SFOGLIANDO – [nr. 3 – 03 dicembre 2013]

rassegnastampa

IMPOSIZIONE IMU A CHI AFFITTA I TERRENI, MAIORANO (ANGA): COSÌ NON SI AGEVOLA IMPRENDITORIA GIOVANILE

[sfoglia]

……….

VINO, LA FIVI CHIEDE MENO BUROCRAZIA E NORME “PIÙ LEGGERE”

[sfoglia]

……….

LE DONNE DEL VINO SI INCONTRANO A BARI PER PARLARE DI SFIDE E OBIETTIVI COMUNI

[sfoglia]

……….

I VINI NEI RECIPIENTI DA 2 A 10 LITRI NON SARANNO PIÙ CONSIDERATI VINO SFUSO

[sfoglia]

……….

CROLLANO IN EUROPA GLI INVESTIMENTI PER LA RICERCA DI NUOVI AGROFARMACI

[sfoglia]

……….

LA FONDAZIONE EDMUND MACH HA INDETTO UN BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI OTTO OPERE ARTISTICHE DA POSIZIONARE A SAN MICHELE ALL’ADIGE, NELLA SEDE DEL CENTRO TRASFERIMENTO TECNOLOGICO

[sfoglia]

……….

IL TRENTODOC: BOLLICINE DI MONTAGNA SOLO METODO CLASSICO

[sfoglia]

……….

CHI VINCERÀ LA GUERRA DELLE BOLLICINE?

[sfoglia]

……….

LA MOBILITAZIONE DEL BRENNERO

[sfoglia]

……….

LA SPESA PER CONSUMO DI VINO IN ITALIA – AGGIORNAMENTO ISTAT 2012

[sfoglia]

……….

IL CONSORZIO VALLI TRENTINE QUINTA “OP”

[sfoglia]

……….

RECENTI ACQUISIZIONI SULLA FISIOLOGIA DELLA VITE: TECNICHE DI POTATURA INVERNALE

[sfoglia]

……….

TEDX LAKE COMO – DANIELE TRINCHERO PROFESSORE AL POLITECNICO DI TORINO, MOLTO ATTIVO IN PIEMONTE PER QUANTO RIGUARDA LA RIDUZIONE DEI TRATTAMENTI E PER UN AGRICOLTURA SOSTENIBILE

[sfoglia]

……….

UN VINO DI 3000 ANNI, AROMATIZZATO CON RESINE ALLUCINOGENE

[sfoglia]

……….

PIÙ NESSUNA VIGNA PER CHIANTI E CHIANTI CLASSICO

[sfoglia]

……….

PER AVERE SUCCESSO E VENDERE IL MADE IN ITALY OCCORRE ESSERE VICINI AI CONSUMATORI

[sfoglia]

……….

RIDURRE IL TASSO ALCOLICO DEL VINO GRAZIE A NUOVI CEPPI DI LIEVITO NON OGM

[sfoglia]

……….

IL VINO ITALIANO TAGLIA LE EMISSIONI CON CO2 RESA

[sfoglia]

……….

LA FRANCIA REGISTRA IL PRIMATO EUROPEO NELL’UTILIZZO TOTALE DEI PESTICIDI

[sfoglia]

………….

IL SINDACATO AGRICOLO CHE VERRÀ

[sfoglia]

………….

IL SETTIMANALE TRE BICCHIERI 

[sfoglia]

………….

DUE BICCHIERI DI VINO ROSSO NATURALE AL GIORNO CONTRO INFARTO E ICTUS

[sfoglia]

………….

COOPERATIVE AGRICOLE, BUONE NOTIZIE DALL’EUROPA CON LA NUOVA PAC

[sfoglia]

………….

VIDEO INTERVISTA A GIAN ANTONIO STELLA SUlLA BUROCRAZIA

[sfoglia]

………….

CONDIVIDI CON

7 Commenti

  1. Carlo M.

    Penso invece che investire sulla cultura e sull’arte siano soldi ben spesi. anche per la fondazione mach. E’ tempo che la piantiate di criticare sempre tutto ed tempo che invece cerchiate di dare una mano al nuovo assessore invece di demolire. grazie.

      1. Tex Willer

        Apprezzo Cosimo questa tuo essere d’accordo con Carlo nonostante le discussioni accese dei giorni scorsi, evidentemente hai le “palle” e non ti fermi davanti a nessuno per dire quello che pensi.
        Credo anch’io che sia importante investire in Cultura ma penso altresì che in questo periodo di congiuntura economica negativa sia il caso di dare l’esempio di spendere i soldi del contribuente scegliendo le priorità.
        Una parete nuda può attendere periodi migliori.

        1. hai ragione tex…. forse le pareti bianche possono aspettare…ma la cultura..e l’arte..oggi in grande sofferenza soprattutto in Italia, no. Non possono aspettare. Non credo possano aspettare. E seriamente credo sia una cosa più intelligente quella promossa dalla fondazione mach rispetto alla scelta fatta dal Mart di Rovereto (vedi la stampa locale di ieri) che ha strombazzato una certificazione China friendly …. per dimostrarsi all’altezza del futuro…probabile ..pubblico cinese all’assalto della città della Quercia. Non è dato sapere quanto siano costati gli ideogrammi e i bignami di lingua cinese per insegnare alle receptioniste a pronunciare 4 parole 4 in mandarino, un’iniziativa, si è letto nei comunicati delle agenzie stefani locali, rivolta alle nuove classi dirigenti cinesi, benestanti, colte e con tanta voglia di viaggiare. Come se questi cinesi che arrivano in Italia, imbottiti di denaro, dopo aver fatto anni di studio nelle migliori università occidentali …. non fossero capaci di parlare, e di leggere, un inglese fluente. No, a Rovereto hanno deciso di farli sentire a casa… . E non so..quanto loro i cinesi benestanti.. possano gradire … Ecco penso, restando nell’ambito delle istituzioni culturali, che la scelta della fondazione sia stata piu utile.
          Ps: in quanto al mio concordare con il signor Carlo Emme… non credo sia una questione di palle… ma semplicemente di riconoscere che si possono anche avere punti di vista a volte coincidenti. Comunque grazie per la tua stima. Mi piace.

    1. Canarino Titty Canarino Titty

      Belle parole… belle parole .Intanto la vendita di libri e’ calata del 7% nell’anno e del 16 % negli ultimi 3. Tengono solo i libri per bambini…..

      1. Tex Willer

        Certo, la crisi avrà ripercussioni anche su questi aspetti, chi ha veramente difficoltà ad arrivare a fine mese acquista il necessario, la Cultura passa in secondo piano, specialmente se l’autore del libro non è un personaggio noto; dubito infatti che il nuovo libro di Vespa rimanga sugli scaffali invenduto.
        Ma trovo singolare la giustificazione che per la Cultura si debba spendere comunque, probabilmente è tipico di chi ha la pancia piena e non sa rendersi conto quando una spesa è superflua.
        Finché succede che come disse qualcuno: “il popolo non ha pane? Che mangino brioches”.

  2. Tex Willer

    Leggo dalla vostra rassegna stampa dell’iniziativa di Fondazione Mach di spendere “ulteriori” 40.000€ in opere d’arte e rimango perplesso;
    questo comportamento mi ricorda la scena del film Titanic in cui l’orchestra suonava e suonava ma intanto la barca affondava…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *