Mezzacorona, dove soffia forte il vino

Non esprimo alcun giudizio e alcuna opinione, per ora, su questo video.
Non lo faccio, per un paio di buone ragioni.
Intanto, perché mi piacerebbe che, a partire dalla visione di queste immagini, si aprisse un dibattito franco e libero fra i frequentatori del blog.
E poi non lo faccio perché qualsiasi cosa scrivessi, rischierebbe di non essere presa sul serio. Se scrivessi che questo video è un capolavoro, qualcuno potrebbe rimproverarmi una sospetta prossimità con l’agenzia di comunicazione che lo ha firmato.
Se scrivessi che questo video è una ciofeca, qualcuno d’altri potrebbe rimproverarmi un pregiudizio nei confronti di un’azienda (Gruppo Mezzacorona), con cui ci siamo sempre poco amati. Anzi, in taluni casi, probabilmente persino detestati. Quindi, per ora non esprimo giudizi e lascio a voi il campo.

————————————————
e qui invece….per assonanza semantica spazio alle canzonette

CONDIVIDI CON
  • 6
    Shares
  • 6
    Shares

634 Commenti

  1. Pingback: IL BLOG E LA TERRA DELLA LUNA - TRENTINO WINE BLOG

  2. Dopo sei mesi….c’è ancora qualcuno che ha voglia di commentare: davvero il post più social….del blog questo!
    Comunque io ora dico la mia fino in fondo: e la mia è che concordo in pieno con l’anali di Agh!

  3. agh

    E’ il classico video da convention per suggestionare il pubblico di soci o azionisti: “guardate quanto siamo fighi”. Ovviamente improponibile in tv per la durata abnorme, troppo lungo perfino per il web dove teoricamente non ci sarebbero limiti, se non la pazienza dei navigatori in genere poco tolleranti con gli spot autocelebrativi che grondano retorica e melassa come i questo caso.
    Pur di buon fattura tecnica, lo spottone trasuda però il peggiore farlocchisimo di genere, trentino in questo caso, quello cioé trito e ritrito che ha impestato i caroselli di veterinari col grappino, di mulini bianchi fasulli per gabellare un’inesistente agricoltura ruspante, pietosa foglia di fico di una produzione ormai totalmente industriale. Almeno lo spot di Banderas con le galline, nella sua palese assurdità, aveva il pregio di un’evidente autoironia. Ma figuriamoci se i trentini da bravi provinciali arricchiti e permalosi, possono prendersi men che sul serio.

  4. franco maia

    Avevo sentito parlare di questo lavoro da un amico ma ero all’estero, solo adesso lo vedo e ho notato un infinità di post su questo video…
    effettivamente sfora i tempi canonici dell’web ma nel complesso è sufficiente.
    buona la narrazione fino ai 45 secondi, confusa nella parte centrale rimedia nella tre quarti….buono il finale peccato i due improbabili soggetti con la bottiglia che tolgono poesia all’allungo delle profondità del campo. classica ma sempre efficacie la carrellata dei prodotti, centrato il pay off.
    Fotografia piacevole, montaggio sufficiente, narrazione a tratti confusa, la comunicazione discreta
    Sullo stesso stile ma con una marcia in più guardatevi la fotografia e la narrazione dei video di Oppici, videomaker veronese….e fatevi un’ idea

  5. Oscar Zeta Acosta

    Se volete un punto di vista extraeuropeo… il commento è stato (traduzione libera): ‘ma dov’è la gente che gode a bere questi vini’?
    Cercate di capire, fuori dai confini nazionali ‘sta marmaglia di barbari incolti è così spocchiosamente pragmatica!

  6. Pingback: Social Wine, Social Mezzacorona ← Trentino Wine Blog

        1. Carver

          ascolta ripigliati per favore.
          Niente vittimismi non piegarti a nulla, pensa quello che vuoi che vai bene.
          solo i tuoi voti sono ridicoli perché tu chi saresti? la professoressa del cinema?

  7. Pingback: Grazie! ← Trentino Wine Blog

    1. Claudio Claudio

      Beh, Gianni, allora… trovandosi in Svezia… il TR potrebbe anche ritirare a nome del noto film producer, il Nobel per… la pace… la pace dei sensi!

      La Pace dei Sensi! Un commento ad un post di Yahoo la definisce così: «…sensazione “illusoria” e stato d’animo… ricordo i lontani giorni in cui mi dicevo sempre che pace dei sensi…
      sensazione in cui ogni cosa è al suo posto….
      ma come tutte le emozioni e sensazioni, dopo poco si dissolve e fugge come il vento…».
      Carina vero?!

  8. vittorio

    mi sembrate tutti matti! ma andare a fare un giro, godetevi l’aria pulita, leggete un libro, fate volontariato, fate l’amore! piantatela di perdere tempo qui.

  9. rotaliana

    io non sono ne una socia e non ho fatto l’attrice per il video: pero’ me lo sono guardato tre volte e mi sono emozionata. Ho rivisto i miei luoghi e mi sono riconosciuta in questo ritratto. vi basta?

  10. Mariuccia

    questo video chi lo guarda? I soci della cantina,gli attori per un giorno e i loro famigliaari? E poi? pensate davvero che un consumatore finale stia 3 minuti davanti ad un video cosi? Io penso che sia destinato all’interno dell’azienda. e allora va bene così. ma non è fruibile all’esterno.

  11. V.S.

    Dopo aver visto con attenzione questo lavoro mi sorgono dei dubbi riguardo all’intenzione ed alla destinazione di tale produzione, sicuramente non ha le peculiarità di un prodotto web, sia la forma che il contenuto non sono spendibili nella scena 2.0, d’altra parte non è di certo neanche un prodotto televisivo, non vi è la finalità e la durata necessaria, forse può essere inserito in uno scenario fieristico o di eventi, anche se è a conoscenza di tutti che l’attenzione in questi contesti non è delle migliore da parte dell’utente. Partendo da questa riflessione mi chiedo se chi abbia creato questo prodotto non abbia pensato meramente alla copertina rispetto alla “storia”, non aprirò qui l’antica diatriba tra forma e contenuto, ma mi pare che vi sia un solco netto tra di loro (in questo caso). La cura fotografica e di ripresa è assolutamente magistrale ma la narrazione filmica va a creare un “Patchwork” di immagini più che un prodotto promozionale audio visivo,spero che questa non sia presa come una critica ma come una riflessione tenendo sempre presente che bisognerebbe conoscere il retro scena delle volontà del committente e del creativo che spesso vengono ad essere determinanti una a scapito dell’altro.

    1. Slike

      Trovo particolarmente congrue le osservazione di VS. Mi sembra che lui abbia finalmente centrato il punto: si tratta di un video ben girato ma senza struttura narrativa. E non si capisce a quale fruizione sia destinato. Non a quella televisiva, non al web – eppure è sul web -: quindi? Sarebbe interessante avere qui l’opinione autentica dei committenti. Dite che sarebbe possibilie?

    2. Slike

      Trovo particolarmente congrue le osservazione di VS. Mi sembra che lui abbia finalmente centrato il punto: si tratta di un video ben girato ma senza struttura narrativa. E non si capisce a quale fruizione sia destinato. Non a quella televisiva, non al web – eppure è sul web -: quindi? Sarebbe interessante avere qui l’opinione autentica dei committenti. Dite che sarebbe possibilie?

  12. Gioa

    Non so siete piu ridicoli voi che lo ridicolizzati o lui che si fa martirizzare da voi.
    Comunque, torno sul video: bellissimo. Da una svolta alla comunicazione del vino trentino!

      1. Cari amici, siamo in grado di dire ancora qualcosa di buono (o di cattivo) su questo video e sull’idea di territorio che ne deriva? O volete tornare alla rissa e agli insulti? Se è così, se non c’è più niente da dire, chiudiamola qui e andiamo oltre. Altrimenti mi costringete a chiudere i commenti.
        Grazie

  13. Gaia

    hai ragione Carver,facciamo anche noi la nostra buona azione quotidiana e lasciamo al signor usai la possibilità di sfogarsi, in fondo ogni tanto fa anche ridere annche se per lo piu’ fa piangere.

    1. Hannibal

      mi associo alle parole di Gaia: facciamo la nostra buona azione quotidiana e diamo asilo al signor Usai.
      PS: il video è bellissimo e chi lo critica non capisce un cazzo!

          1. Carver

            Volentieri Gianni se mi chiamano posso provarci. Ma devi sapere cogliere la differenza tra poesia e narrativa. Altrimenti ti può venire in aiuto Aristotele e la sua Poetica

  14. Giuliano

    io penso che gli estimatori di questo video si siano concentrati tutti su questo blog. Ho dato uno sguardo a youtube, dove di solito gli utenti sono di bocca buona: lì il video ha totalizzato ben 26,dico 26, visualizzazioni e nessun commento. Su vimeo le visualizzazioni sono altissime ma sono state quasi tutte trascinate da questo blog ma anche li nessun commento e pochissimi like. Allora mi viene da chiedermi: perché su questo blog invece tutti applaudiscono e tutti sembrano rapiti dall’estasi di questo video? Spiegatemelo voi. Non capisco nemmeno perché Cosimo, che di solito è così generoso nei giudizi, questa volta non ha detto nemmeno una parola. Perché?

    1. mario

      cosa vuoi dire giuliano, quando citi queste statistiche? vorresti dire che tutti i nostri commenti sono finti o che siamo pilotati? o che è addirittura il blog a pilotare i commenti positivi? su su, non nasconderti dietro le insinuazioni , di quello che pensi.

    2. Carver

      Caro Giuliano il video mi pare online da una settimana no? ed io su fb ed in giro su web lho visto diverse volte..
      (ho espresso già il mio positivo parere..)
      quindi che pretende?
      3800 play in una settimana non mi pare poco per niente

  15. Roseto

    il video è bellissimo e nessuno può dire il contrario, a meno che non sia in mala fede. Poi se qualcuno davanti ad un video aziendale pensa ad Antonioni o a Fellini vuol dire che non sa nemmeno dove stia di casa il buon senso. Brava Plus Communication e brava Mezzacorona!

      1. The Guardian

        signor Usai, la pianti di fare battute sciocche come queste e provi una volta nella vita, una sola volta, ad esprimere un’opinione compiuta se ne è capace. Lei non ci ha ancora spiegato perché questo video non le piace, si è limitato a tirar fuori link dal cilindro del cappellaio matto.

  16. Fio

    Il video è spettacolare e bellissimo: non capisco perché qui ci sono persone che lo criticano con tutta questa cattiveria. forse perché sono invidiosi o forse perché hanno dei conti in sospeso con la cantina e con i suoi vini. ma cosi facendo dimostrano tutta la loro mala fede.

    1. Silvana

      anche secondo me il video è bellissimo, ben girato, ben montato con una bellissima fotografia. E’ il video sul vino trentino più bello che abbia visto fino ad ora. complimenti al regista e all’azienda che ci ha creduto!

  17. Giulia

    pardon cosimo, ma non capisco dove vuoi andare a parare? Cosa c’entra questa cosa con il post sul video? spiegati meglio, altrimenti si rischia di di non capire niente

    1. Albergatrice

      te lo spiego io giulia cosa c’entra: siccome hanno capito che gli è andata male con il video ora stanno provando a confondere le carte per distogliere l’attenzione dal fatto che questo video è piaciuto a tutti. è la loro solita tecnica.

      1. Erwin

        Sa cara Albergatrice, questo non è una discussione dove alzare all’onnipotenza un video e dove affermare il proprio pensiero a pena del pubblico ludibrio… Questo è (o meglio dovrebbe essere visto che anche lei commenta) un luogo dove tutti possono dire la loro con rispetto delle opinioni altrui… quindi si rilassi… vada a godersi “l’arena” su mamma RAI perché quelli sono i programmi che le calzano a pennello… Buona giornata Albergatrice…

        1. Federica

          Erwin, ti prendi troppo sul serio: questo è un blog non è un’accademia di buona creanza. e nemmeno un’aula di una facoltà universitaria. Farebbe bene a darsi una calmata e magari si mangi una mela e si beva un bel bicchiere di vino. magari un bel Flavio!

          1. Erwin

            Non si preoccupi Federica per la mia salute… mele e vino già degustate nel pranzo… in quanto alla creanza nessuno chiede nulla… Solo un po’ di rispetto delle opinioni altrui… se per aver questo bisogna essere accademici… non so mi dica lei…

      2. Scusi Albergatrice, cioè Lei invece che regalare una mela o – giammai..! -una bottiglia di vino trentino ai suoi clienti.. regalerebbe codesto video..?? E poi i suoi clienti la ripagherebbero con copioni, sceneggiature, castings…? Niente soldi veri, quindi..? Se lo sanno alla BCE di Francoforte la fanno arrestare per intralcio alla libera (?) circolazione economica…!! E’ per caso a Davos oggi..? Magari qualche ministro economico UE vorrà avvantaggiarsi delle sue pillole di saggezza… Si “facci”avanti…!!

  18. C’è chi chiacchiera di territorio (noi) e chi fa (i nostri amici veronesi)
    ” La indicazione geografica tipica «Verona» o «Provincia di Verona» o «Veronese» con la
    specificazione di uno dei seguenti vitigni, o del relativo sinonimo il cui uso in etichetta e’ consentito
    dalla vigente normativa comunitaria e nazionale: Chardonnay, Garganega, Pinot bianco, Pinot
    grigio, Riesling, Sauvignon, Tai (da Tocai friulano), Trebbiano (da Trebbiano toscano e/o
    Trebbiano di Soave), Cabernet franc, Cabernet Sauvignon, Corvina, Merlot, Pinot nero (anche
    vinificato in bianco) Corvinone, Goldtraminer, Gosen, Sennen, Syrah, Oseleta, Carmenere, Rebo,
    Rossignola, Petit Verdot e Teroldego e’ riservata ai vini ottenuti da uve provenienti da vigneti
    composti, nell’ambito aziendale, per almeno l’85% dai corrispondenti vitigni.
    Possono concorrere, da sole o congiuntamente, alla produzione dei mosti e vini sopra indicati, le
    uve dei vitigni idonei alla coltivazione per la provincia di Verona fino ad un massimo del 15%.”

      1. .. che il blog fà bene a sollevare interrogativi.. Lo dicevano sia blogger che stampa/pr e uomini delle aziende, sotto stretto anonimato.. Uno in “gessato” mi ha detto : fate bene.. perchè le aziende non capiscono un cazzo di comunicazione..! Poi però anche lui teme le GAGIV… e quindi è diventato ” sottomarino”..

  19. Curiosa&Sospettosa Curiosa&Sospettosa

    Cosimo non deludermi! Voglio vedere questo post raggiungere i 600 commenti, dai su metti lì una delle tue famose provocazioni e cerca di fare la respirazione bocca a bocca a questo post!

  20. Erwin

    Cara Albergatrice, dalle sue parole, oltre che una certa frustrazione (che può avere le cause più disparate), traspare la sua scarsa, o nulla, propensione ad un civile e costruttivo confronto che sia anche rispettoso delle opinioni altrui…
    E’ poi quanto meno fuori luogo il paragone che lei apporta su questo blog… Infatti il suo “celarsi” dietro ad un nickname, a mio parere, possiede scopi e fini molto, ma molto, diversi da quelli di un Cosimo e di tanti altri… Mentre lei utilizza il suo nick quale “schermo protettivo” dalle bordate offensive che Lei distibuisce a destra ed a manca… altri lo utilizzano solo ed esclusivamente per evitare che il proprio nome possa influenzare e dare per scontate agli utenti opinioni, concetti od anche preconcetti… Ma poi mi scusi, se lo lasci dire… ma lei cosa pretende? Qualsiasi argomento venga trattato su questo blog che dissente in minima parte da un suo pensiero Lei ha subito il cannone pronto ad alzo zero…! E poi cosa pretenderebbe…? Pretenderebbe forse che i colpiti tacciano o le stendano un ampio tappeto di petali di rose…? Sa Albergatrice, qui da noi, in Val di Non esiste un detto che si perde nella notte dei tempi… “pan dat, pinza renduda…” e lei, sicuramente il futuro non mi smentirà, di “pinze” stia certa farà indigestione… perché fin che avrò fiato sarò sempre pronto a controbatterLe… e questa non è una minaccia, stia tranquilla, è solo una sincera promessa…

    Caro\a Zelig, non rispondo al tema del suo commento ma le volevo solo esprimere un mio parere… l’ignoranza è dote rara ma nel contempo diffusa ormai nella nostra società… rara se l’individuo è conscio di esserlo e quindi la sua ignoranza lo spinge ad avere una sete di conoscenza e di crescita personale… diffusa invece se è becera, fine a se stessa, motivo di dimostrazione incondizionata di sapienza ed affermazione… come con le sue parole Lei ha dimostrato…

    Caro Gianluca, ti ringrazio del tuo commento… volevo solo segnalarti l’inesattezza del mio indirizzo perché forse Google fornisce ancora quello vecchio… il mio nuovo indirizzo è:
    Erwin Tomazzolli, Via Fabio Filzi n. 74, 38023 Cles (TN).

    1. Gianluca

      Beh insomma hai capito era per dire che mi piace comunque l’intento di stemperare.
      Dai prendiamoci un po’ meno seriamente.
      Adoro il video Mezzacorona ma non vale la pena di fare delle crociate!

      1. avatar

        gianluca.. per favore: guarda i tuoi avatar, sono tutti uguali. cambi nick e spammi il blog ma gli avatar ti tradisono. sei il tipico fruitore di video come questi….. roba da avatar…finta!

        1. Gianluca

          Stai dicendo una favolata, ma tant’è siamo in un paese libero.
          Chiedi a cosimo se non sei convinto. può guardare gli IP e dirti che sei prevenuto e anche abbastanza ignorante

    1. UltimoValzer

      di questo scempio, dovremmo chiedere all’eminenza grigia di via romagnosi e all’ex assessore di riferimento: qualcuno è capace di chiedere loro conto dei risultati di tutte queste puttanatepanettonate? eppure l’ex assessore ora è stato promosso alla Cultura e la sua Eminenza Grigia Roveretana è ancora li al suo posto .. a confezionare panettoni per tutti! Cosimo svegliati, torna a fare quello che facevi all’inizio: devi toglierlgli la pelle a quei due!

    2. giornalaio

      perchè i giornali non parlano mai di queste cose? perché parlano solo di questi film come marzemino dentro prima, per giustificare il fatto che gli daranno i soldi pubblici, e poi dopo nessuno ne parla piu. e solo un blog come questo ci racconta che questi film non portano a gnente? prima tante pagine sui giornali e poi non si sa piu gnente.

  21. Come Musica stiamo migliorando… meglio un buon country tex-mex allegro che la depression music da sanatorio zurighese.. Anche nel filmato Cavit però si respira aria “conservatrice” ed il territorio – a parte quello urbano-milanese.. – è assente.. Andonio Warhola sarebbe perfetto per il Trentino.. se il Trentino fosse un sobborgo di Manhattan..

  22. Claudio Claudio

    … ed ora, che ormai siamo tutti d’accordo (non proprio tutti, è vero… ma un buon 90% di contrari direi che è fisiologico al giorno d’oggi, no?), che il video necessita di un piccolo rifacimento, rimbocchiamoci le maniche e partiamo dalla musica! Se vogliamo che sia il migliore in assoluto dobbiamo curare ogni minimo dettaglio… che diamine! E allora ecco uno spunto di cosa si intende per colonna sonora! Una melodia fresca, briosa, dinamica e accattivante che ti invoglia ad unirti a passo di danza, al gaio party per far festa e degustare quel ben di Dio che si chiama vino… ballerine e Clarks e via…

    http://www.youtube.com/watch?v=3MUPoLeO6n4

    Dopo aver sentito questa colonna sonora per cortesia tornate a quella del video MC per un confronto… (quest’ultima si apprezza meglio se seduti comodi sul lettino prima di cliccare il via…)

    Disclaimer: Per chi non resistesse alla tentazione di guardare le immagini, si rammenta che ogni riferimento a fatti, cose e persone che vi sembra di riconoscere è puramente casuale…

  23. Tex Willer

    Vorrei segnalare poi un articolo presente su Vita Trentina n.4 del 26 gennaio a pag.36 dal titolo: “NODI DA SCIOGLIERE Agricoltura: le decisioni non solo ai politici” a firma di Sergio Ferrari e Giuseppe Michelon.

    Purtroppo non ho la versione digitale da allegare a questo post.

    L’articolo lo considero molto interessante, e meriterebbe una bella discussione perché affronta temi molto cari a questo blog: giovani, sindacati, Istituto Agrario ed infine una bella bordata a Trentino sviluppo.
    Insomma da leggere e commentare…

  24. Tex Willer

    Ieri vi avevo parlato degli incontri che si svolgeranno a Treviso sulla viticoltura, ricordate?

    http://www.oggitreviso.it/viticoltura-san-pietro-di-feletto-78826

    ebbene, ho parlato con l’assessore di quel comune che organizza gli eventi per sapere se ci sarà la trasmissione in streaming dell’evento ma purtroppo per noi non ci sarà nessuna diretta;
    se c’è qualcuno però interessato ad avere successivamente le dispense di questi interessanti incontri fatevi sentire, mandate un feedback.
    Perché se l’argomento interessa come blog possiamo/dobbiamo organizzarci.
    D’accordo? http://www.youtube.com/watch?v=emjcEGqXeBQ

  25. Barbara

    Questa mattina quando in ufficio mi hanno raccontato che da giorni ci sono decine di persone che accapigliano per questo video, non volevo crederci e mi sono messa ridere.
    Ora devo ricredermi! Ma siete tutti matti? Ma come si fa a non apprezzare questo bellissimo video che propone in forma artistica una delle eccellenze del nostro territorio e della nostra cooperazione? Dico io, come si fa?

      1. Neffa

        e invece a me questo video non piace. lo dico e non ne faccio una tragedia se invece a qualcuno piace: tutti hanno i loro gusti e va bene così, senza tirarsela troppo

          1. Erwin

            Ma come Marta Per… prima si tira il sasso e poi si nasconde la mano…? è inutile prima affermare con assoluta certezza la “bellezza” del video come ha fatto Barbara… avvallarne il pensiero come ha fatto lei e poi chiedersi “perché sempre polemiche?”… Mi pare fin troppo logico che con simili commenti si fomenta la polemica… Ognuno ha il suo pensiero su questo prodotto di marketing ed ognuno ha il diritto, e sottolineo IL DIRITTO, di esprimerlo tenendo sempre presente però il rispetto delle opinion altrui… Tutto questo ciarlare si è veramente scatenato sul nulla perché il nulla molti utenti hanno portato quali argomentazioni e critiche costruttive al loro commento… solo affermazioni assolutistiche di bellezza incondizionata senza nemmeno che il beneficio del dubbio possa balenare nella mente… solo alzare i toni della discussione senza motivo alcuno… Questo assolutismo nell’affermare la supremazia dei propri pareri sbeffeggiando e deridendo altri utenti che magari qualcosa hanno apportato a questa discussione lo trovo fuori luogo oltre che sintomatico oltre che di una carenza di argomentazioni anche di un forte limite d’apertura mentale…

            1. Marta Per

              Mammamia Erwin, non le sembra di esagerare? carenza di argomentazioni, limiti d’apertura mentale.. ma che è?
              il mio era entusiasmo! ho scritto anche benvenuti i suoi gusti.
              sembra di parlare di religione. è un videooooo!

            2. Albergatrice

              Signor Erwin, si dia pace. Secondo me lo ha preso troppo sul serio questo blog. Da quando ha cominciato a commentare, qualche settimana fa, lei ci sta facendo delle gran prediche. Non le sembra di essere un po’ spocchioso? Se non ho capito male lei è noneso: il noneso più logorroico e spocchioso che abbia mai conosciuto. Non so se il suo obiettivo sia quello di entrare a far parte della comitiva dei cosimi, visto che parla come loro e con lo stesso tono saccente, forse si. Io le consiglio di cambiare obiettivi nella vita!

              1. Erwin

                …ma, sa com’è Albergatrice, io scrivo, ed ho sempre scritto, con il mio vero nome… e non ho paura nemmeno di metterci il cognome (ERWIN TOMAZZOLLI)… e di quello che ho scritto ne rispondo ma soprattutto ne sono convinto… lei invece continua ad insinuare, insultare ed offendere nascosta dietro un nickname… nascosta dietro un marchietto che le fa da scudo contro ogni possibile ripercussione di quello che dice… troppo semplice e codardo… potrò anche essere logorroico, spocchioso ed aggiungo io anche noioso… ma le assicuro che con i miei commenti mai mi sono permesso di offendere nessuno…

                1. Albergatrice

                  Il signor Saccente Erwin forse vive fra le nuvole della sua valle di non. Non si è accorto che questo è un blog anonimo. Io uso un nick name perchè questo blog è anonimo. I signori (?) che lo gestiscono usano dei nick name fin dall’inizio, per primo il signor cosimo si maschera dietro un nickname e scrive le cose piu vigliacche che si siano mai scritte sul nostro trentino, e allora dovrei essere io a mettere il nome e cognome? Erwin prova a mettere i piedi per terra e piantala di stare ad ascoltare quel coglione di cosimo piovasco , osi si fa chiamare lui. e allora tu pretenderesti che io mettessi il mio nome? per cosa poi? per farmi fare a fettine da una banda di imbecilli che si fanno i soldi a sputtanare il nostro trentino? Erwin svegliati che è ora!

                  1. Gianluca

                    Erwin Tomazzolli
                    via ….. ……. 80
                    38023Cles

                    Adesso veniamo a prenderti !
                    ti tiriamo una molotov fatta con un Flavio della cantina Rotari. Sei contento?
                    Dai Erwin scherzo. invece bravo hai sempre stemperato e suggerisco a tutti di stemperare, qualcuno si è stato saccente in questo blog e lo ha fatto dando dell’ignorante agli altri e non è bello, ne nel caso vi sia piaciuto il video ne nel caso lo abbiate trovato noioso, demagogico o già visto..
                    Penso che nessuno ha cambiato idea e nessuno ha accolto le critiche degli altri ed è un po quindi una sconfitta per tutti.
                    Tu sei stato un leale, dissenti rispetto ai più che hanno trovato bello questo ritratto di campagna ma lo fai sempre con stile.
                    bravo Erwin.

                2. Isabella di Castiglia

                  albergatrice, sei un mito! hai ragione: sono tre anni che questa gente spara cazzate su di noi e sulle nostre eccellenze, lo devono capire che sono isolati e che sono dei malati. ma i malati come loro ci fanno perdere clienti, perchè a me è capitato di avere dei clienti che mi hanno chiesto se il trentino è proprio quello che viene sputtanato qui sopra su questo blog. è ora di finirla. bisogna farlo chiudere questo blog.

                3. Zelig

                  sei un comico signor erwin: non sai nemmeno che ci sono gli olivi in trentino. ti do un indizio: dalle parti di san michele c’è un olivo secolare che fa bella vista di se all’entrata di una cantina…. fuoco fuochino acqua acqua… prova a cercarlo

  26. Ieri ho chiesto ad un amico produttore cinematografico milanese, cosa pensasse di questo video e del dibattito che ne è scaturito. Ecco la risposta che mi ha inviato poco fa via email
    ——————
    Ciao Cosimo,
    fa piacere vedere tanto accanimento. E fa piacere anche che ci sia un pubblico tanto attento. Il dibattito nobilita il video. Io dividerei tra i critici, alcuni dotati di belle argomentazioni sia pro che contro e i -bevitori di tutto- che però rappresentano il target del video. I critici, in quanto tali, puntualizzano e discutono ma quando comprano sono motivati e selettivi, i -bevitori di tutto- vanno al supermercato (e non in bottiglieria o in biblioteca) allungano la mano sullo scaffale, controllano il prezzo e mettono nel carrello. Però si emozionano prima, anzi sono già emozionati prima ancora di vedere o quasi. E’ difficile immaginare un -bevitore di tutto- entrare nel sito della cantina per vedere il video oppure andare su Vimeo a cercare quel video… a meno che non siano coinvolti in qualche maniera. Quindi molto probabilmente il video parla al target giusto, toccando i tasti giusti ma è esposto nella vetrina sbagliata.

    Il video è girato molto bene, montato così-così però siamo sempre alle solite…: difficile da vedere due volte, ci sono delle belle intuizioni e alcuni scivoloni e qualche pedanteria.
    Vimeo è un video broadcasting di qualità ma non di quantità, le duemilacinquecento visualizzazioni le possiamo considerare fisiologiche visto il territorio e le persone coinvolte. Vediamo tra un mese e vediamo anche cosa vuol dire lanciare un video “estivo” il 15 di gennaio.

    1. Wanda

      ci mancava solo il produttore milanese (?).. adesso a darci lezione e a dirci che siamo bevitori di tutto, come quelli del tavernello. e che quindi non capiamo niente. complimenti, vi commentate proprio da soli.

      1. PaoloC

        @Wanda:
        Stai seria con la faccia ma però ridi con gli occhi, io lo so
        per oggi non mi scappa e stiamo insieme tutto il giorno
        io e te, io e te
        andiamo al ristorante in riva al mare.
        mi han detto che fan bene da mangiare
        il vino bianco è fresco e va glù bene come questo cielo
        grande su di noi

        Oh, Wanda
        mi abbracci forte e poi mi dai un bacio e poi mi dici frasi
        che non mi hanno detto mai
        carezze qui
        carezze là
        tutte per me
        che non ti ho dato mai niente
        piano, se no ci vede la gente
        Wanda, innamorati fin che vuoi
        ma non ci siamo solo noi

        Io sto a guardar la tua felicltà, mi chiedo quanto durerà
        Io so che ogni amore è sempre stato un breve sogno e niente più.
        niente più
        però la vita è un’altra cosa, eh si, esempio abbandonarsi un pò così
        sentirmi il sole in faccia e non vederti,
        ma capir dalla tua mano che sei qui.

        Oh Wanda. mi abbracci forte e poi mi dai

        Intanto io rifletto, chi lo sa, forse la vita è tutta qua
        abbiamo un bel cercare nelle strade e nei cortili,
        cosa c’è, cosa c’è?
        C’è un mondo che si chiude se non ha un pugno di felicità
        io sono sempre triste, ma mi piace di sorprendermi felice
        insieme a te
        Wanda, ti abbraccio e poi ti dò
        un bacio e poi ti dico frasi che non avevo detto mai
        carezze qui carezze là
        tutte da me
        che non ti ho dato mai niente
        Wanda, scandalizziamo l’ ambiente…

  27. Marta Per

    Ciao a tutti.
    forse è più una battaglia tra competitor piuttosto che una disamina sulle qualità del video..
    A me a trasmesso tanto.
    La luce e il susseguirsi delle immagini che come un’onda ti portano da una vita all’altra mi hanno toccato il cuore.
    Brava Mezzacorona!

  28. Edelweiss

    finalmente questo tormentone sta finendo. avete costruito un casino sul niente solo per fare audience al vostro blog. se ne sono accorti tutti che voi di questo blog siete dei buoni a niente. viva mezzocorona e viva il video!

    1. Erwin

      …ma Edelweiss nel senso politico…? Comunque non vedo perché lei debba per forza offendere… se questo spazio digitale è tanto assurdo e fuori luogo e quello che qui si è costruito e discusso lei lo giudica “il niente” basta fare a meno di frequentarlo perdendo il suo prezioso tempo in insulti… semplice, molto semplice…

      1. Gianluca

        Sono d’accordo con Erwin, il video mi sembra bellissimo ma abbiamo perso tutti molto tempo.
        Non ho letto di nessuno che abbia mosso un passo verso le motivazioni degli altri.
        Adios

  29. Silvano P

    Signori io dico la mia, non si tratta di un confronto tra i due video no?
    Possono piacere entrambi ed effettivamente forse piacciono entrambi.
    Ma Into the wine sembra uno slideshow, una serie di foto che prendono vita e diventano video.
    Forse un po poco no?
    il secondo, quello di mezzacorona è un piccolo film.
    Direi molto di piu.
    ciao!

  30. Erwin

    Caro Claudio, io mai mi sono trincerato dentro una giungla per evitare eventuali bordate da fantomatiche armate paesan-popolari… spinte più da un oltranzista e sterile difesa fine a se stessa che dalla reale obbiettività nel giudicare un prodotto… Penso che con le argomentazioni ed i sentimenti che un qualcosa può realmente trasmettere si possa tranquillamente affrontare ogni civile contraddittorio (sempre e comunque nel rispetto altrui). Io, per carattere, di ciò che son convinto lo difendo… lo difendo ma sempre cercando di non farmi coinvolgere da un amore incondizionato, tenendo come spirito conduttore almeno un minimo di obbiettività… Comunque, rispondendo a Giancarlo ed Andreanicola C. penso che loro abbiano ragione… forse Into the Wine è molto semplice, ricalca la realtà senza particolari effetti scenici eclatanti… il video si è plasmato sulla realtà dei piccoli momenti enoici della cantina Armani, senza stupire e senza ricercare momenti scenici particolari… senza dover per forza stupire o suscitare amori incondizionati… il video ricalca semplicemente la realtà dei luoghi cercando di strappare un minimo di emozioni nel consumatore finale… ecco, questa realtà però non la ritrovo nel prodotto di Mezzocorona… Lo trovo ricco di momenti eclatanti ma poco rispettoso dei luoghi e della realtà della vita enologica, molto artificioso e per certi versi irreale (per i motivi che ho esposto nei miei precedenti post).
    Le stesse immagini girate all’interno dell’azienda a me paiono fredde, sterili senza alcun riferimento al passato enologico e storico della cantina… ripeto è un mio parere superficiale da non conoscitore del mondo enologico trentino e quindi vale quello che vale… è solo una mia sensazione vedendo e comparando due video da semplice consumatore…

    1. Andreanicola C.

      Erwin non sono d’accordo con te, ma a questo punto davvero nessun problema.
      Into the wine è veramente un video anti narrativo, non interessa, non ci sono idee. Provare a spingersi verso una narrazione, una astrazione e utilizzare delle simbologie è sicuramente piu rischioso. E’ un atteggiamento piu complesso e come tale puo colpire, meravigliare o non piacere ed è per questo che siamo ancora qui al cinquecentesimo post a commentare.
      Non credo nessuno commenterebbe e dibatterebbe sul video Into the wine.
      Piace, non piace, ma non interessa, non graffia. Non rischia.
      Forse come dici ha un occhio piu realistico. Ma la comunicazione chi dice debba essere realistica?
      Se stessimo parlando di un documentario invece le darei ragione

      1. Erwin

        Beh… però Andreanicola C. se dovesse passare il messaggio che “vale tutto pur di arrivare al fine” non è che sia proprio un gran che… anche perché la chiesetta con all’esterno gli olivi inquadrata nel video di Mezzocorona mi sto ancora chiedendo dove la si possa visitare… E quindi il decantare soggetti, paesaggi e rievocazioni poco coerenti con la zona di produzioni con lo reputo un gran che… pe quello che penso io…

          1. Erwin

            Grazie Gianluca… adesso i miei dubbi sono stati dissipati… vedi, è così semplice rispondere con educazione come hai risposto tu di quello che semplicemente si è a conoscenza… Grazie ancora Gianluca.

        1. Andreanicola C.

          Erwin non ho detto questo.
          Rispetto le tue idee, ma rileggendo non credo di essermi espresso male. Intenzioni narrative, astrazioni e simbologie mi coinvolgono mi colpiscono. Il realismo è occhio altrettanto interessante, in questo caso penso più scontato ed ovvio.
          Un abbraccio

      2. Nicola il Buono

        Subito per sgomberare il campo dagli equivoci: a suo tempo fui uno dei critici piu accesi del video di Armani (blog.albinoarmani.com). Detto questo, tuttavia, quello che lei, signor andreanicola, attribuisce al lavoro di Oppici io lo attribuisco al lavoro di Mezzacorona e viceversa. Nel video di Mezza, non c’è struttura narrativa, mancano simbologie complesse: è una sequenza di cliche sulla vita di campagna. e finita li. Nel lavoro di Oppici, semmai di simbologie, magari ripetitive, ce ne sono fin troppe. e fin troppa è la complessità. Come vede, ciascuno vede il mondo a modo suo. Purchè nessuno pretenda di avere ragione a priori.

        1. Marta Per

          Io sono d’accordo con Andreanicola C. ma va bene che ognuno abbia la propria idea.
          Il video di Oppici dal mio punto di vista è come uno slideshow di belle immagini, tutte vintage, tutte già viste. Dopo un po sono crollata 🙂

        2. Mattew

          Oppici ha una impronta inconfondibile per banalità . Poca profondità di campo . Movimenti lenti .
          Fa venire voglia a tutti i fotografi di passare al video. Vedendo le sue cose penso di potercela fare pure io

  31. Il video è stucchevole..!! Papa, pizza, Sophia Loren, mandolino..? Vogliamo ancora questo..??? No……… Vogliamo tuttooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo……

  32. Claudio Claudio

    Caro Erwin, la guerra è finita ed è persa. Questi sono i fatti. Siccome mi sei simpatico, spero davvero che tu non voglia fare come gli zan-ryū Nippon hei, sai, quei soldati giapponesi che rimangono da soli a resistere nella giungla per altri vent’anni… Perfino in ns cuore più coraggioso, il ns Tex, ha capito che non si poteva andare oltre nell’affrontare le tribù avversarie. Anche lui, dopo aver gettato nell’arena il video di Ravina, alla prima scarica di sibilanti ogive ha subito dovuto ripararsi nel corral con tre salti all’indietro… Ora lasciamo zio Cosimo a trattare la resa…. e che sia con tutti gli onori delle armi… ed un congruo indennizzo con una bella rappacificante ganzega abbondantemente innaffiata da Nos e Flavio…

  33. Erwin

    Non voglio fomentare i popoli e nemmeno creare polemiche ma è da un po’ che avevo in mente un metro di paragone con il prodotto di Mezzocorona… Tempo fa, per caso, navigando nella larga piattaforma digitale che è internet, mi è capitato di guardare ed assaporare la genuinità di un video enoico… quello della cantina di Albino Armani. Questo video, a mio parere, ricalca e raccoglie tutte le caratteristiche che un video marketing dovrebbe possedere e trasmettere all’utente finale… promuove il prodotto in maniera genuina e vera, coglie le peculiarità del territorio di produzione, ti fa assaporare le vecchie tradizioni ma soprattutto vi è una stretta aderenza tra la location di ripresa e le reali zone di produzione viste che queste sono molteplici… quindi promuove anche il Trentino e le regioni dove Armani produce… Non sono un intenditore del settore, come più volte ho già sottolineato, e quindi non posso dare un giudizio sulla popolarità del regista o meno… ma a pelle questo video mi ha trasmesso delle emozioni, delle sensazioni che altri non mi hanno dato. Anche altri video della stessa cantina ho avuto l’occasione di visionare in particolar modo quello della ganzega (o pranzo di fine vendemmia) dove della gente vera in un contesto vero riesce a trasmettere la genuinità di una tradizione che si perde nella notte dei tempi.. una tradizione semplice ma viva e legata ad una viticoltura radicata sul territorio… Questo prodotto di marketing, a mio parere, ha perfettamente centrato l’obbiettivo…

    1. Gianluca

      Tesi personale e rispettabile, ne abbiamo già parlato caro Erwin, definendo in tanti Tautologico questo tipo di approccio alla narrazione e anche parecchio noioso.
      I video dell’Oppici sono sempre identici tra loro, autocelebrativi per la cura dell’inquadratura, ogni scena si ripete con lo stesso medesimo approccio, mai una intuizione..
      Detto questo penso anche io che Into the wine non sia brutto ed i gusti sono sempre gusti.
      Buonagiornata

    2. Andreanicola C.

      Non mi piace into the wine, o almeno non in assoluto. è fatto con grazia ed amore si vede.
      Probabilmente ha seguito le esigenze della cantina Armani ed a loro piace molto, ma a un osservatore esterno cosa arriva? Non c’è una idea che sia una. Ripetitivo. Nessuna drammaturgia.
      Anche quello di Mezzacorona ha dei limiti ma è decisamente su un piano molto diverso, molto piu interessante.

    3. Luciana Fiorial

      Mi perdoni signor Erwin, ma il video che lei ha postato, almeno questa è la mia opinione, può essere considerato tutto, magari anche un capolavoro, tranne che un video aziendale. Mentre il video del post è esplicitamente un video aziendale. Quello del cineasta veronese, infatti, è un lavoro autocelebrativo dell’autore, come è nel suo stile. In primo piano c’è la personalità del regista, non l’azienda: mi riferisco alla reiterazione sui dettagli vintage o finto vintage, l’accentuazione dell’attenzione sui motori e sulle motociclette, lo sguardo sui pavimenti,le inquadrature degli elementi firmati, questi elementi si ripetono in tutti i suoi video che sono di una straripante personalità. La personalità dell’autore non dell’azienda che racconta. L’azienda che racconta è quasi sempre un alibi per raccontare se stesso. Poi, ripeto, può piacere tantissimo e magari essere un capolavoro cinematografico, ma è difficile considerarlo un video aziendale. Grazie!

    4. Osvaldo Marconi

      li ho guardati tutti e tre i video di Casa Armani: l’unico che mi è piaciuto è quello della festa di fine vendemmmia. gli altri due, perdonatemi, si perdono dentro un universo confuso di simbolismi velleitari dominati da un’estetica decadente. Non mi sono piaciuti.

  34. Tex Willer

    Mentre noi siamo qui presi dal referendum video bello – video inutile nel vicino travisano i tecnici assieme agli agricoltori affilano le armi per affrontare al meglio il 2014 che sta piano piano avanzando, con quattro giornate di studio dedicate alla viticoltura.

    Ecco qui il dettaglio:

    http://www.oggitreviso.it/viticoltura-san-pietro-di-feletto-78826

    E noi trentini cosa facciamo?
    Giriamo i pollici in attesa di cosa?
    Cosa aspettiamo?

    Altro aspetto che mi incuriosisce è che tra gli argomenti si parlerà di utilizzo di Sistemi Informativi Geografici (GIS) e di dati liberi (open-source) nella caratterizzazione e definizione delle potenzialità viti-vinicole del territorio.
    L’obiettivo si dice nell’articolo è capire come queste tecnologie possano essere implementate in aree molto particolari per le loro caratteristiche, e a parlarne sarà il “nostro” Roberto Zorer, ricercatore della Fondazione E. Mach di San Michele all’Adige.
    Ma qualcuno di questo ne parla in Trentino e con noi agricoltori?
    E se sì, dove?
    Quando?
    Grazie

  35. Erik

    Uno spot pubblicitario non e’ un film di Tarkowskij, va giudicato per quello che e’…deve vendere un prodotto a tutti, incuriosire, stuzzicare, provocare. E’ un messaggio di massa che deve esprimere molto con un linguaggio semplice, comprensibile a tutti: portieri d’albergo come critici cinematografici.
    Lo spot e’ concepito in modo verticale, per quello le “menti fini” ci trovano “Il Profumo del Mosto Selvatico, “Il Signore degli Anelli” e “San Crispino”. Qui sta la bravura di lo ha realizzato, usando i luoghi comuni, i cliche’ e tutta una serie di strumenti visivi che nella loro banalita’ tutti riconosciamo e piu’ o meno inconsciamente ci aspettiamo. La professionalita’ e la bellezza di questo spot e’ nella qualita’ dei cliche’, nel ritmo del montaggio, nelle carrellate e nella luce….se poi aiutera’ a vendere tanto meglio.

    1. Gianluca

      Lei è il Bignami del forum, link a godfrey reggio, Wenders, Buñuel..
      quando arriverà ad Antonioni, Polansky? e Richard Long, Christo e il geniale Tony Oursler? mi sembravano facili collegamenti per riflettere sulla magia della terra alla quale apparteniamo..
      su 500 commenti almeno una cosa sua Usai la poteva dire non le sembra? Sbadiglio e saluto

  36. sara

    Location, colori, luci e musica al top!
    Questo video mi ha “catturato”, siete riusciti a trasmettere in pochi minuti un grande emozione, ti senti avvolta nella natura soprattutto con riprese dall’alto.
    Mi permetto di dire che forse la lunghezza può essere per la stragrande maggioranza delle persone eccessiva, basti pensare che gli spot promozionali durano molto spesso forse 1 minuto. Personalmente invece i quasi 4 minuti sono volati, alla fine vi scrivo dalla Toscana dove vino e natura mi circondano e posso dirvi che semplicemente avete al meglio rappresentato terra, vino e tradizioni…Se posso fare un commento negativo lo darei alla ripresa dei volti, alla fine già vista e forse un pò “copiata”.
    Brindo allora con un calice di Nos a tutta la troupe che ha realizzato questo video, con i miei più sentiti complimenti e a tutti coloro che per invidia e gelosia hanno fatto dei commenti alquanto spiacevoli!

  37. Tex Willer

    Scusate se torno al giurassico… era la primavera del 2011 e Cavit proponeva in USA questo video molto espressivo.

    Ai tempi a me piaceva tanto, ora ha perso un po’ di smalto però rimane ancora efficace. Se vogliamo confrontare…
    Buona visione!

    t=11

    1. Ermanno

      Beh io bevo volentieri Altemasi ma questo video è di un pacchiano incredibile dai..
      Non si possono confrontare. questo è statico, modelli e modelle truccati, luce da still life.
      OBROBRIOSO

      1. Rudy

        e ‘nveze i vosi contadini co la camisa bianca e el gile, le tovaie de piz, e le pope a descolze, quel no l’è belet, e stillife… ma va la va la..dai per piazer…

          1. Rudy

            si.. e ermano se scrive MONA …
            Non so se te ne sei accorto, ma avevo critto in dialetto e in dialetto il gilet…si scrive gilè … ma la tua attitudine alla polemica di acceca forse…

    2. Marco

      Scusa ma dici davvero Tex? i gusti sono personali e non si discutono ma questo di cavit è un prodotto pubblicitario veramente mal riuscito. Proprio brutto brutto.
      Se il livello della discussione è questo diventa difficile argomentare, ma veramente ti piace?

    3. Comasina

      ah proprio…di successo il video cavit: in tre anni è stato visualizzato 361 volte (statistiche di vimeo) …proprio un successone…ahahahahahaahahahahaha

        1. rodolfo

          ma di cosa ti lamenti? l’ottanta per cento dei commenti sono a favore del vido, piu chiaro di cosi. se poi a qualcuno non è piaciuto, pazienza si vede che ha altri gusti. ma non mi sembra il caso di infierire o di insultarli. i vostri toni proprio non mi piacciono. ciao e grazie.

  38. Claudio Claudio

    Dopo un lunghissimo weekend du super-lavoro alle tastiere che per certi versi è stata come Woodstock (per molti) e Waterloo (per altri), allora come oggi, giorni e giorni flagellati da pioggia battente, pantano, birre alcol, fumo, spintoni… calpestamenti e fango ai vicini di spalla… appena gli elementi si sono fatti più clementi… ecco lassù in cielo una schiarita finalmente che fa stagliare nitida una figura, dai tratti reali, sul palcoscenico. La regina incoronata dal pubblico in delirio, netta vincitrice del trofeo la “cantina più amata dai trentini” è lei e soltanto lei; sì… è proprio lei… Mezzacorona! Il pubblico in massa si è mobilitato ed ha eletto la sua preferita! L’ha difesa ad oltranza, le ha fatto scudo col proprio corpo dai potenti attacchi degli esperti, si è stretto con calore attorno a lei e gli ha tributato tutti gli onori che si tributano alle regine! La eletta a rappresentare le anime e cuori del Trentino enoico nel mondo è indiscutibilmente lei… Mezzacorona. Mai altra cantina nostrana aveva mosso e commosso cotanti cuori e suscitato così tante emozioni. Onore al merito! D’altro canto, se vogliamo aggiungere una nota, con la regina di Ravina ormai permanentemente in grigio gessato, gentilmente offerto da piazza Dante e la regina di Lavis ormai quasi in pigiama numerato a righe gentilmente offerto da via Segantini, la regina di Mezzacorona ascende incontrastata la sua torre a spirale per giungere folgorante al trono. Il cuore del nostro popolo! E dopo questo, guai agli intellettuali, agli esperti, ai solini, ai professoroni ed ai pistoloni che d’ora in avanti non ne volessero tener conto…

      1. Mattew

        Potenti attacchi degli esperti? Noi villici pagati dalla cantina, genuflessi alla sua luce siamo disposti a tutto per salvarla dai potenti attacchi degli esperti !!ahahagagaha ahahaha ahaga muoio !

          1. forevermcr

            c’è poco da ironizzzare, sono tre giorni che voi sapientoni state qui a prenderci per il culo, come se fossimo noi de trogloditi che non capiscono niente. vi dico solo che l’agenzia che ha prodotto questo video è leader in regione e che vince premi su premi nella sua categoria. forse siete voi che non capite una mazza.

    1. Carla80

      Beh ritorniamo allo sproloquio prevenuto.
      Insomma quelli a cui piace sono dei poveracci manovrati, dei burattini.
      Quelli che l’hanno attaccato sono gli esperti.
      Complimenti Claudio. Mi fa una tristezza … Penso Maria Sole abbia ragione forse è lei ad avere degli interessi.

    2. Gianluca

      A parte la prima parte del tuo messaggio della quale non interessa nulla a nessuno: Sei andato a pogare? Hai fumato? Bevuto? Bravo! Sono felice potevi portarti Usai così usciva di casa. La cosa ridicola è che ti senti figo. Hai solo ripetuto come un pappagallo quello che ci dicono da giorni: siamo cloni servili al potere. Lo avevo già detto io genietto! Siamo senza cervello ma siamo in tanti, voi invece siete in pochi ma colti ed esperti (e liberi?) ahahahaahahhahaa

  39. Andreanicola C.

    il vento soffia sulla bellezza di una fotografia e una trama che scolpiscono storie di vite e di terra. Personalmente ho apprezzato la poesia che accompagna l’insieme di questo video di vera qualita…

  40. Loris

    Non riesco a capire il perchè si vada sempre a finire su aspetti “politici” invece di commentare in positivo o negativo il video.
    Senza parlare di quelli che citano registi famosi, perchè fare un paragone con film quando questo è un video di tipo promozionale, mi fa pensare che si voglia solo buttare parole al vento forse mossi da un po’ di invidia. In ogni caso da totale ignorante in materia di video marketing e vino guardando questo filmato mi vengono in mente tre parole: Atmosfera – Profumo – Territorio. Complimenti a chi lo ha realizzato , credo che lo scopo ossia quello di far conosce il prodotto Mezzacorona sia stato raggiunto con un tocco di classe.
    Mi sento di dire un’altra cosa: è ovvio che nel video si cerca di far vedere solo le cose belle….non sarebbe un video promozionale altrimenti.

    1. Carla80

      Ma non credo ci voglia tanto a rimanere in argomento ..
      Sono rimasta molto delusa da chi ha voluto dare sfoggio di se .. Chi si sente rivoluzionario e non allineato perché il video è un video promozionale di una grossa azienda (che non amo particolarmente).
      La qualità del video è innegabile come la sua originalità . Il fatto di concedersi una idealizzazione della vita nei campi mi sembra una scelta ed una scelta condivisibile . Io ho fatto si esso vendemmia e non è così e ho visto un amaca ma non mille ma che c’entra questo ? Si tratta forse di un documentario . Faccio i complimenti . Raramente sul tema vino ho visto questa personalità visiva !

  41. Silvia

    Io ho apprezzato molto questo video. Le scelte stilistiche sono personali, in alcune inquadrature vedo l’astrazione e non sento nostalgia di capire dove siamo. Ci sono dei momenti più riusciti ed altri meno quello si.
    L’uso dei colori mi ha sorpreso, guardo i video che ritraggono il mondo del vino, ma non hanno questa tavolozza.
    Sento il riferimento a degli artisti, Mark Rothko su tutti

  42. Erwin

    Non capisco davvero perché bisogna affermare con “assoluta certezza” la bellezza di questo video… senza se e senza ma… così, tanto per affermare una supremazia di campanile fine a se stessa… senza portare la ben che minima argomentazione o critica che sia costruttiva… Infatti, almeno io, non metto in dubbio la bellezza del video in se… ma se sempre io titolare d’azienda dovessi commissionare un video commerciale che promuova il mio prodotto gastronomico tipico con una radicata territorialità lo penserei sicuramente diverso, più locale, più rispettoso delle origini e delle tradizioni… Premetto che non sono un intenditore del settore cinematografico e quindi da semplice utente e “consumatore” finale di questo spot posso esclusivamente buttare li il mio pensiero… In questo cortometraggio ho visto tanti “temi” che presi singolarmente sono sicuramente interessanti… molte belle inquadrature, molte belle persone… ma visto tutto nell’insieme non trovo un filo conduttore… vedo tanti bei spunti però slegati… in un certo senso finti e forse artificiosi… Mi spiego meglio. Vista la durata del filmato che permette un ampio sviluppo del tema (o dei temi) scelto dal regista, se dovessi pensare ad uno spot che promuova un prodotto gastronomico così territoriale terrei presenti quattro temi… Terra, Territorio, Tradizioni e soprattutto Trentino… All’interno del filmato la Terra ed il Territorio penso possano essere rappresentati dalle inquadrature degli appezzamenti della coltura protagonista (logicamente). Molte di queste inquadrature però non possiedono una propria “identità” in quanto prive di orizzonte… non hanno una elemento di riconoscibilità… non catturano uno sfondo, un simbolo che le ponga proprio li, li nella piana rotaliana… sono appezzamenti di vigne; punto; uguali in Trentino come in Veneto come in Piemonte. Ho avuto la fortuna di visitare la mostra fotografica attualmente in corso a Palazzo Roccabruna; A nord di Trento, a sud di Bolzano, la vite e il paesaggio. Ecco, in quella mostra ho ritrovato molte immagini simboliche dove il fotografo, con un semplice scatto e quindi con un istante e non con quasi quattro minuti, è riuscito a catturare tutte le caratteristiche… La semplice immagine di una antica pergola trentina, situata sulla collina di Faedo e sorretta da vecchi pali contorti in legno anneriti ed ormai consumati dal tempo, immortalata con un ampio orizzonte che raccoglie nel contempo la rotaliana e lo sfondo montagnoso sopra Mezzocorona che fa da cuneo divisorio tra Val di Non e Val d’Adige a mio parere a centrato l’obiettivo…
    All’interno del cortometraggio ho colto poi due scene alle quali non riesco a dare una giusta collocazione oltre che un senso… La prima è sicuramente l’anziano che, spingendo due damigiane e quattro bottiglie su di un vecchio carro in legno a ruota alta, attraversa quello che è l’andito di un maso. Questa scena è innegabile che non abbia un senso… non ha una collocazione nelle tradizioni o nel territorio… anche se il regista sembra enfatizzarla oltre modo… e questa scena nulla rappresenta e nulla evoca… è semplicemente un richiamo al tempo passato simboleggiato da un vecchio carro ma senza alcuna collocazione logica…
    La seconda scena che veramente mi sembra slegata dal filo narrativo del video è la merenda (o pranzo o ganzega) fatta da tre commensali sempre su di un vecchio carro a ruota alta arricchito da una tovaglia bianca… anche di questa scena non ne capisco veramente il senso… ho visto ancora video di ganzeghe, uno su tutti quello di Albino Armani, ma questi rappresentano una scena vera… una tradizione che si perde nei tempi tipica di una vecchia enologia che mantiene strette al territorio le sue tradizioni…
    Questo il mio giudizio che, come ripeto, non mette in discussione la bellezza del video ma semplicemente si pone delle domande su ciò che potrebbe, e dovrebbe, trasmettere al consumatore…
    p.s.: volutamente non ho dato giudizi sulla scena dell’amaca… in quanto mi sembra si commenti da sola…

        1. Canarino Titty Canarino Titty

          si Erwin questo commento dice le cose reali,non ci conosciamo ma in comune abbiamo amico e conoscente Cosimo…… un contadino una persona come me desidera dare l’immagine di se ,la realta’,il territorio ,la vendemmia frenetica, la sua passione che forse non tutti hanno la fortuna di conoscere.quella che la mattina ti dice che bel nar en campagna per ti e non conti le ore ,e grazie ai sacrifici dei padri…..un albero altissimo non sta in piedi senza radici…io amo pure Mezzocorona perche’ vende nel mondo il nostro prodotto e sono felice se va bene……ti stringo la mano….

            1. wineandlove

              Sono daccordo con te Canarino. Bisognerebbe parlare con chi lo ha commissionato. Facciamo un gran parlare di poesia, realismo, bellezza.
              Ma credo che rispetto alle esigenze del cliente questo sia un piccolo capolavoro

  43. La Dama di Froso

    A me è piaciuto. E non credo che la lunghezza sia un problema, in fondo sono solo pochi minuti, cosa sono pochi minuti di attenzione? Se dovesse andare su un sito di instant news sarei d’accordo, ma mi pare di più un prodotto da pagine culturalei. E le pagine culturali, si sa, la gente le legge con la tazza di caffè in mano, magari seduta al tavolino del bar, anziché di corsa in piedi in macchina in treno in metropolitana. Che poi uno legga la carta o guardi il tablet, poca differenza c’è.
    “Mi è piaciuto” è forse un commento un po’ scarno, anyway. Le inquadrature sono tutte molto belle — e si vede che sono state lavorate e e studiate, e va bene così perché uno mica si deve vergognare di fare un prodotto sofisticato… — e sono molto precise. Le proporzioni delle immagine sono armoniose, non ci sono fastidiose simmetrie e la musica è dolce e non invadente. La “bellezza” emerge forte e chiara. Che sia vino, campagna, natura, architettura, umana storia, è giusto enfatizzarla e darle risalto.
    Un solo dubbio mi resta: in contrasto con la musica morbida e tranquilla noto, soprattutto nella prima parte del video, un avvicendarsi delle inquadrature molto rapido, come se ci fosse fretta di far vedere un sacco di cose anziché dare il tempo di soffermarsi sui dettagli. Ne risulta un ritmo talvolta faticoso da seguire. Si tratta di una scelta stilistica?

  44. Ermanno

    HHHAHHA SI GIANLUCA a me hanno fatto un versamento via inbanking, è molo semplice lei dice che il video è bello (COME E’, PERCHE’ QUESTO VIDEO E’ BELLO!!!!) e mezzacorona le fa l’accredito…

  45. forevermcr

    bravissimo luciano, condivido”! qui tante chiacchere ma poi fatti niente, sono solo capaci di criticare. ora stiamo a vedere cosa sono capaci di tirare fuori

  46. Marta M

    dico anche io la mia su questo post tanto discusso: a me questo video non è piaciuto. Mi sembra solo una pubblicità televisiva ben fatta, con il limite di un tempo interminabile. cosa che nessun consumatore normale, che non sia fidelizzato gia al produttore, sarà disposto a spendere. questa la mia opinione.

  47. Annamaria

    Ho la sensazione che il Cosimo ci veda giusto quando dice: qui per un’inezia 400 commenti e per la vicenda gily, quasi niente. Non sono un’esperta di blog, ma la cosa appare un pochino sospetta.

  48. Scusate per il disagio, ma per rendere più facilmente caricabile la pagina, che ormai era diventata ingestibile, abbiamo dovuto introdurre provvisoriamente un sistema piu’ leggero di gestione dei commenti, suddividendoli in pagine. L’ultima pagina sarà quella che vi compare per prima.
    Grazie e scusate ancora il disagio.
    cpr

  49. Claudio Claudio

    A Cosimo per una pronta guarigione… una banale provocazione da un mirabile link postato dall’amico Gianni MU…

    Amici romani, Cosimo ci dice…il video ha sacrificato Il Territorio! … e Cosimo, sappiamo, è uomo rispettabile. Amici romani, che cos’è il Territorio se non un insieme di forme senza vita nate dal caos della Creazione? Ammetto, cari amici romani, che in qualche luogo questo insieme di forme acquista più armonia e bellezza che in altro luoghi, ma… sempre forme senza vita rimangono. Che cosa ci dà veramente il Territorio senza il lavoro, la scoperta, la lavorazione, la modellatura, il plasmare degli elementi della natura dalle mani e dall’ingegno dell’uomo? Poco… molto poco… Amici romani… ora ditemi vi prego… ci offre la natura il sublime già confezionato? No, io vi dico! Cosimo è uomo rispettabile e condanna la visione aziendalistica e commerciale del video. Il Territorio non c’è dice. Ed io offenderei piuttosto il Territorio e me stesso piutoosto che offendere un uomo rispettabile. Non vi direi mai, cari amici romani, che Cosimo vi inganna con il mito del Territorio, altrimenti vi infiammereste! … ma ora ditemi… in tutta sincerità, con la mano sul cuore e sul vostro onore: amate voi la mozzarella di bufala solo perchè proviene da Caserta? Ed il tartufo lo scegliete solo perché proviene da Alba? Ed il caviale lo ricercate solo perché proviene dal Mar Caspio? E lo Champagne lo comprate solo perché proviene dal Reims o Epernay? Ed il caffè lo bevete solo perché proviene dal Brasile e dalla Colombia? Ed il thè lo comprate solo perché proviene dall’India? No, amici romani, tutti questi prodotti li compriamo prima di tutto per la loro squisita eccellenza e per le loro indiscutibili qualità straordinarie, e non perché provengono da un luogo specifico. E Marco Polo nel suo lunghissimo ed interminabile viaggio non ha forse raccontato più le meraviglie dei prodotti, delle fantastiche creazioni dell’uomo che non le meraviglie dei Territori raccontati solo come normale sequenza? Non è forse l’immagine che Cosimo ci vorrebbe proporre del Territorio un ritorno ecclesiale ad una medievale pittura del paradiso terrestre a misura, immagine e somiglianza del contadino del luogo? Amici romani… a fare il Territorio… non dovrebbe forse essere un grande numero di prodotti di squisita fattura ed eccellenza e di mirabili produttori e non il contrario?

    1. Gianluca

      Complimenti Claudio questo è un post interessante da leggere. Senza link di sorta dove si cerca di compensare la propria pochezza di idee o senza riferimenti ad amache e a bunuel. Bravo!

  50. Gianluca

    Allucinante. Per voi chi pensa solo che questo sia un bel video è pilotato dal sistema, dalla casta. Dal grande fratello? In verità pensiamo solo che ci sia del talento e che nulla del video abbia a che vedere con le vostre tesi di cospirazione e di controllo. Per carità. Ritornate coi piedi per terra, bello, brutto, perché, per come queste sono le cose che dovrebbero interessarci. E oramai manco più tanto…

  51. Curiosa&Sospettosa Curiosa&Sospettosa

    Amore, intervieni tu con una delle tue provocazioni epocali… altrimenti questo thread rischia di morire miseramente prima di raggiungere quota 400! Mi raccomando Cosimo, datti da fare!

    1. Gianluca

      Si Cosimo ci aiuti lei, ci faccia capire se noi che apprezziamo questo video siamo delle orde di cloni plagiati dall’Impero Mezzacorona… Ta ta ta ta ta ta ta ta ta (passate al lato oscuro del vino anche voi ….) ahhahahaahahah

      1. Gentile Gianluca: il sospetto che possa esserci stata un’azione virale deriva dal fatto che su questo blog, che mediamente accumula cicra 15 commenti per ogni post, con punte di 40 – 50, raramente si è vista una partecipazione cosi repentina, immediata e massiccia e da parte di nick name che qui non si sono mai visti. Il sospetto, mi creda, può anche essere legittimo. Per esempio il post di oggi, che pure affronta una questione estremamente seria, ha ricevuto sei commenti. Dopo di che, le dico anche che una rapida analisi degli ip – a parte qualche furbo, ma pochi, che usa piu nick partendo dalla medesima connessione- sembra smentire questa ipotesi. Quindi va bene così: ciascuno creda quello che vuole. E io prendo volentieri atto, e mi creda davvero volentieri, che questo video firmato da un amico personale e prodotto per un’azienda con cui non ho il benché minimo rapporto, sia piaciuto alla maggioranza dei frequentatori del blog. Poi io ho la mia opinione. Ma questa è un’altra storia.

        1. Gianluca

          IO le credo, non bisogna esser dei geni per dire che ci sono cantine più interessanti di mezzacorona, ma la sua opinione rimane che la gente che difende un lavoro così ben fatto che desta questa antipatia da parte di alcuni (questo si mi insospettisce, ci siano degli interessi in ballo di queste persone?) sia controllata o manovrata. Questo mi spiace e non la fa apparire molto serio ai miei occhi. Detto con rispetto .

          1. Curiosa&Sospettosa Curiosa&Sospettosa

            allora lei è un po’ duro di comprendonio signor Gianluca: Cosimo le ha appena spiegate le ragioni del sospetto, che mi creda sono di molti. e le ha anche spiegato che però l’analisi dei suoi dati smentisce la pratica virale. quindi le ha dato ragione. cosa vuole di piu’….

        2. Tex Willer

          Si saranno divertiti “loro” ma nello spulciare i commenti c’è anche qualcun altro che si è divertito a “suonarle” a loro.
          Non so voi, ma io, ri-leggendo attentamente i post, ho notato che a un certo punto c’è chi si è sfogato e approfittando dell’anonimato offerto dal blog ha lanciato anche messaggi chiari alla mega-coop, al quale è seguito un bel: “ma come si permette”.
          Evidentemente il messaggio è arrivato ed è stato compreso…

  52. Vergogna

    E da qui si capisce il tasso di democrazia e di finta trasparenza di questo blog: attribuire la qualifica di spammatori ai commentatori solo perché esprimono opinioni diverse rispetto a quelle dei tenutari del blog. Vergognatevi!

    1. Caro vergogna: eccoti sbloccato. Eri finito nella coda di moderazione del filtro antispam, per il semplice motivo che avevi lasciato commenti con altri nick name, usando pero lo stesso IP. Banale tecnica da spammer casalinghi. Ecco spiegata la ragione per la quale sei stato bloccato per qualche minuto. Porta pazienza..dai…

  53. Ranocchio

    E’ la prima volta che vedo un tale effluvio di commenti, più o meno intelligenti, a commento di un video aziendale. Devo dire che il sospetto che stiate facendo viral marketing è tutt’altro che inverosimile. Peccato perché pensavo che questo blog si astenesse da operazioni commmerciali e dalla contiguità con gli interessi aziendali. Farò fatica in futuro a fidarmi ancora del vostro blog. Mi dispiace.

    1. Canarino Titty Canarino Titty

      Caro Cosimo leggo con interesse e lo sai i tuoi post, poi si discute e magari concordo o non si e’ d’accordo.Ma metti un po di pubblicita’,metti una po di pubblicita’ che ti salti fuori qualche boccia di TRENTO.Si OTTIMO TRENTO.

    2. Caro Ranocchio, solo per rassicurarti: se su questo blog sono avvenute operazione di viral marketing – cosa che sospetto anche io -, cio’ è avvenuto senza il nostro consenso, implicito o esplicito. Probabilmente avremmo dovuto chiudere i commenti già sabato sera, alle prime avvisaglie. Ma non lo abbiamo fatto, perché non si pensava che le cose potessero prendere questa piega e soprattutto perché pensavamo che fra tanti commenti magari qualcosa di buono e di utile potesse uscire.

      1. Gianluca

        Ma sa cos’é il viral marketing? Che viral marketing? Questo video non è costruito per essere virale, è lungo e si capisce la natura commerciale. É un bellissimo video aziendale che avete commentato come se fosse costruito per costruire chissà quale inganno da 4 giorni? Che senso ha? È uno spot della cantina, non un film d’arte, non uno d’autore ma lo capite? Tantomeno è un video virale.

  54. Gigi K

    Ma come mai tutta questa acredine verso un video così ben riuscito e ben confezionato, che forse ha solo bisogno di essere editato e accorciato per essere piu fruibile?
    Cosa intentede dire per video di regime? parlate chiaro..

    1. Qualcuno

      c’è qualcuno che ama l’unanimismo in Trentino. E non ama le opinioni dissenzianti. E questo al di la, al di sopra e anche al di sotto di questo video che non toglie e non aggiunge nulla al trentino

  55. Roberta Lavis

    Ermanno, invece di distribuire insulti a destra e manca, prova a tirar fuori qualche argomentazione e qualche argomento. saresti più credibile. cosi sembri solo uno spammer.

    1. Ermanno

      Io? Roberta io ho già commentato, trovo il video bellissimo e capace di rappresentare l’anima di chi ama la lavorazione del vino. Magari hai ragione, chiedo scusa ma ho trovato fastidiosi i commenti precedenti (quelli si spam) che hanno descritto questo video come un progetto i regime.. e poi una battuta a Fuffa (che ha espresso un gusto del tutto legittimo) solo per il nome scelto..

  56. Moby Dick e Trinità considero i miei commenti su questo blog, che stimo profondamente, parte della mia attività giornalistica a favore di una comunicazione sul vino libera e indipendente. Anche in un mondo dove la libertà di opinione e di espressione e l’indipendenza di giudizio sono guardate con sospetto come é, purtroppo, il Trentino. Sono anticomunista sino alla radice dei capelli, ma su questo blog “comunista”, come lo chiamate voi, mi trovo perfettamente a mio agio

    1. Trinità

      contento lei contenti tutti. ma a parte questo sarei curioso di conoscere il suo giudizio su questo video che io considero davvero bellissimo e innovativo. Vuole, per favore, dirmi lei cosa ne pensa?

        1. Fuffa

          Io non so cosa dirà, e se dirà qualcosa ziliani, dico solo che questo video è la solita fuffa che gira da decenni nelle cantine: retorica elegia di un mondo bucolico che non esiste e che non è mai esistito.

  57. Trinità

    mi associo alle parole di moby dick, signor ziliani lasci perdere qusesto blog dove si concentra il peggio del peggio del trentino. i disfattisti e gli sfascisti di mestiere che si divertono a buttare fango sulle nostre cose piu belle. Questo video è uno dei prodotti piu esaltanti usciti dalla creatività trentina, è delicato e poetico e rappresenta la nostra tradizione e il nostro futuro. Il trentino è una terra di lavoratori e questo video li racconta e li valorizza. Punto tutto il resto sono solo chiacchiere

  58. sono certo che tutto questo fiumi di commentatori, che hanno scoperto Trentino Wine blog sulla via di Mezzacorona, saranno d’ora in poi fedeli lettori del tuo blog. Anche quando scriverai cose non di loro gradimento. Sono pronto a scommettere.

    1. Moby Dick

      e anche lei dottor ziliani, si limiti a parlare di vino, campo in cui è sicuramente un grande esperto, e lasci stare i toni polemici e dissacratori di questo blog comunista. ci fa una gran brutta figura anche lei e ne va della sua professionalita.

  59. Vorrei invitare tutti, se posso, a tornare sull’argomento principale. Il video e il territorio. Tutto questo chiacchiericcio attorno alle qualità più o meno riconosciute e autorevoli di Morgan Usai, finiscono per uccidere questo thread. Lo spazio c’è e vi prego di usarlo in maniera utile e intelligente.
    Per esempio, mi ha colpito un’osservazione fatta da Primo Oratore, in un commento di ieri sera: questo video, finalmente e per fortuna, si tiene lontano dalla retorica pantiroleseggiante, proprio nel momento in cui a capo dell’assessorato all’agricoltura della provincia arriva un assessore che non fa mistero di guardare all’alto adige come ad un modello di riferimento.

    1. Moby Dick

      Bell’esempio di democrazia questo: prima inviti tutti a lasciare i loro commenti in libertà e poi intervieni per dirigere tu il dibattito verso dove vuoi tu. Sei uno sporco comunista di ritorno. Ma questi trucchetti non funzionano pià, tornatene da dove sei venuto: dall’albania.
      PS: il video è bellissimo e chi lo critica è invidioso!

      1. Non per dire, signori moby dick e signor trinità, ma questo blog non è una testata giornalistica, non ha alle spalle un gruppo editoriale, è un blog con un padrone: un capo dei capi, che fra l’altro non sono nemmeno io. La linea la decide lui, il capo dei capi, anzi la capa dei capi. E sino ad oggi ha lasciato libero il dibattito e ha lasciato libera voce a tutti. Anche quando le voci sono state ingiuriose nei miei confronti. Mi si permetterà, con il consenso della capa dei capi, di provare a dire anche la mia, ogni tanto. E di consigliare un taglio al dibattito? Almeno questo me lo si consente?

    2. Cembrano Doc

      Aderisco al suggerimento di Cosimo: a me pare che di territorio e di terroir in questo video non ci sia nemmeno l’ombra. ci sono le tovaglie ricamate, le donzelle a piedi nudi, i vestitini anni cinquanta, le damigiane e i doppioni, tutti elementi che rimandano ad un ipotetico ed immaginario vissuto bucolico. Ma di territorio io qui non ne vedo. Mi sbaglierò…. ma un video cosi potrebbe andare bene anche la california o per la spagna.

  60. Cosimo, che spiegazione ti sei data per questo fiume di commenti a questo tuo post dove ti limitavi a segnalare il video (che continuo a non giudicare) relativo a questa potente cantina cooperativa trentina?
    Non ti sembra un po’ strano? E a parte le uscite, a volte un po’ lunari, del simpatico Usai, cosa pensi di tanti interventi da parte di persone che, guarda caso, proprio grazie a questo tuo post, hanno improvvisamente “scoperto” Trentino wine blog?

    1. Caro Franco, che idea mi sono fatta? Bella domanda, davvero. Mi sono date due risposte.
      1) Si sono messe in movimento le truppe cammellate dei fedeli plauditores, con una mossa spontanea o organizzata e pilotata. Non so. Anche se, propenderei per la seconda ipotesi: ovvero di un’operazione di marketing virale e di black PR.
      2) Il video è un capolavoro comunicativo e quindi ha fatto centro ed ha esaltato l’animo di tutti quanti. A questo punto però mi viene da chiedermi perché, tutto questo entusiasmo non venga esercitato e comunicato nei luoghi deputati e di origine del video: le numero pagine aziendali e soprattutto la piattaforma vimeo, da dove anche noi lo abbiamo incorporato.
      Siccome, in queste ore sono febbricitante e mezzo delirante, lascio aperte entrambe queste due strade. Per evitare di essere accusato di delirium (tremens…) e lascio ai lettori e ai numerosi osservatori di scegliere la risposta che preferiscono…

    2. Albergatrice

      CosImo e Ziliani: rassegnatevi! la maggioranza non la pensa come voi. Siete una minoranza che per la vostra vanita si comporta come fosse maggioranza. Ma come dimostrano questi commenti siete M I N O R A N Z A !

  61. Volf

    Quello che conta in un video è il ritmo, è questo ne ha da vendere. Inizio sottovoce, come chi va a lavorare di prima mattina, e come il gusto di uno spumantino. Poi la giornata si sveglia ed anche il ritmo sale. Chiusura obbligatoria su Sua Maestà il Teroldego Rotaliano: non sono un esperto di video, ma mi è venuta voglia di comprarmene una bozza! Ottimo lavoro!

  62. Silvano P

    Questo video è molto bello. Si discutibile la scelta di non raccontare bene il territorio della piana rotaliana, forse ci voleva qualcosa di più. però mi ha colpito per emozionalità ed è molto bello dal lato visivo.
    Ci sono tanti commenti qui sopra che sono totalmente fuori tema. Sono piuttosto avvilenti. Mi sembra che ci sia piu la volontà di fare le prime donne piuttosto che di costruire un dibattito.
    BEL VIDEO! un saluto a tutti

    1. Canarino Titty Canarino Titty

      riposa te ,a me l’amaca appare kitsch e da una simbologia tutta italiana che riposa…. una parte e non parlo di geografia .Poi ti prendi troppo sul serio.Io ho detto piu’ cose come pure che lo spot promo e’ bello e non solo…. e poi non ti piace nemmeno la tua, che non usi mai!!! scomodissima .

      1. Marco Birindelli

        Canarino si effettivamente sembra uno che lavora sul serio. lei invece? lavora sul serio? Fa il critico cinematografico? io la ho cercata sul web e lei non esiste. c’è traccia qui sul Blog e poi come ha spesso citato lei nell’evento Skywine.. un po pochetto no? almeno per uno che millanta tutta questa cultura.
        Io ho un tabacchino non sono famoso ma almeno da perfetto sconosciuto non me la tiro..

          1. Marco Birindelli

            Beh Signor Gianni direi proprio di no.. però forse se iniziasse a farsi delle domande un lavoro lo troverebbe, stare davanti ad un monitor tutto il giorno a criticare il lavoro degli altri non la gioverà.. buona fortuna!

            1. Ho incontrato il presidente Rigotti e l’ing Maccari lo scorso anno, febbraio 2013, circa, in sede da loro ( ho i testimoni..) Richiesto, ho presentato loro i miei progetti di promozione internazionale. Mi promisero una risposta sollecita, per iscritto… che sto ancora aspettando.. Al Vinitaly provo ad avere una risposta ( anche un vaffanculo “umorale o professionale” mi andava bene..!) ma entrambi i suddetti signori fanno finta di non conoscermi.. Questo sarebbe lo stile del gruppo..? Mi dica signor Birindelli… sono in ascolto…

          1. Silvano P

            Anton mi sembri un po cattivo. ma forse c’è un fondo di verità in quello che dici. Signor Gianni si rimbocchi le maniche e produca se sa fare di meglio! In bocca al lupo con sincerità. Ma la strada è dura e la sua è in salita!

          2. Arianna

            Mi pare evidente. Usai credo valga la pena di ammettere il talento degli altri. Lei ha 55 anni? io ho conosciuto due membri della troupe che ha realizzato questo video. Beh in bocca al lupo a Lei. Loro danno l’idea di essere appassionati e hanno energia costruttiva. Lei Usai rimane seduto a criticare gli altri! BENE!!! BRAVO!!!! il tempo passa però

  63. Ermanno

    ahahah quanto ha ragione! questi sono i toni giusti.
    Non si deve offendere nessuno ma le assicuro che i toni sono stati alzati dalle osservazioni demenziali di persone quali appunto il Sig. Usai. Poi il video può piacere o non piacere. Anche se ho trovato ridicolo che abbiano criticato il fatto che abbiano messo un’amaca in una scena. ahhaah . saluti!

      1. Gianluca

        Ermanno wins! Canarino dici delle cavolate. Glielo hanno detto in 100 cosa? Se hai un motore di ricrea interno alla pagina vedrai che sono state 5 persone non 100 a tirare fiori l’amaca come se fosse una prova di scarsa veridicità del video. Per lo più tu compari nei commenti. Tu e altri 4 gatti invece sono in 100 ad averti spento! Fatti un bagno in quella vasca che ti riprendi …

  64. Primo Oratore

    @ Anton
    La ringrazio per il complimento.
    Su Morgan Usai, adesso non è che io lo conosca bene, ci ho parlato ad Ala allo Skywine e ne ho tratto un’impressione molto positiva. Qui gigioneggia, ma dà anche un tono di leggerezza e di svaccamento che in un blog non guasta: suvvia, se uno vuol leggere solo cose pensosissime va (per dire) su http://www.leparoleelecose.it , non qui. Mi sembra un atto di civiltà rispettarsi reciprocamente ed alcune espressioni alla fine sono così grossolanamente offensive che squalificano anche chi le fa, non pensa?. Basta dire che non vi sta simpatico, contrapporre alle sue idee altre idee, ma c’è bisogno di offenderlo come persona?
    Saluto PO

  65. Primo Oratore

    Il video propone il territorio del Trentino come noi Trentini vogliamo credere che sia, e come probabilmente anche molti non-Trentini credono. Se riesco a spiegarmi sembra più un video da APT che da cantinona. Trovo interessante, per dire una cosa che mi pare nessuno ha annotato, che la fedeltà a questa idea -un po’ irreale se posso dirlo- di Trentino abbia eliminato ogni scimmiottamento dell’Alto Adige che da quella cantina è veramente vicinissimo: intendo dire che nei confronti dei clienti lontani (penso ai Cinesi) la differenza fra Trentino ed Alto Adige non è così pronunziata e ci sarebbe stato da “lucrarci” a mettere qualche “trappola maus” e qualche “braga de coram”. Le sensazioni un po’ spiacevoli, perché non mi sembra proprio perfetto come invece qualcuno a buon diritto considera, sono ricollegate al fatto che purtroppo sappiamo che il Trentino non è esattamente così come ce lo mostrano: è un filo più spigoloso ed opportunista, e le bionde di spalle non hanno quella disponibilità che sembrano riservare alle vigne. Quindi se vediamo questo bel territorio, ma anche queste belle facce e queste belle immagini mostrate nel video, come un obiettivo a cui tendere allora va anche bene, se invece si vuole far credere che sia già così allora per me perde di pregio.
    Saluto, PO
    PS: solidarietà a Gianni Morgan Usai che ho conosciuto come un uomo veramente gradevole. Nei commenti talvolta può sembrare ridondante ma sinceramente è proprio una persona di cultura profonda e per nulla limitata a qualche link. Quelli che lo denigrano fanno la figura della servetta trace http://it.wikipedia.org/wiki/Servetta_trace

    1. Anton

      Quelli che lo denigrano sono pronti a ricredersi, qui Signor primo Oratore ha fatto e continua a fare una figura che più che ridondante è patetica. buonasera, la sua osservazione è piacevole ed intelligente.

    2. Tex Willer

      Complimenti Primo Oratore!
      Finalmente dopo tanto dire qualcosa che vale la pena leggere sottoscrivere e commentare.
      Le confesso che alla domanda di Cosimo ho fatto lo stesso ragionamento, e le Sue parole dicono tutto:
      “è un video più da APT che non da cantinota.”
      Nessun riferimento infatti alla vicina Paganella,
      nessuna ripresa dal sovrastante Monte di Mezzocorona, che di panorama ne offriva eccome,
      nessuna immagine del proprio campanile, che spicca così bello,
      nessuna ripresa del vicino e rinomato ristorante la Cacciatora. Niente di niente.
      E poi come ha detto bene lei PO e a cui confesso io non avrei neanche pensato, ma è vero, uno scivolone “sulle braghe de coram” proprio loro che hanno persino la Compagnia degli Schützen… come si fa?

      1. Anton

        Questo che centra?
        lei si trincea dietro citazioni e aforismi ed è invidioso di chi fa. si sente a 100 km di distanza ed è veramente patetico. faccia lei comunque . Go ON!

  66. Dopo questo fiume di parole, che in due giorni ha fatto salire il post a oltre 300 commenti, che cosa ne direste di tornare al tema principale: il territorio e la territorialità. Quale è la visione di territorio che emerge da questo movie? E’ una visione di terroir o è esclusivamente una visione aziendalistica? Insomma il territorio c’è o non c’è?… a voi la parola, io continuo a non schierarmi .. ne con lo stato ne contro lo stato… faccio il non allineato…

    1. Tex Willer

      Una piccola considerazione anche a te Cosimo Piovasco di Rondò:
      prima di questo post i nostri “amministratori” snobbavano il blog e diciamo potevano permetterselo perchè i commentatori erano di media una quarantina per post ma sappiamo bene che i contatti erano molti molti di più, ora però che in un lampo i commenti hanno raggiunto la mitica soglia dei 300 commenti e chissà quanti contatti questi amministratori non potranno più nascondersi dietro quell’alibi.
      Dovranno fare molta attenzione.
      E mi viene quasi la tentazione di rinfacciare a questi amministratori vinicoli indifferenti alla verve del blog di fare molta attenzione a snobbare il blog, in quanto come disse Elie Wiesel, premio Nobel per la pace nel 1986, l’indifferenza è il male peggiore, perché è il contrario dell’amore, il contrario della vita, il contrario dell’intelligenza.
      Forza allora blog, forza picchia duro dietro la legittimazione di 300 e oltre commenti in poche ore!!!
      Saluti.

  67. Copy

    “Lasciatevi condurre nel cuore delle Dolomiti, dove nascono i vigneti Mezzacorona. La poesia di una terra coltivata con amore da generazioni di uomini e donne, i cui frutti diventano vini ricchi di storia e passione.
    Un sorriso, un volto, un ricordo. La dedizione e il sacrificio dei nostri agricoltori in un luogo indimenticabile che rimane nel cuore”.
    AHAHAHAH, …che fantasia…..spettacolare

  68. Lusitania

    Ottima fotografia e ottima tecnica, ma il video è privo di personalità, non ha anima. Mette insieme una serie di luoghi comuni sul mondo contadino, fra l’altro uguale in ogni parte del mondo. Manca una storia e una sceneggiatura. Voto: 6

  69. Luciano T.

    Come vi spiegate che le statistiche di vimeo di questo video dicono che lo stiamo vedendo solo qui, quasi solo qui? Se davvero fosse il capolavoro poetico che molti qui sostengono, come mai nessuno se lo fila?
    Domain
    trentinowine.info 1,529
    attachment.fbsbx.com 566
    mezzacorona.it 296
    UNKNOWN 192
    facebook.com 51
    trentinodavivere.com 50
    assets.txmblr.com 56
    martina-manfredini.t… 11
    it.paperblog.com 7

  70. il Conte il Conte

    PS – cinema parroccchiali : non permettetevi simili confronti !
    A quello di S.Pietro piuttosto che al Dolomiti ho imparato ad apprezzare le parole “cinema”, “comunicazione”, “sogno” e anche Hollywood.
    Non dico poi del vecchio Astra di Trento, per militari e putele bele, con quel grande pubblico che persa la corsa della Vaca Nonesa si riparava al caldo in attesa della prossima partenza: russando e dormendo !

  71. il Conte il Conte

    Grazie Sofia per la segnalazione. Basta con queste inutili chiaccherate per vigne a pergola trentina, mutate in nanetti guyot o emigrate persino al sud in cerca di fortuna . Se un palmares cinevideo online ci deve essere diciamo la nostra pure su Zonin che da anni produce questo tipo di video, anche in inglese : http://www.youtube.com/watch?v=lySOwcBrToI.
    I risultati ? Basta andare al Vinitaly al magnifico stand Trentino, Dolomiti e dintorni. E poi ? Basta girare un po’ per capire…….

  72. DanielM

    Bello, semplice, esprime i valori che il Trentino ci regala in maniera quasi nostalgica. Mi spiace per l’ignoranza della gente che non apprezza il nostro territorio e quello che ci offre.

    1. Stella del Nord

      Ignorante ci sara lei, mi scusi ma come si permette di usare simili espressioni nei confronti di chi non apprezza questo filmetto propagandistico che non lo guarderebbero nemmeno nei cinema parrocchiali

  73. el el conso

    Ma che du’ maron con sto video….

    pagà de pu’ la ùa ai soci che l’è meio,

    chè l’è chel che conta…

    e vardà che a Roverè della Luna i la paga de pù senza tanti

    video!!!

    Ave capì?

    1. Mariapia

      vedrai che il prossimo anno, dopo i successi mietuti sui mercati internazionali grazie a questo video, le uve le pagheranno il doppio..forse anche il triplo e voi di rovere svegliatevi…e cominciate anche voi a farvi fotografare!

  74. OverLine

    Faccio fatica a capire perché tanta acrimonia nei confronti di quei dieci commentatori che hanno scritto che a loro il video non piace. Deve piacere per forza a tutti questo idillio bucolico? A me no!

  75. Luigi

    Io non sono d’accordo con chi scrive qui sopra , il montaggio ellittico la partenza dalla cantina per poi tornare li dall alto mi sembra proprio uno dei punti forti insieme alla fotografia . Detto questo penso che il suo sia un commento intelligente se il nostro più alto critico cinematografico siamo messi bene. Lei ha fatto una disamina acuta (che non condivido) lui invece si nasconde dietro dei link pseudo colti e citazioni provocatorie. Fa lo sgarbi del trentino sul blog.. È un critico cinematografico? Mai sentito nominare..

  76. Claudio Claudio

    Sulla tecnica del film (2), sempre per provare a restare a tema… costruttivamente se mi riesce… E’ un cortometraggio che trovo bellino ma ancora da finire, non perfezionato. Il materiale buono non manca ma è distribuito in maniera ancora slegata. Il filo conduttore è errante. A spanne le sequenze hanno questo percorso:
    acino,
    foglie, erbe selvatiche e fiori di alchechengio,
    tovaglia a uncinetto,
    cancello in legno,
    dettaglio traliccio metallico,
    cantina,
    bottiglie,
    vigneti,
    gola val di Cembra,
    vigneti,
    vendemmia,
    trattori,
    olivi,
    vendemmia,
    damigiane su carro,
    bottiglia Castel Firmian,
    tovaglia a uncinetto,
    vigneto con tubazione irrigazione di emergenza,
    relax su amaca,
    bambini in cantina,
    guardie con torce di notte,
    lago di Garda,
    degustazione da bicchiere,
    vento, bosco, vegetazione alta,
    visi e dettagli del viso,
    bosco,
    montagne, rocce e sassi di alta montagna,
    cielo nuvoloso,
    cantina,
    vini e dettaglio del vino,
    bosco,

    A parer mio non basta incollare seppur belle inquadrature per fare un buon film. Ci vuole sempre un buon progetto di sceneggiatura cioè una bella storia ed un montaggio delle scene che dia vita, fluidità e realismo alla sceneggiatura in modo tale che ne esca una storia legata da un filo conduttore avvolgente ed appassionante. Professionalità è anche usare solo le immagini utili alla narrazione, come un bravo poeta non include nelle sue poesie tutte le belle immagini che gli vengono in mente ma solo quelle che cadono perfette nelle rime. Io raccomanderei ancora qualche oretta in sala di montaggio e dopo, sono sicuro, potrebbe anche rischiare di passare il severo giudizio del ns miglior critico cinematografico ufficiale, il ns carissimo Gianni MU…

  77. Marco Faedi

    A me non piace, mi sembra il racconto di un mondo finto e patinato. Stile veterinario dell amaro montenenegro o mulino bianco Barilla. E davvero non capisco dove sia la poesia e il lirismo.

  78. Ca-Marie

    Ho guardato il video tante volte di seguito.
    Mi affascina nel profondo.
    Ma c’è gente che qui ha tempo di criticarlo (con argomenti ridicoli) per tre giorni.. ma non hanno di meglio da fare, sempri gli stessi.. ma che abbiano qualche interesse contro? scusate non voglio polemizzare, ma il video è indiscutibilmente MERAVIGLIOSO!
    Marie.

  79. Marco

    Mi ci è voluto un anno per leggere, e non ho letto tutti i commenti, l’idea che mi sono fatto e che la gente alla quale il video non è piaciuto abbia possa portare il proprio parere, solo alcune persone sono leggermente fuori tema.. L’amaca credo sia utilizzata come simbolo per raccontare qualcosa, io ad esempio abito a Noriglio e ne ho una in giardino (beh adesso piove..) quindi suvvia un po di tranquillità signori..
    IL VIDEO COGLIE NEL SEGNO! DAVVERO BELLO!

  80. Francesca Nobili

    Secondo me il video è ben fatto da un punto di vista tecnico e rivela anche una certa capacità narrativa e una spiccata vena poetica. Anche la musica è ben azzeccata!!! Complimenti!!!

  81. Giada

    Esprimo anch’io il mio personalissimo parere, al netto – come chiede giustamente Roberto Locatelli – delle mie opinioni sui prodotti, sulla politica aziendale della cantina e sulle citazioni cinematografiche che anch’io a mia volta mi sono divertita a scovare.
    Ho trovato il video tecnicamente perfetto, soprattutto nella fotografia e nella scelta delle inquadrature. Ne ho ricavato, tuttavia, un vago senso di inquietudine, forse dato dalla colonna sonora, forse dagli stacchi rapidissimi tra le scene, soprattutto all’inizio, a cui accennava anche Claudio.
    Se l’obiettivo era quello di dare un’immagine di professionalità e raffinatezza, il video ha fatto centro. Ma resto dell’idea che questi prodotti in generale e salvo rare eccezioni tendano sempre troppo a idealizzare la realtà, a mondarla e ripulirla degli aspetti più prosaici e quotidiani. Insomma, se da un lato è vero che la lavorazione del vino include molto più di altri prodotti aspetti poetici e valori immateriali, mi parrebbe però più utile, ai fini di una narrazione coerente, cercare di bilanciare meglio queste componenti con quelle più materiali del lavoro, della fatica, della terra, che altrimenti tendono quasi sempre a sfumare in secondo piano, dietro una patina dorata che tutto attenua e rasserena.

  82. magiscian

    Come al solito Usai scrive…. ma la comunicazione non è il suo forte , anzi , manco sa dove sta di casa . Il sarcasmo graffiante e i commenti ridicoli che posta appoggiati dal suo nuovo commilitone Tex che non argomenta ma posta pensieri solo banali , suonano solo di una pochezza intellettiva e di una noia mortale . Scritti da una persona che vuole sfoggiare cultura ma denuncia solo mediocrità, rigidità e assoluta incapacità di critica letteraria,cinematografica o musicale che sia .
    Tant’è che di “gesuita” non ce nulla nelle mie parole , nonchè nelle mie credenze.Caro Usai sei proprio fuori strada come al solito spari a vanvera cose che non centrano un emerito c… di cio’ che si commenta qui. Di sicuro ha ragione Tex stai facendo quello che non vorresti , ossia pubblicità a questo video che tanto disprezzi da perderci le ore a commentarlo . Eh si’ , in questo si capisce che sei del tutto privo di capacità comunicativa , il marketing , lo scopo del video ti sfuggono completamente .I tuoi commenti deliranti , aumentano l’audience , che ti assicuro cresce , cresce perchè vengono a vedere prima il video e poi a farsi una risata sonora ai tuoi commenti …per cosi’ dire ..permettimi il termine “idioti” . Poi c’è chi si sofferma sull’amaca , come se un dettaglio potesse vanificare tutto il lavoro e lo scopo del video . Sono d’accordo puo’ piacere ..e puo’ non piacere , ma il messaggio e lo scopo del video sono stati raggiunti al 100% .Complimenti al regista e alla produzione !! Questo è MARKETING signori … tutto il resto sono solo chiacchiere (SENZA DISTINTIVO 🙂 ) e seghe mentali da sfigati .

    1. Grazie Sciura Magiscian, anche da parte di Mozart, Leopardi e Bukowski..
      altra compagnia di sfigati.. Se anche Ella volesse farne parte.. sappia che non dovrà pagare alcuna quota associativa.. Ella è aggregata d’ufficio..! .. di default..!! Con stima “rosminiana”…

          1. Anton

            IO ADORO CA DEL BOSCO. Mezzacorona così così ma che centra col video? forse hanno ragione quelli che scrivono pensando che lei sia ridicolo. ha del risentimento personale contro la cantina ed esprime la sua frustrazione sul blog.. mi fa tanta tanta tristezza…

    2. Canarino Titty Canarino Titty

      Signora Magiscian,GMUSAI mi ha storpiato il nome alla Fede e mi ebbi dato dell’analfabeta ignorante, lui capisce.Pero’ pur non condividendo nulla con Usai e accettando anche le sue critiche, ho sentito poche volte cattiveria cosi’……. verso di lui. Gratuita.

      1. Si ma il mio fu un disguido.. Poi con Canarino ci conoscemmo e conversammo amabilmente allo stesso tavolo.. in una piacevole serata..
        Ho grande stima di Canarino perchè è uno che lavora e si piega le maniche.. In effetti, chi non è produttore piu’ che portare la croce può solo cantare.. magari male.. ma solo quello può fare.. Almeno sinchè non compra quote di vigna..!

  83. Mattia Ottaviani

    non capisco come mai ci siano tutte queste critiche, dove sta il problema ? non si può semplicemente apprezzare un bel lavoro per quello che è ?!
    E’ questo il bello delle cose che emozionano sul serio, possono piacere a molti ed essere disprezzate da altri, ma sta a tutti riconoscerne la bellezza

  84. luna

    Fa te…ma chi l’avrebbe mai detto che tra i tanti allenatori di calcio e politoligi in Trentino ci fossero anche così tanti critici cinematografici ed esperti in comunicazione…
    E se serve un critico cinematografico per commentare su un blog un 3 minuti di video promozionale, mi spiace tanto per la carriera del critico. Che Fellini con le cantine Mezzacorona mi sembra che c’entri come i cavoli a merenda o, per restare in tema, come il vino a colazione.
    Ma tant’è esistono anche gli alcolizzati.

  85. magiscian

    In questo blog bisognerebbe commentare un video , esprimere un parere personale e preferenziale sulla bellezza, la poesia , l’efficacia comunicativa , di un opera. Sono certo che a molti è piaciuto ad altri meno , ma il fatto che si sia acceso un dibattito cosi’ forte , significa solo una cosa , che il video ha vinto , ha colpito dove doveva colpire , deve fare parlare di se e del messaggio che trasmette.
    Poi ci sono detrattori come Gianni Usai un personaggio spocchioso arrogante e presuntuoso , che utilizza Questo blog ( e sono certo molti altri blog in internet) per sfoggiare la sua noiosissima pseudocultura da due soldi .Invece che commentare in modo costruttivo che non gli è piaciuto , linka citazioni a caso per cercare di far parlare di se piu’ che del video .E’ chiaro che è una persona infelice nella vita che si puo’ permettere di stare delle ore a fare commenti a caso in internet nella speranza che qualcunoi lo caghi perchè purtroppo ‘ nella vita non se lo caca nessuno ,perchè è una noia mortale .Usai , un consiglio , esci ogni tanto di casa e cerca di farti degli amici , un abbraccio.

      1. Caro Tex, quando la signora Magiscian uscirà di casa scoprirà che oltre al video di Mezzacorona ci sono anche ” Wolf” di Scorsese e Di Caprio… e Cameron Diaz/”The Counselor” che si fà un Ferrari gialla… ( Amaca not included..)

          1. Caro Tex, la sciura Magiscian ti ha definito mio commillitone.. La Sciura prende un grosso granchio… Io ero in Marina, e tu..?? E comunque cosa non si farebbe per mettersi in mostra sulla stampa locale..?? Consiglio alla Sciura la lettura de “La condizione umana” di Andrè Malraux.. Perchè anche il Trentino è Cina…! Hasta siempre compagnero Tex..!

    1. wineandlove

      Bisognerebbe parlare del video che a mio parere è molto riuscito ed è molto coinvolgente, certo si tratta di un video commerciale. Quindi che attinenza hanno le citazioni del Signor Usai? penso che ci sia gente che sta qui per fare vedere agli altri che ne sa, ma non mi pare il caso di alcuni che hanno commentato negativamente adducendo ridicole motivazioni, quali truffaut o un’ amaca. A quelli che invece hanno detto che non è piaciuto con calma e serenità va tutta la mia approvazione. è sempre una questione di punti di vista. PER ME E’ BELLISSIMO

      1. Canarino Titty Canarino Titty

        ascolti signora, nessuno commento negativo sul video solo 2 0 3 che la liberta’ d’espressione permette di fare .,Io mi sono limitato all’amaca,e lo ribadisco sono decine d’anni che faccio vendemmie e, mai vista un’amaca mai, come vedere un’accappatoio.Forse ho visto male ed era un telo Paller da mettere sopra i carri quando diluvia. Se vuole un’immagine poetica e fantasiosa beh allora…….. Per Mezzocorona molta stima e rispetto.

  86. Giovanna

    Oddio..quanta cattiveria ….Comunque…per quale oscuro motivo guardando uno spot dovrei fare analogie con i lavori di Fellini?…E perchè mai..dovrei inorridire vedendo un’amaca..in Trentino..all’alba del 2014? Forse qualcuno sarebbe stato felice di vedere un Dio Bacco travestito da Schutzen e sdraiato su un letto di fieno??!!…MADDAIII…Non lavoro nel campo cinematografico ma sono un’operatrice commerciale trentina che guardando questo video ha visto un susseguirsi di belle scene che hanno dato ad una azienda vinicola della nostra regione, non proprio piccola, un’immagine professionale e raffinata pur non tralasciando l’aspetto familiare e poetico insito nella lavorazione del vino.

        1. OverLine

          nel senso che è un video pubblicitario che punta tutto su una visione edulcorata della realtà, di una realtà inesistente. e mi perdoni se ho usata un’espressione un po’ forte… ma questo penso

          1. Ermanno

            Ah ho capito, edulcorata la visione si sono d’accordo, ma è un video commerciale mica un film d’autore. perché non dovrebbe esserlo. non è un documentario.

      1. Giovanna

        Con cattiveria …intendevo ed intendo … che in molti commenti l’intento è quello di offendere. A me personalmente il video piace ..a lei no…pazienza …

        1. Ermanno

          ahahah ma che dici? ma sei troppo divertente. questa non è una calunnia professionale, non ci sono proprio gli estremi perché lo sia, questa è solo una sana risata mattutina che mi hai regalato.

  87. Canarino Titty Canarino Titty

    dopo fiumi di parole dei Jalisse… domani leggerei volentieri il commento autorevole di Massarello che magari lo fa uscendo dall’apnea che immagino passi. Massarello si ai suoi post ,meriterebbe numerosi commenti, che però a volte sono come la particella dell’acqua Lete. Post informati autorevoli e scomodi….che valgono come un video spot,sicuro!

    1. Massarello Massarello

      Troppa grazia, Canarino Titty, cerco di capire anch’io… e in attesa della versione siciliana ti invito a dare un occhio a quello che già un paio d’anni fa produceva in 1’21 tascadalmerita.it/itvideo che trovi anche su youtube.com/watsch?v=Y05oduMW5Uo

  88. Colibrì

    Accidenti che ressa!
    Molto bello e sicuramente efficace per i consumatori pecoroni….quelli del prendi tre paghi due…. Peccato manchi almeno una gallina o un cane. Forse perchè per l’ovaiola, il copyright è in mano a Banderas del Mulino Bianco e per il cagnolino a Melinda….

  89. Chiara

    A me piace! Non sarà perfetto ma rispetto agli spot trentini che vediamo di solito è, credo obiettivamente, di un altro livello. Ho letto un po’ di commenti per curiosità e posso dire che sono tanti post ma sempre delle stesse persone. Quindi non ne farei un caso! mi ha colpito molto invece lo snobismo aprioristico di certi, soprattutto del sig. ziliani che ha buon tempo per leggere i commenti ma non per guardare il video in oggetto. Mah…

  90. Luca

    Bello il video. Magari troppi sorrisi finti, un po’ a la San Crispino o a la Melinda. La lunghezza è mitigata da una colonna sonora azzeccata, un po’ tipica, ma assai in sintonia con il ritmo del montaggio. Complimenti!

  91. Ciao

    posso dire che questo video non mi piace? Senza che qualcuno mi salti addosso e dica che sono un demente? Ma voi in trentino siete abituati cosi? A seppellire di ingiurie quei quattro che non la pensano come voi? Aveva ragione Vespa l’altra sera in Tv a dire che siete dei privilegiati. su su cari trentini muovetevi, datevi da fare e guardate cosa succede e cosa si fa in giro per il mondo.

    1. Nina

      Puoi dire quello che vuoi Ciao! Qui si è criticato solo chi scrive commenti assurdi, fuori tema o invece che dare la sua opinione ha preferito insinuare che i post sono finti perché contrari al suo punto di vista! se non ti piace bene! Del resto non mi risulta sia mai stato prodotto nulla al mondo che piace a tutti! 🙂 Riguardo alla chiusura del tuo post, dico solo che se hai una brutta opinione del Trentino non so cosa puoi pensare del resto di questo triste Paese!!! Cmq ti capisco perché se non avessi avuto la fortuna di nascere qui non riuscirei a sopportare di essere italiana! Un abbraccio

  92. frufru

    cosimo hai guardato le statistiche di vimeo del video? lo stai trainando tu con questo blog… dal loro sito lo hanno caricato solo 50 volte da qui è stato caricato piu di mille volte.! non è che c’è sotto qualcosa e che ti sei accordato con loro? non te lo perdonerei mai!

    1. Claudio Claudio

      Beh, Cosimo deve pur ripagarli in qualche modo di quelle 2 casse di Flavio, la glacette e caraffa che gli hanno messo nella camera dello chalet di montagna offerto per Natale e Capodanno, non credi? Eppoi quella idea della bottiglia + glacette omaggio da dove credi che l’avesse presa?

  93. Assurdo

    assurdo, trovare un blog, che io considero autorevole, con oltre duecento commenti su un video che si ispira alle “filmine” don bosco della nostra giovinezza.
    andate a farvi un giro sul canale enutube, magari capirete cosa c’è in giro per il mondo e capirete che il mondo non si ferma alle filmine!
    http://enotube.tumblr.com/archive

  94. Claudio Claudio

    Sulla tecnica del film (1), tanto per provare a restare a tema. Nei primi 60 secondi si succedono ben 26 inquadrature, durata media ca. 2,3 secondi l’una, con cut o stacco immediato che dà come risultato un montaggio scena dal ritmo frenetico. Nessun uso di dissolvenza o dissolvenza incrociata e questo dà allo spettatore la percezione di un ritmo di narrazione nervoso invece che morbido e fluido. I film romantici infatti hanno un ritmo lento e stacchi fluidi, al contrario questa tecnica è da film d’azione con scene che cambiano in rapidissima successione perciò mi chiedo, dove trovate il tempo per le lacrime, estasi e poesie in una scena da 2,3 secondi?

  95. giuliano fago golfarelli giuliano fago golfarelli

    Le comparse sembrano le stesse di Melinda – è comprensibile perchè ai confini della Rocchetta gli attori no-cost sono ormai pochi.
    “Tanto rumor per nulla” mi pare: mi manca però il parere serio e professionale di Fabio Rizzoli che su una simile proposta si sarebbe arrossato in viso, avrebbe detto brevemente la sua e sarebbe tornato a lavorare alacremente alla città del vino e alle etichette color vedova con cuffietta e riccioli.
    Altro che trecce, braghette e amaca, anche per la linea vini di questa onorata cantina !!

    1. Erwin

      … no Giuliano… le comparse non sono le stesse di Melinda anche se due realtà condividono una sottile linea di confine… le comparse dello spot noneso sono tutti soci del consorzio… vi era anche mio padre tra “gli attoroni” e compare nell’ultima scena sulla destra in coreografia al vero primo attore… el cagnot…
      http://youtu.be/ShRXwQjj6-I

    2. Erwin

      …mi sono scordato di dire Giuliano che gli spot Melinda sono stati TUTTI girati in valle (questo in particolare in adiacenza di un maso a valle di Coredo) ed oltre che promuovere il prodotto… nell’inquadratura finale lo sfondo è composto dal paese di Cles e dalle montagne che caratterizzano la val di non… ed inoltre, ciò che più mi preme sottolineare, compare il simbolo del Trentino…

      1. giuliano fago golfarelli giuliano fago golfarelli

        Caro Erwin, adoro la Valle di Non dove ho vissuto i momenti più belli e lunghi della mia vita, a Coredo appunto – alla pensione Bellavista di Leonardelli Savino (che non c’è più).
        Adoro i “nonesi” e conosco un po’ il vostro celtico dialetto (o tulliasso come si dice nelle tavole di Cles). Ho ancora il ricordo della nostra piccola svizzera, dove le vacche suonavano da un lato all’altro della Valle. Adoro un po’ meno le mele perchè mi fu spiegato che vacche e burro dei caselli con le forme di legno scolpito, costavano 365 giorni di fatica mentre per le mele un po’ meno.
        Adoro S. Romedio, Castel Cles che cade a pezzi, la diga da controllare : insomma quando vengo a casa, vengo nella VALLE, la Valle delle tue e mie Meraviglie.
        Mortandela, Lucanega, Sfruz, Smarano, Ronzone, Fondo, fino alla Mendola : è la terra più terra che c’è da noi.
        Spero si mantenga tale e tu sei uno dei pochi e con te tuo Padre poechè forse è quello che mi faceva sentire e capire il profumo indescrivibile del fieno tagliato ma anche del camerel.
        Smettiamola di parlare di questo video e torniamo a noi – per favore alla nostra CULTURA di Valli, di gente che ancora non si è arresa al blog, alla commercializzazione imbriaca, alla comunicazione del nulla !
        Ai sapori, ai gusti e ai profumi del nulla.
        Grazie, Erwin ! Grazie Val di Non che esisti ancora.
        Almeno per me.

    1. Albergatrice

      Lei signor Ziliani propiro non riesce a smentirsi mai: riesce persino a seminare zizzania e sospetti, senza nemmeno aver guardato il video e pensa anche di avere ragione. Non so e non capisco cosa la muove a tutta questa ostilita’ nei confronti del Trentino.E pensare che una volta ero una sua assidua lettrice e pendevo dalle sue labbra. Ma ora ho capito tutto.

      1. Anna L

        Mi sembra assurdo criticare un video che parla della nostra terra e lo fa in un modo cosi tenue e delicato, ma perche? e sospetti per la gente che si è con questo emozionata… 🙁

  96. Erwin

    è davvero avvilente vedere simili commenti… commenti ingiuriosi ed offensivi nei confronti di utenti… tante chiacchere, tante offese, tante ingiurie… e pochi… anzi pochissimi che dibattono sul fine commerciale del video… nulla da dire sulla bellezza del video… ma penso non centri alla perfezione la promozione, oltre che del prodotto, anche del territorio… Poco si vede se non uno scorcio repentino della Val di Cembra che, per i meno esperti non sarà nemmeno riconoscibile… delle montagne irriconoscibili anche queste e poi una chiesetta con degli olivi… sicuramente non della zona della rotaliana… Tutte scene “costruite” che alla fine risultano poco credibili… ecco, mi sembra proprio un “video costruito” che poco rispecchia quella che è la realtà della zona… e poi l’ultima scena che chiude il video mi sembra un po’ la risposta alla campagna pubblicitaria di un’altra cantina rotaliana… la mano sicura, intensa e persistente che afferra e solleva il teroldego… quasi ad affermare una supremazia di quella bottiglia… quasi a rispondere al “Re del Teroldego” della cantina Rotaliana… Ho visto altri video enoici girati da altri registi e devo dire risultano essere molto più “veri” e promuovono, oltre che il prodotto, anche il territorio. Questo il mio parere…

    1. caro erwin, quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare…. qui molti pensano che l’insulto nei confronti dei dissidenti sia l’unica via. del resto siamo figli del principe vescovo e del concilio di trento: l’egemonia di classe la fa da padrona e chi non ci sta viene fatto fuori prima con le parole, poi una volta fatto il lavoro grezzo, con il silenzio. questo è il trentino baby.. altro che territorio, territorialità.. e tutto il resto a cui alludi tu..

    2. Nina

      Pensi che gli autori della campagna stampa Rotaliana che lei cita e di questo video aziendale sono gli stessi! Due prodotti di comunicazione molto diversi per contenuti, obiettivi e target evidentemente! I consumatori sceglieranno il loro Re dopo un bel brindisi! Al Trentino e ad maiora!

  97. Luigi

    Allora lei ha dei preconcetti .. Io l’ho trovato molto bello e mi sono limitato a dire la mia. Poi alcuni hanno alzato i toni e dal canto mio si è trattato dei detrattori .. Buonasera a tutti

  98. invito “topimarci” (nickname che si commenta da solo e la dice lunga sull’acume di chi lo ha scelto…) a rileggere, se é in grado di leggere e capire, quello che ho scritto, ovvero che “non ho guardato il video”, per ora, e non mi permetto di giudicarlo. Ho solo commentato questo fiume di “commenti” seriali e ripetitivi e dal tono vagamente da spam…

    1. topimarci

      Caro Signore è Lei che sta spamando il blog con commenti fuori argomento…per cui esprima il suo giudizio sul video o non se La prenda con i name dietro quali non sa che persone stanno

  99. PO

    Dai Cosimo che stai vincendo! A forza di spiegargliela l’hanno capita ed hanno cominciato a parlare del territorio incominciando dal video. Adesso li aspettiamo sul vino … @ Ziliani : quando Lei parla di vino io ascolto con deferenza – e lo dico senza alcuna ironia, mi creda – ma il video é godibile e bisogna avere un cuore di pietra per non ammetterlo.
    Saluto PO

    1. Mima Attanasio

      a me questo movie non è piaciuto nemmeno un po’, sa di stantio e di inverosimile. e, caro signor PO, non mi pare di avere il cuore di pietra: riesco a commuovermi anche davanti ad un cartone animato di walt disney.. ma questo proprio no.. è un’accozzaglia, ben girata e ben fotografata, di luoghi comuni sulla campagna

  100. caro Cosimo, duecento commenti ad un post pubblicato sabato pomeriggio fanno pensare. Come fanno pensare i tantissimi nomi di “commentatori”, se così li possiamo definire, che sono intervenuti per la prima volta, guarda caso per elogiare con toni incensatori un filmato relativo ad una nota e potente cantina cooperativa. Non ho guardato il video, che magari sarà un capolavoro degno di Fellini, Antonioni, Visconti, Bunuel.
    Ma é questo consenso di massa, questo fiume di commenti alla melassa, che fanno pensare….
    E fanno venire una forte nausea…

    1. credo anche io, caro Franco, che ci sia qualcosa di anomalo in questo ritmo accelerato di commenti positivi al limite del lirismo. Tuttavia ad una prima analisi degli ip tutto mi pare, ripeto mi pare, a posto. Chissà forse semplicemente questo video piace davvero tanto o…. forse le truppe cammellate della potente coop si sono messe in moto.

  101. Dante Cecchin

    Gianni Morgan Usai……ma lo sà che portrei
    proporla seriamente a
    Santoro….? E’ più forte di Marco Travaglio….!
    A cena comunque inviterei Lady Hook…..ha un feeling accattivante…! Sarebbe una serata cerebralmente interessante!

  102. garamax

    E’ bello vedere tanto fermento attorno ad un video che parla di vino vuol dire che è stata decisamente un’ottima annata per produrre un simile gioiello mediatico. Al di là del brand ufficiale, i miei complimenti agli autori di questo spot che, con grande stile, delicatezza e semplicità, hanno saputo riassumere le atmosfere di una vita agricola su di una terra meravigliosa come il Trentino. Mi piacerebbe davvero vedere un prodotto simile per valorizzare la mia terra natia, la Romagna.

    1. Tex Willer

      Sarà, per me invece tutto questo vacuo chiacchiericcio è l’implacabile segnale non solo di un encefalogramma piatto in chi scrive ma sarà anche il canto del cigno di questo bel blog. Ahimé.

  103. Gianluca

    Ma non possiamo aprire un post sul Maestro maestro Usai? sarebbe carino, le sue citazioni illuminanti, la sua capacità di linkare meraviglie prese da wiki a noi sconosciute! sarebbe uno spasso!

  104. Nina

    Essendo un video di presentazione aziendale la lunghezza è corretta! Non andrà di certo in onda così né in tv né in altri contesti rivolti al consumatore finale! Se posso dire la mia, trovo alcuni commenti al post decisamente fuori luogo… E chi ha parlato di “delirio mentale” secondo me non ha esagerato! 😉 Saluti

    1. Gianluca

      Giusto Nina hai detto bene! credo che qui ci sia gente che non ha capito la differenza tra un video aziendale, un commercial e un film di Sergej Ėjzenstejn..

      1. Perfetto… Lo dica anche a questo signore produttore : en viticoltore prima…. el ma dit: se mi troves uno dei me vendemadori che polsa su l’amaca…. el schizeria col trator… Dai Gianluca, sotto con la conferenza…
        cerchi di essere didascalico.. Lei stà con Burri o con Guttuso..? E di Mario Alicata cosa mi dice..??? Concilia..??

  105. maurizio cesarini

    Non posso che esprimere un parere positivo, al di là delle disquisizioni tecniche più o meno plausibili, competenti e fondate. Il filmato, per quanto possa essere percepito un po’ lungo per il Web, comunica con molto stile, equilibrio ed afflato poetico, quel che vuole e deve comunicare. Molto ben orchestrata la regia, apprezzabile la scelta della base musicale come pure del montaggio…Complimenti!

  106. Gianluca

    la penso come Luca T e come topimarci (ma che nome ti sei dato omg!), il video è veramente veramente bello! mi ha rapito e lho guardato di fila tre volte. davvero Molto efficace. Bravi!

  107. topimarci

    Mi scuso del commento partito involontariamente in stato di scrittura.. In due parole mi sembra di entare nelle polemiche oltre il giudizio soggettivo richiesto. Bello il video e grazie al post che me l’ho fato conoscere adesso l’ho giro il piu possibile! 🙂

  108. luca T

    il video è davvero bello ^^
    crea una bella atmosfera e merita di esser visualizzato con tranquillità senza fretta, personalmente crea un certo trasporto e per un attimo mi è parso di esser li a passeggiare tra i vigneti. Mi ha portato alla memoria quando avevo 20 anni e da studente facevo le stagioni nei vigneti. Molto bello. Complimenti

  109. lucio

    il video è pazzesco! Bellissimo.
    Questo è il mio parere per quanto vale.
    Ho letto quasi tutti i post e non capisco queste inutili polemiche…
    vedo una strumentalizzazione sciocca di un ottimo prodotto video. Il fatto che venga criticato in questo modo mi sembra il tipico sintomo dell’avversità alle buone idee… poi fate voi. Avanti con la rissa…

    1. Francesca Rio

      Scusi lucio, ma a me sembra che i commenti a questo video siano quasi tutti positivi. Perché vi stupite tanto se qualcuno non la pensa come voi? Nemmeno a me è piaciuto, mi sembra tutto finto. Ma per questo non mi sognerei mai di pensare che siate voi in mala fede.

  110. jj

    sono di passaggio e questo video mi sembra inattaccabile… (io sono un tecnico video quindi parlo dal punto di vista filmico) per il concept…..non so quali qualifiche abbia chi lo critica cosi aspramente……. forse l’invidia indicata in uno dei primi commmenti sembra essere l’unica risposta! …

  111. VideoMania

    Niente di che questo video, girato con una buona mano e una buona tecnica. Ma niente di più e soprattutto si sente troppo l’odore dell’artificio, dell’inverosimile (come l carretto con la tovaglia linda e candida, per esempio), tutte cose che lo rendono piuttosto provincialotto e per niente creativo. Posso dirlo, senza che qualcuno mi dia del malato mentale?

  112. Lady hook

    ma dai su! Di me si parla? Dopo tutte le offese che ho letto in questo blog? Roba da matti… cerchi essere almeno obiettivo signor Cosimo… Ma ha letto i post precedenti? 😀

    1. Guardi signora Lady, cerco di essere il più obiettivo possibile: mi sono perfino astenuto dal commentare questo video, proprio per cercare di costruire un clima obiettivo.
      Dopodiché, gentile signora, non mi pare che attribuire del “disagio mentale” ad una persona che porta il suo contributo, magari non condivisibile, magari surreale, sia segnale di particolare attenzione e rispetto per gli altri. Poi veda lei.

      1. Grazie Cosimo.. ma oggi mi sento sciamano come Renzi o Carlos Castaneda o Jodorowski.. quindi squilibrato mentale come dice Lady Hook è giusto.. Adesso però scusami che chiedo lumi sul video all’esimio collega dottor Lechter… Pare che uscirà a breve con un suo blog : The Wine Hannibal..! ahahahahah

        1. Vede signor Gianluca, linkare a caso (o a cazzo) un link di bunel…, per i responsabili del blog – e parlo di responsabilità giuridica – non produce alcun rischio. Al contrario attribuire condizioni di malattia mentale ad una persona con nome e cognome, potrebbe e dico potrebbe, essere motivo per qualcuno di trascinarci in qualche causa di risarcimento danno o anche peggio. E sinceramente questo rischio lo vorrei evitare. Finire in tribunale per un rotari, ecco.. non mi va. Magari per un Giulio sì, ma per un rotari proprio no. Quindi invito tutti a cercare il piu possibile di evitare guai al titolare del dominio. Spero di essere stato chiaro.