Il Trentino, la Sicilia e il vino della gente

Mundus Vini Landkarte_2

E’ sempre istruttivo curiosare in rete. Ogni tanto scopri cose davvero inaspettate. Poco fa ho provato a dare un occhiata ai risultati delle degustazioni di Mundus Vini 2014. Stavo cercando di capire come si fossero comportate le bottiglie trentine al palato dei degustatori di quello che ormai è uno dei concorsi più accreditati e prestigiosi del mondo o almeno d’Europa. Ma non è sempre facile orientarsi dentro una classifica che dispensa circa 2000 medaglie. E allora ho provato ad utilizzare la chiave di ricerca “Trento”.

E qui arriva la sorpresa. Assieme ad un certo numero di bottiglie conosciute, e trentine, di cui parlerò nei prossimi giorni, mi saltano agli occhi anche due vini siciliani: un Nero D’Avola Sicilia Igt e un Grillo Terre Siciliane Igp. Oddio, penso, il motore di ricerca è impazzito. Osservo meglio. No, no, il motore non è impazzito: le due etichette sono state presentate proprio da un azienda di trentina, la The Wine People: mai sentita. Ma che ignorante sono? Allora vado a vedere, cerco di capire. Ancora un po’ di giri in rete e scopro che questa società, una Srl, è stata fondata qualche anno da un trentinissimo doc, l’erede di una delle più prestigiose e conosciute commerciali enologiche trentine. Che è passata di mano – i vecchi proprietari a suo tempo cedettero le armi e l’azienda alla cooperazione – e che ora non se la sta passando nemmeno tanto bene. Ma gli eredi di quel piccolo impero, sono rimasti nel campo. E pure con successo. Almeno per quel che può valere la classifica di Mundus Vini. E vincono nel mondo con i vini siciliani. Una bella soddisfazione. Un pezzo di Trentino enologico, che funziona. Anche senza Trentino. 

CONDIVIDI CON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *