Vino e cellulari, l’ultima frontiera dell’enomarketing

1 promozione

di il Conte – Da marketing da bar, ricco di concetti che annoiano persino me – scrivendo dal mio castello che si affaccia su una valle storica -, mentre leggo Cosimo sul Piano Inclinato del Vino Trentino, cioè il Teroldego Cavit Doc offerto a 3.99 euro nelle distribuzioni locali, ecco che arriva dal Veneto fino al mio nobile sito l’occasione per aggiornare le mie risorse tecnologiche.

L’ OFFERTA STRAORDINARIA di BENVENUTO mi offre:

– 2 Cabernet Doc 2012

– 2 Merlot IGT Veneto

– 2 Refosco IGT Veneto

– 2 Rosso da Tavola

– 2 Bianco Doc Vicenza

– 2 Verduzzo Doc Piave

Il tutto a euro 59.50 che, facendo una media grossolana, è di circa 4.95 euro a bottiglia.

In piccolo ecco le solite spese di spedizione: 14.30 euro.

Sommato il tutto sono 73.70 euro totali, quindi con prezzo medio a bottiglia di circa 6.14 euro.

Non male, considerato che ci sono 6 Doc + 4 IGT + 2 Rosso da Tavola.

Questa mix, destinata alla “signora Maria” raggiunta a casa, con indirizzari che – alla faccia della privacy – sono ormai di tutti, ecco il vero appeal del marketing diretto.

Dono aggiuntivo a tutto questo, lo Smartphone Dual Sim tanto attraente che in questa mix promozionale mi perdo non sapendo più se bere o chattare. O fare entrambe le cose insieme.

Dove vanno a finire le degustazioni, i raffinati punteggi delle guide da SuperEnalotto, le nobili affermazioni di produttori che sembrano partorienti quando parlano di sè e dei loro vini?

Ecco i segreti della mix prezzo-quantità-qualità + cotillon per raggiungere il fatturato annuo con prodotti in magnifiche bottiglie dalle eleganti etichette.

A questo punto il Teroldego venduto localmente sembra quasi normale, anche se adotta l’altro magico specchietto commerciale dei 3.99 euro per il consumatore, che in realtà sono 4.00 euro meno 00.1.

Cioè, circa 8.000 delle vecchie lire, sempre parlando con gli amici del bar.

Ma 15 anni fa avremmo mai comprato al supermercato e a casa nostra un Teroldego a questo prezzo?

Avremmo acquistato in vecchie lire la magica offerta del Veneto che ci arriva direttamente a casa con in più il telefonino per fare email, foto e tutto il resto?

Glu – glu e nick a tutti!

il Conte

CONDIVIDI CON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *