La Cantinota ieri e oggi: dai risotti del Gianni alla birra universitaria

sdfasf1

il Conte – A chi conosce il centro di Trento, da turista o indigeno di periferia, mi piace ricordare che meno di cinquanta anni fa esisteva il magico perimetro largo Carducci, il “giro al Sass”, le vie Calepina, Oss Mazzurana, Manci e dintorni .

A largo Carducci c’era la lignea enoteca Lunelli che frequentavo, essendo nato poco distante, con il favoloso papà Bruno, la mamma Prada che avrebbero generato non solo il Ferrari ma soprattutto figli, nipoti e pronipoti, esempi di un Trentino che quando vuole sa come si fa cultura e sviluppo.

Poco distante i Due Giganti, il Forst, il Tartina, piazza Italia, il bar Zurigo, il caffè Italia (frequentato dalle bele siore) e più giù la Cantinota, in via S. Marco.

Oggi la Cantinota è in momentanea chiusura per denuncia dei vicini, stanchi di schiamazzi notturni, pare agli ultrasuoni.

In questo antico palazzo con gli affreschi del pittore detto il BrusaSorci, oggi scomparsi, il signor Gianni negli anni ‘60 avviò nelle cantine un elegante “ristoro”, con pianoforte scordato, risotti da grande chef e vini di prima qualità, a prezzi competitivi.

La “Cantinota” appunto.

Poi sono scomparsi i risotti, il locale, definito “storico” dalla Provincia anche se storico penso sia solo stato allora, è divenuto discoteca con musica, contestata dai quelli che vivono ancora nel centro di Trento e vorrebbero una vita leggermente tranquilla. Di notte, soprattutto.

Questo discorso – vale anche per Rovereto – lo faccio perché di giorno e di notte questi magici perimetri venivano scalfiti solo da scalpiccii, sommessi discorsi e soprattutto da ottime bevutine, smaltite velocemente, sempre sottovoce.

Le nostre vie sono sempre state caratterizzate da locali tipici per stile e gusto, piene di gastronomia e delicatessen, alla lontana simili al cugino Alto Adige.

Cugini per via di Maria Teresa d’Austria, non certo per Francesco Giuseppe primo e ultimo.

Oggi tutto questo sta scomparendo tra chiusure di attività, arrivi di supermercatoni che uccidono antichi e misteriosi palazzi ancora integri e misteriosi, movida e fanciulleschi rumori.

E talvolta gli studenti universitari sono ancor più fanciulleschi visto che la birra la paga mamma e papà.

E’ come se all’Harris Bar di Venezia non trovassimo più il profumo del Bellini e di Hemingway ma solo gli ombrellini del turismo di massa che avanza.

Quindi il suggerimento: giriamo tutti con il naso all’insù, scopriamo quanto miracolosamente rimane, non facciamo solo mercatini di Natale, bollicine svaporate per pochi intimi, impariamo a sussurrare e mai a gridare in cantina, perché se continua così …

 Il Conte

hyoi

CONDIVIDI CON

20 Commenti

  1. il Conte il Conte

    “Verginità” un algoritmo sempre attivo, per uomini e donne.
    Cara Mamma non voglio togliere nulla a nessuno, neppure la notte : al suo gran finale di grande effetto manca solo una importante affermazione e consiglio davvero materno : “che si comportino con la stessa educazione che gli hanno insegnato a casa !” – Veda lei –

  2. mamma

    caduta di stile, rispondere a una donna parlando di verginità. ma che ci azzecca? io sto coi ragazzi, il mondo cambia. già saranno precari di seconda generazione, vogliamo anche togliergli la vita notturna? che il locale insonorizzi, che i vigili controllino, che i ragazzi festeggino

  3. il Conte il Conte

    Desidero ricordare che :
    1) non abbiamo deciso noi la chiusura – 2) se è stata chiusa per rumori molesti si vede che c’erano ma non li abbiamo provocati noi – 3) La foto è stata presa dal sito web della Cantinota come si vede alla base a destra – 4) La foto non è stata commentata -5) Non siamo invidiosi perchè non interessati finanziariamentre ad altri locali glamour della zona – 6) Nella vita è meglio l’Ignoranza che la giovanile Saccenza – 7) Continui pure a sorridere ma, la prego sottovoce, perchè risulta più educato verso la Città, i vicini, ecc. – 8) Per la prima riga di accattivanti aggettivi non ho nulla da dire se non che … è noiosa, ripetitiva quanto le partite Scapoli-Ammogliati oppure, nel suo caso, Facoltà di Lettere contro Facoltà di Legge.

  4. il Conte il Conte

    Caro Franco, sono perfettamente d’accordo con lei sul mio scherzo di cattivo gusto – Pardòn a tutti.
    Rimane il fatto che il fatto della Cantinota non-è-un-fatto …..

  5. il Conte il Conte

    Cara Universitaria, la prego non mi voglia male. Capisco che io sono il passato e lei il presente – ma entrambi non facciamo così il futuro !
    Ho ora in mente Baudelaire (che certo lei conosce perfettamente) – ad una donnina bizzosa come lei chiese : “Ma , scusi, lei è vergine?”
    La donnina stizzita lo guardò ma non rispose.
    Baudelair proseguì : “Se lo è converrebbe che non lo fosse, se invece non lo è converrebbe che lo ridiventasse”.
    Questo non è femminicidio ma solo puro ragionamento tra due persone che si DEVONO rispettare.
    Donna-Uomo/Uomo-Donna
    Entrambi, andata e ritorno – Buona Laurea
    PS – Non mi faccio solo perchè mi sono già fatto troppo da me.

    1. Tex Willer

      E’ sempre così! Aveva ragione lo scrittore inglese Wodehouse nel suo “La ragazza in blu” quando sosteneva: “Sembra impossibile, ma tutto quello che c’è di divertente nella vita, dicono che sia immorale oppure illegale. Al minimo fa ingrassare”.

    2. universitaria

      mi scusi di nuovo signor Conte, ma lei ci è o ci fa o si fa? Ma provi ad argomentare se ci riesce o invece è solo un esperto di battute di pessimo gusto?
      Ps: credo che che il moderatore dovrebbe intervenire in certi casi e mettere in black list chi si comporta in questo modo.

    3. universitario93

      Siete vecchi dentro, egoisti e perbenisti..non c’è NIENTE a Trento per giovani e universitari..non una volta ho sentito tutto questo chiasso fuori dal locale dai siete penosi. Tra parentesi sono un membro della foto (quest’anno entrato una singola volta nel locale dopo una festa di laurea)..a chi ha commentato accusando facendo come esempio i membri della foto: non sapete nulla e non rispondervi in altra maniera é la cosa piú intelligente..a me sta bene che ci sia gente che si lamente per il rumore ma certi commenti di gente Ignorante(forse invidiosa ma anche senza forse) mi fa proprio sorridere.

  6. Saint Just Saint Just

    Trento non è Milano. Ballare in centro non è ballare in piazza Duomo.
    Ci sono tanti posti per ballare in Trentino – ancheun po’ fuori.
    Lo sniffo era provocazione e mi scuso. Anche lei, però, prima di scrivere, pensi bene a quello che farà – anche qui, a Trento.
    Perchè nella vita c’è sempre una cattedra e un voto -purtroppo: e il voto dipende solo da che parte del tavolo si sta, soprattutto oggi.

  7. Saint Just Saint Just

    Le città diventano “morte” anche per merito di chi si aggira a piede libero pensando che gioventù , università e un po’ di sniffo non appartengano alla comune civiltà e parca educazione.
    Spiace anche a me per i dipendenti come per gli innovatori titolari ma vedendo la seconda foto il target dei clienti pare non essere quello di conoscitori delle bollicine trentine doc. In parte hanno ragione i due universitari in quanto la dormigliona Trento ha fatto fuori da tempo e con successo “Le Bollicine” dell’ amico Ruggero Pisetta (Porta Aquila), il “Feeling” alle Androne, il ristorante “Chiesa” e questo probabilmente perché i clienti NON facevano poi tanto casino…..
    Per questo vado alla Casa del Vino di Isera , sperando che non chiuda anche questa !

    1. universitaria

      la sua considerazione dei giovani è spaventosa, cosa vuol dire “un po di sniffo?”, ma cosa si crede che i ragazzi siano tutti dei tossici? forse sono quelli come lei che passano il tempo cosi. noi chiedevamo solo un posto dove ballare. ma evidentemente questo non va bene a quelli come lei che pensano che i giovani passino il tempo fra sniffo e baldorie.
      La saluto e la prossima volta prima di scrivere, pensi bene a quello che dice.

  8. Franco

    E’ brutto capire che non ci si adegua ai cambiamenti. Comunque trovo sia stato un grave errore chiudere il locale. La città vuole vivere di giorno ma di sera, appena cala il buio, si vorrebbe che la città sprofondasse nel sonno. Tutti vogliono tutto e il contrario di tutto. E’ un peccato.

    1. universitaria

      Almeno lasciatelo dire a noi, se è peggiore o migliore. Almeno lasciatecelo vivere a noi il nostro tempo senza impedirci di viverlo solo perché a voi non piace, solo perché a voi da fastidio. Grazie.

  9. Probo

    Per fortuna l hanno chiusa! L ha restaurata sicuramente un astemio. Ha devastato ricordi, sensazioni, sfide e grandi bevute. La morra con kessler, le nascenti br con il popolo della trentobene. Poi, il declino. Un pianobar banale, privo di ogni identita. Spiace solo per i dipendenti. Ma la cantinota, come tale, non esiste piu. Cambiate nome, cambiate tutto,

    1. universitario

      siete dei nostalgici che non riescono a capire il mondo che cambia, le nuove generazioni. Parlate come se il mondo si fosse fermato a quando eravate giovani voi… voi che appunto parlate di br nascenti. Siete deludenti…

    2. universitaria

      Mi associo a quanto scritto dal mio collega: ma che generazione siete? Perduti nel delirio del vostro “glorioso” passato fatto di partite alla morra, di bevute e di nascenti br? ma scherzate? Questo blog è decadente e per fortuna mi avevano detto che era una delle poche voci intelligenti del trentino. Perfortuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *