La-Vis: criticità ancora da risolvere… ovvero così va la vita

lavis criticità da risolvereRiceviamo e volentieri, perchè pare che finalmente qualcosa si muova e qualcuno cominci a squarciare il velo, pubblichiamo

————————-

Pacher, Mellarini, Olivi, Schelfi e Dellasega concordi sull’attivazione di un tavolo di lavoro comune

CANTINA LA VIS, OGGI L’INCONTRO TRA PROVINCIA E COOPERAZIONE

Oggi, a margine dei lavori della Giunta, il presidente della Provincia autonoma di Trento, Alberto Pacher e gli assessori Tiziano Mellarini e Alessandro Olivi hanno incontrato il presidente della Cooperazione trentina, Diego Schelfi e il direttore generale della Federazione trentina della Cooperazione, Carlo Dellasega. Scopo dell’incontro è stato quello di fare il punto sulla situazione della Cantina La Vis, la cooperativa vitivinicola che dopo due anni di commissariamento è tornata nella pienezza dei suoi organi per continuare ad operare sul proprio mercato di riferimento. Proprio l’incontro di oggi ha ribadito come la complessiva situazione della cantina di Lavis sia oggetto di grande attenzione, sia da parte della Provincia autonoma di Trento che della Federazione trentina della Cooperazione, tenuto conto che sotto il profilo finanziario e patrimoniale non sono stati ancora completamente risolti alcuni profili di criticità come del resto confermato nel corso delle revisioni, previste dalla legge, alle quali in questi mesi la cantina è stata sottoposta. Ma l’incontro di oggi è servito anche a ribadire come in ogni caso la Cantina La Vis rimanga – tanto per la Provincia quanto per il mondo della cooperazione – uno degli attori fondamentali del sistema viticolo cooperativo trentino. Proprio a partire da questa ribadita e condivisa visione, si è deciso di attivare da subito un tavolo di confronto comune con la Cantina per valutare in modo approfondito come affrontare le criticità ancora da risolvere e come declinare al meglio le prospettive di sviluppo attorno alle quali si sta già lavorando.

Ufficio Stampa della Provincia autonoma di Trento
Piazza Dante, 15 – 38100 Trento
Tel. 0461/494614 – Fax 494615-16
Sito internet: http://www.provincia.tn.it
E-mail: uff.stampa@provincia.tn.it

CONDIVIDI CON

16 Commenti

  1. MARINO

    Caro Cosimo, mentre la Titanic-cantinona affonda malinconicamente , a bordo si continua a ballare . Hai letto il CORRIERE DEL TRENTINO degli ultimi giorni ? Sembrerebbe che ormai siamo ai titoli di coda . E di contro hai letto sul sito della cantinona il programma di serate-eventi del prossimi giorni con presunti vip e vecchie glorie ? Non ci siamo proprio , almeno che abbiano un po’ di dignità , ai soci almeno questo lo dovrebbero… C’EST LA-VIS !

    1. trentinowineblog

      ho letto ho letto. Del resto al di la delle acrobazie lessicali degli uffici stampa, anche il comunicato fra le righe lascia intravedere …una fortissima preoccupazione….dal sindacato mi sono giunte voci altrettanto allarmate….. staremo a vedere…. nel frattempo…..vai con le danze…..

    2. MARINO

      Sarò all’antica , ma trovo moralmente indecente che con la situazione che c’è si facciano le ”allegre serate ” con vip , vipponzi e presunti tali , Vabbè che a questi dirigenti qui gli piace fare i fighi ( coi soldi degli altri ) , però a tutto c’è un limite . . Ma secondo te che sei del settore … le varie ”personalità” che vengono a fare le seratine devono anche venire pagate? O pagano loro per avere gli spazi , il servizio , la cena , il viaggio etc ? Se gli ospiti pagano sono disposto a rivedere in parte il mio giudizio negativo , che però rimane tale da punto di vista ”morale ” .

      1. trentinowineblog

        Di solito le aziende pagano i famosi “rimborsi spese”….di solito. Poi come funzioni sotto i cieli lavisani… non so… poiché non mi hanno mai invitato…. e sono anni che io mi do da fare..per farmi invitare…. ma non mi invitano…….sono un uomo fortunato….forse…

  2. MARINO

    Caro Cosimo, mentre la Titanic-cantinona affonda malinconicamente , a bordo si continua a ballare . Hai letto il CORRIERE DEL TRENTINO degli ultimi giorni ? Sembrerebbe che ormai siamo ai titoli di coda . E di contro hai letto sul sito della cantinona il programma di serate-eventi del prossimi giorni con presunti vip e vecchie glorie ? Non ci siamo proprio , almeno che abbiano un po’ di dignità , ai soci almeno questo lo dovrebbero… C’EST LA-VIS !

    1. trentinowineblog

      ho letto ho letto. Del resto al di la delle acrobazie lessicali degli uffici stampa, anche il comunicato fra le righe lascia intravedere …una fortissima preoccupazione….dal sindacato mi sono giunte voci altrettanto allarmate….. staremo a vedere…. nel frattempo…..vai con le danze…..

    2. MARINO

      Sarò all’antica , ma trovo moralmente indecente che con la situazione che c’è si facciano le ”allegre serate ” con vip , vipponzi e presunti tali , Vabbè che a questi dirigenti qui gli piace fare i fighi ( coi soldi degli altri ) , però a tutto c’è un limite . . Ma secondo te che sei del settore … le varie ”personalità” che vengono a fare le seratine devono anche venire pagate? O pagano loro per avere gli spazi , il servizio , la cena , il viaggio etc ? Se gli ospiti pagano sono disposto a rivedere in parte il mio giudizio negativo , che però rimane tale da punto di vista ”morale ” .

      1. trentinowineblog

        Di solito le aziende pagano i famosi “rimborsi spese”….di solito. Poi come funzioni sotto i cieli lavisani… non so… poiché non mi hanno mai invitato…. e sono anni che io mi do da fare..per farmi invitare…. ma non mi invitano…….sono un uomo fortunato….forse…

  3. Conte d'Orleans

    Scusa Cosimo ma hai notato che sul manifesto pubblicitario compare la farfalla del Trentino? ma come è possibile? è un pubblicità della provincia o di un’azienda privata? O è un primo d’aprile in ritardo?

  4. Conte d'Orleans

    Scusa Cosimo ma hai notato che sul manifesto pubblicitario compare la farfalla del Trentino? ma come è possibile? è un pubblicità della provincia o di un’azienda privata? O è un primo d’aprile in ritardo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *