Tacete! L’amico vi ascolta

nemicoviascolta

di Giuliano Fago Golfarelli – Vale la pena anche qui parlare della confusione che si è creata tra servizi segreti americani, servizi segreti europei dormienti e tutto il resto del web.
Vale la pena perché blog e web – al di là della prima nobile missione di far incontrare anime inquiete e sole per un sano incontro orizzontale – dovrebbe far parlare nel mondo e online gente giusta.
Ma web e blog sono parte di un sistema fatto di nick, di denunce anonime, di sorrisetti stupidi e stupiti.
Di un mondo sempre più orizzontale che verticale.
Il “Data Gate” dimostra che non esiste riservatezza per chi scrive sul pc.
Scendendo dai massimi livelli a quelli nostri, utilizzo le mie generalità da quando il blog (per me simile al vecchio “Travaso delle Idee” ) osa fare qualche critica onesta al mondo vinicolo, alla alta finanza della vigna corporata, ricevendo di ritorno molti “consigli” da parte di quelli che conoscono perfettamente le identità di chi scrive, anche sotto pseudonimo.
Ed è così sono giunte affettuose minacce di denunce penali, sono apparsi bloggatori (cassati e cancellati) tipici dei corvi di più alti spazi, in sostanza anche un povero blog come questo è sotto il fuoco amico, quello che spara alla schiena !
Il “Data Gate” è l’esempio più illustre : per noi vale invece il “Ciacera Gate”, fatto nelle piazzette al bar, da chi ti stringe la mano e poi.. ti niccka contro o è ambiguo.
Stiamo tentando – forse dico che ci riusciamo – di fare insieme a tutti una tribuna libera, pensante e responsabile.
Magari però non ci riusciremo forse per colpa nostra e quella dei nickkatori anonimi, telegrafici e misteriosi, forse nascosti dietro una vigna, dietro una produzione così e così , dietro quell’”arrangiamoci” che è ormai motto sotto il nazionale “Stellone” Italiano e anche sotto l’aquilone provinciale.
Vediamo cosa succede !
A presto

Giuliano Fago Golfarelli

PS – chi ha tempo vada a vedere “Fai la cosa giusta”, a Trento, – imparare non fa mai male

CONDIVIDI CON

3 Commenti

  1. il Conte il Conte

    L’imprenditore Mosna pare non ce l’abbia fatta forse perchè simile a Berlusconi, perchè dediti allo sport, alla propria industria, ad affermazioni apocalittiche e confuse che non hanno convinto nessuno, sia chi non ha votato sia chi non voterà alle politiche.
    Il sig. Diego Mosna ha dimostrato buonissima volontà ma forse è vittima di quell’effetto carta-carbone che annoia e viene ora osteggiato da buona parte degli elettori, locali e nazionali.
    Però un Trentino a sinistra-centro fa un po’ sorridere, ricordando che il socialista Mussolini qui iniziò a combinarne di tutti i colori, anche in fatto di vita privata !
    E dormendo su una panchina.
    Spero che non si dorma più e che queste elezioni (dimenticate dalla stampa nazionale, almeno ora) servano di monito ed anticipazione perchè in fondo Trentino ed Alto Adige non sono ai confini del mondo. ANZI !!!

  2. Pingback: Tacete! L’amico vi ascolta | SegnalaFeed.It

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *