La Cuvée trentina sul Cucchiaio

Maso_Toresella_Cavit-620x462

Mi fa sempre piacere poter scrivere bene di un vino trentino. E mi fa piacere, soprattutto, leggere cose buone di un buon vino trentino. Come è accaduto questa mattina quando ho letto la recensione della Cuvée Maso Toresella  2011 IGT delle Dolomiti di Cavit sulla rivista on line Il Cucchiaio d’Argento. Sarà che si tratta di una cuvée base Chardonnay e Sauvignon (ma anche Gewürztraminer e Riesling Renano), due fra i miei vini bianchi fermi preferiti, anche se purtroppo non sempre di facile reperibilità sul mercato – sebbene il Trentino sia il più grande produttore italiano, per esempio, di Chardonnay (350 mila ettolitri, nel 2013) -, sarà che la recensione è firmata con competenza dall’amico Franco Ziliani, sarà questo sarà quello, ma mi ha fatto piacere leggere di questa bottiglia – la ho assaggiata anch’io con enorme soddisfazione -, che fa fare pace con il vino cooperativo.

IGT Vigneti delle Dolomiti Maso Toresella – Cavit 2011

 

CONDIVIDI CON

12 Commenti

  1. @ Marketta Io non ho piacere di avere lettori come lei e del suo apprezzamento non so che farmene. Sono dalla parte di Cosimo, dei suoi collaboratori e di questo blog, che considero un fratello trentino dei miei. Quindi se lei se la prende, scorrettamente, con Trentino wine blog é come se la prendesse con me.
    Spero di essere stato chiaro

  2. Erwin

    …concordo con Cosimo… la ho assaggiata la settimana scorsa al Picchio Nero di Cles su consiglio dell’Oste… ed è stata una piacevole sorpresa… anche se al nome cavit un qualche preconcetto, sbagliato, lo avevo… che sia la volta buona…? che sia la svolta…?

    1. sempre all’altezza della situazione eh…Il Picchio Nero…;
      per cavit: la svolta è in corso ormai da parecchio tempo, sono lontanissimi per fortuna i tempi del tappo vite. Oggi in Cavit si fanno tante cose; il management è cambiato. ed è cambiato lo staff tecnico. Ci sono linee di grande qualità, quella dei Masi per esempio è di assoluta eccellenza. E poi il metodo classico. Ma anche alcune linee per gli stati uniti come Alta Luna, si fanno notare.
      http://www.palmbay.com/alta-luna.htm
      http://www.trentinowine.info/2013/04/le-fasi-della-luna-le-fasi-del-vino-e-le-fasi-della-vita/
      Peccato che siano appunto dedicate solo al mercato estero…. ma se te sei fortunò..e se te ghai conoscenze… qualche boza… i te la pasa…

  3. Marketta

    Egregio dottor Ziliani: forse c’è stato un equivoco, non mi riferivo a lei né ai suoi blog, che leggo assiduamente e che considero come una bibbia. Mi riferivo a questo blog e al signor Cosimo cheattacca tutti indiscriminatamente …a parte Cavit, almeno ultimamente.. Niente di personale con lei.

    1. Gentile signor Marketta: lei è un imbecille. Se non riesce a distinguere un giudizio politico su un’azienda da un giudizio su un vino e se non riesce a capire che fra i due giudizi ci possono talvolta essere delle relazioni e delle correlazioni eziologiche, ribadisco, lei è un imbecille. Punto. E a capo.

  4. Invece, guarda te, la bottiglia di Cavit di cui ho scritto bene sul Cucchiaio d’argento, ha tenuto molto a farmela assaggiare il suo direttore generale (presidente anche del Trento Doc) quando ci siamo incontrati a fine settembre l’ultima volta….
    Ha avuto ragione, ottimo vino e scelta intelligente quella del dottore Zanoni…

  5. se avessi scritto bene di un vino delle due altre mega cantine cooperative, piene di debiti come ha scritto I numeri del vino, scommettiamo che nessuno avrebbe avuto nulla da dire?
    Ma che ci posso fare, quei vini non li acquisto (anche se farei opera di beneficienza facendolo) e loro non me li fanno assaggiare… 🙂

  6. @Marketta. Io sono meno signore di Cosimo e la mando allegramente aff… Le sfugge l’evidenza che si possa parlare bene di un vino semplicemente perché lo si trova buono, non perché si sia pagati per farlo. O voi in Trentino siete abituati a fare così?

  7. Marketta

    da qualche tempo questo blog si è avvicinato a Cavit e non perde occasione per segnalarlo, per parlarne bene (anche sul post di ieri): cosa è successo? Avete preso qualche consulenza a ravina?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *