trentodoc alla 69/a edizione Festival cinema Venezia

—————————

CONDIVIDI CON

41 Commenti

  1. Claudio Claudio

    Caro GMU, se non sbaglio sei tu il critico cinematografico. Ci faresti conoscere il tuo parere?

    Io intanto d’istinto mi schiero per Michael Mann quando dice: «Voi italiani vi guardate sempre l’ombelico, siete chiusi nelle vostre storie, nei vostri eventi, i vostri film sono autoreferenziali, li capite solo voi.». Infatti i ns film sono nella stragrande maggioranza fatti con enorme superficialità, improvvisazione e dilettantismo. Il punto che trovo più carente è lo script del dialogo: o sono dialoghi improvvisati, a braccio, oppure con due paginette A4 ci fanno h 1:20 di registrazione. Una puntata di Beautiful di 15 minuti avrà uno script di almeno 200 pagine, senza diluizioni con banalismi e ovvietà.

    Non ho visto il film La Bella Addormentata e non so se ho voglia di andare in una sala cinematografica a vederlo. Mi stà bene il tema dell’eutanasia trattato cinematograficamente ma Bellocchio fà confusione: non è la storia dell’eutanasia che racconta ma quella di Eluana Englaro. Una storia che abbiamo vissuto tutti, per almeno un anno, il dramma della famiglia, lo strazio e la lacerazione interiore del padre l’abbiamo condivisa ogni giorno per mesi e mesi. In questo dramma è stato coinvolto tutto il sistema ecclesiastico, la società italiana, la Camera, il Senato, la Corte Costituzionale ecc. ecc. Per me è troppo scontato fare un film su Eluana ma forse era troppo faticoso sviluppare un’altra chiave di lettura dell’eutanasia quando c’era già questa storia così ben nota e documentata.

    1. Sono sempre stato, senza “se” e senza “ma”.. dalla parte di Beppino Englaro..

      Come dicono a Milano… : tanto per non confondere la seta con gli stracci..!

      Mann forse non ha avuto il panorama chiaro di cosa sia stato il dramma di Eluana.. ( dramma che, per la cronaca, ho rischiato di vivere anche io, personalmente…)

      Andrò a vedere La Bella Addormentata.. Aggiungo che sono anche molto legato emotivamente a “Buongiorno
      notte”.. un vero film di grande speranza..

    2. Caro Claudio, la mia copertura ” acida ” del festival del Cinema di Venezia voleva essere anche un motivo di riflessione per chi ha investito (?) soldi nella sponsorizzazione..

      Sarebbe bastato avere uno straccio di rassegna/analisi Stampa per sapere che quest’anno la Biennale Architettura avrebbe fatto sfracelli.. e che quindi era la chicca da seguire…!

      Altro che vecchi arnesi o vecchi rituali del mondo Cinema..

      IO.. se fossi..
      avrei prenotato TUTTI gli spazi della Biennale Architettura..!

      Sono convinto del fatto che se gli architetti e i designers bevessero molto TRENTO.. lavorerebbero, penserebbero e progetterebbero meglio…!

      Con buona pace del ponte di Santiago Calatrava..!!

  2. Si è aperta con un red carpet non proprio elegante la 69 Mostra Internazionale del Cinema di Venezia; di tutto,di più. “Dov’è finito il buon gusto?” si chiedeva Kate Hudson, all’Hotel Bauer davanti ad un Negroni sbagliato, dopo la proiezione di “The Reluctant Fundamentalist”, il polpettone di Mira Nair di cui è protagonista e che ha inaugurato la kermesse. E se lo dice la Hudson, la cui mamma Goldie Hawn è una delle donne notoriamente peggio vestite, siamo messi male.

    http://www.luukmagazine.com/it/2012/09/07/biennale-di-venezia-note-di-colore-2/

  3. MENTRE IL LIDO DEI DANNATI OFFRE “DIFETTI COMUNI”, BIRRA MÜLLER ROVESCIA IL ROMAFESTIVAL E PROMETTE ‘’EFFETTI SPECIALI’’ – 15 FILM IN CONCORSO, 5/6 TITOLI DI GRANDE IMPATTO, LA VETRINA “PROSPETTIVE ITALIA” E TROVATE INTERNAZIONALI PER SURCLASSARE CIPRESSO BARBERA – UN BIGLIETTO POTRA’ COSTARE ANCHE 30 EURO – AL POSTO DELLA SALA CECILIA DELL’AUDITORIUM, UNA TECNOSTRUTTURA, UNA SALA DEL MAXXI E, PER CONVEGNI E INCONTRI, UN AUDITORIUM IN VIA BARBERINI…

    http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/mentre-il-lido-dei-dannati-offre-difetti-comuni-birra-mller-rovescia-il-romafestival-e-43595.htm

  4. LA VENEZIA DEI GIUSTI – MAH! E’ FIRMATO DE PALMA E SEMBRA VANZINA QUESTO “PASSION”, THRILLER CON NOOMI RAPACE E RACHEL MACADAMS CHE SI MASSACRANO TIPO “EVA CONTRO EVA” USANDO QUALSIASI MEZZO A LORO DISPOSIZIONE, SCOPANDOSI LO STESSO MASCHIO INUTILE E LESBICANDO NON POCO FINO A ARRIVARE ALL’OMICIDIO – UN PISELLONE ROSSO GIGANTE TIPO CALIPPO. IN QUALCHE MODO STRACULTISSIMO, GIUSTAMENTE MASSACRATO DI FISCHI (ALTRO CHE LE COLTELLATE..) NELLA SALA STAMPA…

    http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/la-venezia-dei-giusti-mah-e-firmato-de-palma-e-sembra-vanzina-questo-passion-43584.htm

  5. A Cannes.. a Berlino.. a Toronto….!! COME AMMETTERE UN CALO DELL’8% DEGLI INCASSI E FINGERE DI ESSERE FELICI: IL PRIMO BILANCIO DELLA MOSTRA DI VENEZIA BY EGO-BARATTA & CIPRESSO BARBERA E’ UN INNO AL VORREI MA NON POSSO – TRA UN “MI ASPETTAVO PEGGIO”, UN “NON SAREMO MAI COME CANNES E BERLINO” E UN “ABBIAMO AVUTO POCO TEMPO” SI GIOCA IN DIFESA – L’ANNO SCORSO NELLE SALE ITALIANE STACCATI 111 MILIONI DI BIGLIETTI (LA META’ DI QUELLI VENDUTI IN FRANCIA…)

    http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/come-ammettere-un-calo-dell8-degli-incassi-e-fingere-di-essere-felici-il-primo-43481.htm

  6. 1- GLORIA AL LIDO PER BELLOCCHIO E I SUOI PERSONAGGI COI PUGNI IN TASCA DA 50 ANNI – 2- PIÙ CHE UN FILM SUL CASO ENGLARO O SULL’ITALIA DIVISA TRA CATTOLICI CHE LA VOLEVANO IN VITA E CHI APPOGGIAVA LA SCELTA DEL PADRE, DI DARLE PACE CON L’EUTANASIA, “BELLA ADDORMENTATA” È UN FILM SULLA PATERNITÀ, SUI DOVERI CHE ABBIAMO COME PADRI E SUL PESO MORALE CHE LE NOSTRE SCELTE HANNO RISPETTO A CHI ABBIAMO IN CURA – 3- BELLOCCHIO GIOCA COL MÉLO VERDIANO E CON L’ALTA BORGHESIA DI PROVINCIA CHE CONOSCE BENISSIMO, NON SOLO PER DESCRIVERE L’ITALIA DI OGGI, MA PIÙ PROFONDAMENTE PER DESCRIVERE LE MALATTIE STORICHE, QUASI OTTOCENTESCHE, DELLA NOSTRA BORGHESIA – 4- DA BERLUSCONI ALL’INCREDIBILE “E’ STATA UCCISA” DI QUAGLIARELLO, L’USO VIDEO DEI TG SI ESTENDE SUL FILM CON RISULTATI STREPITOSI. DEL PD OVVIAMENTE NON C’È TRACCIA –

    http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/1-gloria-al-lido-per-bellocchio-e-i-suoi-personaggi-coi-pugni-in-tasca-43466.htm

  7. MORTORIO A VENEZIA – SI PARLA TANTISSIMO DELLE MULLERATE DELL’ANNO SCORSO, BRUTTO SEGNO PER BARBERA – C’ERANO CLOONEY, KATE WINSLET, MONICA BELLUCCI E MADONNA, C’ERANO CRONENBERG E IL FANTASNA DI POLANSKI – E VOLETE METTERE DUE ANNI FA? CON NATALIE PORTMAN, SOFIA COPPOLA E TARANTINO? – TOCCHERÀ A LA ‘’BELLA ADDORMENTATA’’ RISVEGLIARE UNA MOSTRA CHE NON RIESCE A CREARE L’EVENTO?…

    http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/mortorio-a-venezia-si-parla-tantissimo-delle-mullerate-dellanno-scorso-brutto-segno-per-barbera-43426.htm

  8. Piccolo suggerimento assessoriale : Chopard ha celebrato a Venezia, l’ultima collaborazione con il mondo del cinema. L’azienda svizzera di orologi e gioielli, è partner ufficiale di The Weinstein Company in connessione con le cerimonie dei più importanti premi internazionali e con i Festival del Cinema

  9. Ma come..? Il cinema è in Trentino.. e sponsorizzano Venezia..??

    Si terranno martedì 4 settembre, a Borgo Valsugana presso il bar Milano in piazza Romani n. 5, dalle 11 fino alle 18, i casting per il film “Colpi di fulmine” per la regia di Neri Parenti con Christian De Sica, Luisa Ranieri, Lillo & Greg e Anna Foglietta.

  10. Marina Cicogna VENEZIA

    : «E’ così difficile muoversi in questa città e la pioggia non aiuta: si guardi intorno, non sembra un dopolavoro?» s’interroga girando lo sguardo per l’affollatissima lobby dell’Excelsior.

    Che fare? «Forse qualche bella conversazione creativa prima della Mostra…».

    http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/1-una-mostra-allegra-come-un-piatto-di-verdure-lesse-un-lido-travolgente-come-43317.htm

  11. L’assessore ingrippato..

    UNA MOSTRA ALLEGRA COME UN PIATTO DI VERDURE LESSE, UN LIDO TRAVOLGENTE COME UN SEMOLINO: TI GUARDI INTORNO, SEMBRA IL DOPOLAVORO DEL DIVISMO MEZZACALZETTA – 2- DOPO QUASI UNA SETTIMANA IL BARBERA È ANDATO A MALE. E LO STESSO DIRETTORE NON FA CHE LAMENTARSI DELLO SGARBO DEL PRESIDENTE BARATTA DI AVER MESSO IN CONTEMPORANEA LA BIENNALE DI ARCHITETTURA, QUEST’ANNO ESUBERANTE E CAZZUTA – 2- ARTE CONTRO CINEMA, VENEZIA CONTRO LIDO. LE DUE ANIME NON SI AMALGAMANO, I DUE POPOLI RIMANGONO SEPARATI. RESTA L’INCAPACITÀ DI BARBERA DI CREARE L’EVENTO, PUR AVENDO ALLE SUE SPALLE LA GRANDE STAMPA CHE ANCORA GODE DELLA CACCIATA DEL MAL-DESTRO MULLER. DI SICURO, CANNES, CON AUTORI COME SPIKE LEE, ANDERSON E MALICK AVREBBE MESSO SU CHISSÀ QUALE FUOCO D’ARTIFICIO MEDIATICO –
    http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/1-una-mostra-allegra-come-un-piatto-di-verdure-lesse-un-lido-travolgente-come-43317.htm

  12. Pingback: Siorre e siorri, venghino venghino al cinema | trentinowine | Scoop.it

  13. Pingback: Trentino Wine Blog » Le scatole cinesi alla trentina e la legge del chic-chac

  14. il Conte il Conte

    Dimenticavo : la nostra star sarà accompagnata dai leoni che stanno sbadigliando alle porte del Duomo.
    Sono innovativi, nient’affatto scemi e neppure di pietra. Per il turismo propongono però un panel con i colleghi di Palazzo Ducale sponsorizzato sempre da Trentodoc e sempre con la attiva presenza della nostra first lady ! (stavolta abito a suo piacimento – magari in elegante sfumato “bolognino” Val di Cembra ). Sempre per innovare e generare.

  15. il Conte il Conte

    Dolce Curiosa e Sospettosa, niente nero (porta male), niente rosso (passione e qui non serve), suggerisco topless trentino-kellerino per far conoscere il meglio delle nostre Dolomiti, anche a Venezia. Sono certo che sei l’obiettivo auspicato : ““Godere di notevole visibilità e soprattutto di generare una attività di pubbliche relazioni internazionali che potrà avere significativi sviluppi“. Per gli sviluppi, bada però – ti controlliamo a stretto giro di trentodoc ! Siamo innovativi, mica scemi…

  16. Curiosa&Sospettosa Curiosa&Sospettosa

    Mellarini, come devo presentarmi al lido per assaggiare un trentodoc? Con quale abbigliamento? Nero, rosso? Costume da bagno, abito da sera?… Consigliami tu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *