Viola Violante è tornata e dà i numeri

Nella notte di plenilunio del 19 agosto scorso, mi è apparsa in sogno la buon’anima di Viola Violante di Ondariva, che danzava leggiadra e soave tra i diverticoli e anse del mio cervello. Ad un certo punto si è avvicinata al mio orecchio e mi ha sussurrato una ricetta culinaria. Questa ricetta, in verità, è risultata essere molto banale, non si trattava che di spaghetti al sugo di pomodoro… ma l’originalità stava proprio negli spaghetti, che in gruppi di 10 infilzavano, a mo’ di spiedini, 2 rondelle di würstel.

Tra un’acrobazia e l’altra, dopo avermi descritto minuziosamente anche il modo di realizzare questo composé di würstel e spaghetti, con una giravolta si è intrufolata nuovamente nel mio orecchio, sussurrandomi due numeri da giocare al lotto e relative ruote, pregandomi vivamente di renderli pubblici attraverso il blog; “…chissà che qualcuno dei lettori non diventi ricco…”.

I numeri sono 7 e 44 da giocare come ambo secco sulla ruota di Bari e sulla ruota di Palermo.

Vai a capire l’esuberanza di viola…!

Oggi, ovviamente, non ho resistito alla tentazione di sperimentare la ricetta; e ecco a voi il risultato risultati:

CONDIVIDI CON

23 Commenti

  1. Viola Violante d'Ondariva

    …come volevasi dimostrare: Viola Violante non sbaglia mai e qualcuno al posto di lor signori ha giocato al lotto i suoi numeri. ben vi sta.

  2. Massarello

    Scusatemi, ma prima di criticare San Michele ed i suoi finanziamenti, non sarebbe il caso di dare perlomeno un’occhiata al sito http://www.fmach.it per farsi un’idea di ciò che in questi anni é diventata la Fondazione E. Mach? Magari si scopre che é una delle poche eccellenze nazionali di indiscusso prestigio internazionale… Ciò non toglie che qualche mossa non sia stata azzeccata appieno e che non ci si debba interessare di come vengono investiti i pubblici denari. Possibilmente evitando banalizzazioni e provincialismi.

  3. il Conte il Conte

    Spreco del denaro pubblico ? Ultimi colpi di coda in attesa delle prossime elezioni,dell’Imu passata ai comuni e dell’ Iva che quasi certamente aumenterà (nessuno ci ha detto ancora delle accise…).
    Sconto promozionale di un prodotto ? Parlando in termini di mktg si può ipotizzare o troppe bottiglie in magazzino o prezzi troppo alti, poco interessanti per il prodotto – sempre prima della attuale miserevole fase economica nazionale.
    Personalmente penso entrambe le cose. E poi, oltre Rovereto, il Lagrein chi è ?
    Infatti, se non sbaglio, la promozione avviene solo da noi.
    Mi chiedo ancora : ma da noi il Lagrein chi è e che cosa è ????
    Prodotto di nicchia o prodotto di immagine del territorio ?
    E ancora : ma la Schiava “gentile” è finita a fare la badante ?

  4. il Conte il Conte

    @ Verusca – Ottima analisi. Le fondazioni servono solo a mangiare o distrarre soldi, vedi quella del Monte dei Paschi di Siena. Altre volte per combattere, vedi quella intitolata a Bruno Kessler, ma qui c’è un figlio e magistrato a controllare… Per San Michele, dopo i professori Manzoni e Scienza (arrivati e poi tornati) pare la carta carbone del Veneto, del Prosecco e di qualche altro Istituto Agrario. Ha ragione, da noi la “ricerca” pare sia solo quella di un posto di lavoro sempre con la benedizione dei nostri maggiorenti….

    1. Verusca

      Che poi quello che mi infastidisce è che questo regalo nel bilancio della PAT molto probabilmente risulterà in carico al settore agricolo quindi sui nostri media tra qualche settimana leggeremo a titoli cubitali tot milioni al comparto agricolo e giù sputtanamenti verso gli agricoltori.
      Sti ca..i!!! La realtà è che i soldi se li portano via i dipendenti pubblici che non producono nulla se non vincoli burocratici di cui le aziende farebbero volentieri a meno.
      Per forza poi che in Trentino vince sempre lo stesso partito…

      1. Verusca

        Scopro a malincuore che la vicenda della cantina rotaliana che svende il suo vino vi appassiona più dello spreco di denaro pubblico. Pazienza me ne farò una ragione.

  5. Verusca

    A proposito di numeri…
    La notizia è passata in sordina, ma ai primi di agosto la Provincia Autonoma di Trento ha staccato un assegno da 44,5 milioni di € (85 miliardi di lire del vecchio conio- ripeto 85 MILIARDI di lire) per la Fondazione Edmund Mach.
    Motivo? Finanziare la realizzazione dei programmi di investimento e ricerca.
    Io non capisco, ma ricerca di cosa? Forse il petrolio sulle colline di Faedo?
    E’ giusto ricordare che il sequenziamento del genoma ce l’ha soffiato anni fa per poco l’Università di Udine, i vitigni resistenti alle malattie fungine sono già una realtà in Alto Adige, vivai Rauscedo e Università di Riccagioia, ma cosa cercano i tecnici di S. Michele da aver bisogno di così tanti soldi?
    Forse di contribuire alla lotta contro la disoccupazione?

  6. il Conte il Conte

    Gentile Violante, stupisco e mi dispiaccio !
    Lei confonde nobili superalcoolici mittleuropei da etilometro corazzato con i vini.
    Peccato. E’ così che molte cucine “spiaggiano”, quasi come la Concordia.
    A Sofocle rispondo da Eschilo : Il verosimile quasi sempre appare più vero del vero

    1. Viola Violante d'Ondariva

      …Il suo parere mi interessa molto, ma rimane pur sempre il suo parere.
      Io continuo a fare il tifo per le eno-corazzate Potemkin.
      …E se è vero ciò che diceva Pascal: “conosciamo la verità non solo con la ragione ma anche col cuore”, mi riserverò di provare gli accostamenti dei Suoi vini ai miei pasti.
      Mi saluti il suo Eschilo.
      Viola

  7. il conte il conte

    Timeo Violans ac dona ferente.
    Certo che la ricetta sembra molto svedese.
    Manca la maionese, però.
    Il Lotto non so ma tanto ormai la nostra è tutta una Lotteria…..
    Deve essere accompagnata da Grappa Trentina, da Sliwovitz ,da Wodka Wiborova al peperoncino e da Wodka polacca del bisonte ?
    Attendo un responso illuminato…..

    1. Viola Violante d'Ondariva

      Conte,
      Le rispondo, anche io a suon di citazione colta: “I doni dei nemici non sono doni, né benefici”, così diceva Sofocle e poiché io sento di essere un’amica (magari un po’ bistrattata) del blog, da me mai e poi mai verranno tempeste o malefici di qualsivoglia genere.
      Non amo le ricette nordiche e non utilizzerei nessuno dei vini che Lei consiglia. Userei piuttosto un Trentino Cabernet; prediligo i sapori tannici, e lo speziato (che, invece, non amo troppo) credo, che almeno in questo caso, ci stia bene.

    1. Viola Violante d'Ondariva

      Subcomandante Morgan, deve sapere che mi manca molto… Chiedo spesso al barone Sue notizie, so, quindi, che sta bene e che si difende alla grande, come succede a tutti gli uomini di buona volontà e per di più fantasiosi e creativi.

      1. Donna Violante La prego… non mi lasci in balia di Barbara Cartland o Jancis Robinson..! La sua immagine dell’Idra potrebbe sostituire anche la Medusa versaciana..! In nome della Mòira e di Zeus egìoco.. torni..! Sta casa aspietta te..!!!

        1. Viola Violante d'Ondariva

          Caro Subcomandante, Le consiglio vivamente di preferire la frequentazione delle autrici sopracitate alla mia…
          L’immagine dell’Idra, a cui Lei fa riferimento, non mi appartiene e sono tremendamente allergica alla Idra Griffata della Donatella…ritornerei solo se me lo chiedesse Moira Orfei…

  8. Pingback: Viola Violante è tornata e dà i numeri | SegnalaFeed.It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *