Tutta colpa sua!

Cattura

Su L’Adige di oggi l’AD di La Vis accusa F.lli Rinaldi. Sarà …

Leggi l’articolo

CONDIVIDI CON

3 Commenti

  1. Tex Willer

    Quoto Stucky al 100% e chi l’ha prceduto, aggiungo solo che ad aggravare il tutto ci stà pure l’immunità dei colpevoli, e questo non riesco a spiegarmelo.

  2. Stucky

    I problemi della Cantina LaVis e della Cooperazione Trentina arrivano da lontano. Il fatto che gli interessi politici si siano intrecciati con le necessità del mercato del vino ha creato delle situazioni poco chiare. Senza voler analizzare le situazioni di Ca’Vit e Mezzacorona (ce ne sarebbe da discutere su entrambe) e fermandoci alla LaVis si può tranquillamente dire che per anni sono state fatte delle scelte NON economiche da persone non preparate a gestire aziende e a competere sul mercato globale. La pioggia di finanziamenti pubblici non ha fatto altro che enfatizzare questi difetti. Le manie di grandezza, le acquisizioni inutili, le speculazioni immobiliari sono lontane da quello che dovrebbe essere l’interesse principale di una cooperativa. L’ “errore” si è poi esteso a chi doveva controllare e che ha “chiuso gli occhi” fino a quando la situazione è diventata insostenibile… La politica ancora una volta è intervenuta mettendo un commissario ed un vice commissario senza nessuna esperienza aziendale in generale e del mercato vinicolo in particolare… Il proprio lavoro bisogna saperlo fare soprattutto se si viene pagati profumatamente. Se i risultati non ci sono allora si va a casa!
    Questo è il mercato fuori dal nostro trentino

  3. SUPERCIUK

    Non ti dico i commenti che ho sentito oggi a questa goffa replica di circostanza…proprio vero che spesso il silenzio è d’oro ! Per dirlo in modo chiaro alla trentina, ”almen taser”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *