La zia, le caserme e il metodo classico (che non c’è)

“Ziaaaaaaaa, dov’è lo spumante?”
“Quello dolce è di sotto, il Prosecco è di sopra”

Conversazione rubata mentre, questa sera, stavo entrando a casa della mia amichetta preferita per il cenone di fine anno. Amichetta che, fra l’altro, è una lettrice assidua (ma forse lo dice solo per farmi piacere) di questo blog, dove ogni giorno ce la meniamo, e ci scazziamo e ci incazziamo, con il Metodo Classico.
Cosa avrei dovuto fare di fronte a questo scempio lessicale, che è anche scempio fenomenologico? Ho fatto quello che fanno quelli che si arrendono, sfiniti e atterriti e atterrati e alla fine rassegnati, alla realtà: ho fatto DietroFront (omaggio alla mia amichetta che ama le caserme, le pistole sul comodino e i toys nel cassetto, ma che non distingue un Prosecco da uno Champenois). Eccosì, in questa notte di San Silvestro 2012, eccomi qui: il divano e una bottiglia di Aquila Reale. E adesso, da questo divano, provo a riflettere sul se e sul come. Oppure mi ubriaco. Classicamente.
————-

CONDIVIDI CON

20 Commenti

  1. Paolo Milano

    Ieri sera ho brindato anche io con Aquila Reale: una bottiglia strepitosa. Raramente ho incontrato un metodo classico così completo. Bravi trentini!

    1. Tiger Jack

      A me quest’aquila reale non entusiasma proprio per nienete. e’ al pari di qualsiasi buon franciacorta, e anche qualche scalino piu sotto. Non capisco da dove derivi tutto il vostro entusiasmo.

    2. Franco Ziliani Franco Ziliani

      Datemi tempo qualche giorno e simpaticissima Rosanna P. permettendo assaggerò, cum grano salis, questo Trento Doc ed esprimerò liberamente il mio parere. Voglio capire se é davvero, come ha detto il Gambero rosso, mica lo scampo azzurro, il migliore metodo classico italico….

  2. Paolo Milano

    Ieri sera ho brindato anche io con Aquila Reale: una bottiglia strepitosa. Raramente ho incontrato un metodo classico così completo. Bravi trentini!

    1. Tiger Jack

      A me quest’aquila reale non entusiasma proprio per nienete. e’ al pari di qualsiasi buon franciacorta, e anche qualche scalino piu sotto. Non capisco da dove derivi tutto il vostro entusiasmo.

    2. Franco Ziliani Franco Ziliani

      Datemi tempo qualche giorno e simpaticissima Rosanna P. permettendo assaggerò, cum grano salis, questo Trento Doc ed esprimerò liberamente il mio parere. Voglio capire se é davvero, come ha detto il Gambero rosso, mica lo scampo azzurro, il migliore metodo classico italico….

  3. Paolo Milano

    Ieri sera ho brindato anche io con Aquila Reale: una bottiglia strepitosa. Raramente ho incontrato un metodo classico così completo. Bravi trentini!

    1. Tiger Jack

      A me quest’aquila reale non entusiasma proprio per nienete. e’ al pari di qualsiasi buon franciacorta, e anche qualche scalino piu sotto. Non capisco da dove derivi tutto il vostro entusiasmo.

    2. Franco Ziliani Franco Ziliani

      Datemi tempo qualche giorno e simpaticissima Rosanna P. permettendo assaggerò, cum grano salis, questo Trento Doc ed esprimerò liberamente il mio parere. Voglio capire se é davvero, come ha detto il Gambero rosso, mica lo scampo azzurro, il migliore metodo classico italico….

  4. Pingback: Trento – Cerca News » La zia, le caserme e il metodo classico (che non c’è)

  5. Pingback: La zia, le caserme e il metodo classico (che non c’è) | SegnalaFeed.It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *