Cimiteri istituzionali

BvK29DaIcAAoIo5
Da Napoli a Genova, da Palermo a Milano, da Venezia a Latina,  anche sulla casella di Trentino Wine Blog impazzano le email dei consumatori italiani: boicottare il Trentino e i prodotti trentini, mele e vino compresi. Da una di queste email, apprendo che la petizione – oltre 100 mila adesioni –  è sostenuta da personalità internazionali di ogni genere e ambiente:la grandissima cantante americana Dee Dee Bridgewater, la leggendaria attrice Britt Ekland, Bernard Fowler, strettissimo collaboratore di Keith Richards e dei Rolling Stones, Turisti per caso, Malika Ayane, Francesco Baccini, Vittorio Feltri, Franco Bechis, Benedicta Boccoli, Luca Antonini, Cesare Lanza, la Fondazione Genoa 1893, Marta Comparoni e Luca Antonelli, Carmen Russo, Patrizia Pellegrino, Marisa Laurito”.
Meraviglia il pavido silenzio istituzionale di chi per dieci anni ha curato l’immagine del Trentino, dispiegando risorse milionarie per migliorare ed edulcorare l’immagine di questo angolo delle Alpi. Piegando ogni comunicazione ad un’artificiale visione dell’ambiente e del paesaggio. Life Ursus e Daniza included. Oggi, tuttavia, di fronte a questo disastro mediatico, il silenzio. Cimiteriale.
……………
Boicotto tutti i vostri prodotti, un orsa e i suoi piccoli non sono oggetti usa e getta. E’ indecoroso che molti vostri corregionali approvino addirittura la sua soppressione. Il fungaiolo/cacciatore era entrato nel territorio dell’orsa e noi non sappiamo cosa volesse fare, ma il fatto sta che l’orsa ha visto in lui un pericolo per i suoi piccoli e li ha difesi, come farebbe ogni madre. (sempre se è vera l’aggressione)

P.S. il comportamento degli abitanti di Pinzolo (Trento) è stato a dir poco schifoso!

Antispecisti Partenopei
…………………………………………………..
Buongiorno,
con la presente spiace dovervi informare che non solo con la mia famiglia non acquistiamo più dalla settimana scorsa (ad es. ho festeggiato mercoledì scorso il mio compleanno con spumante non trentino), nè acquisteremo più vini e/o spumanti trentini fino al momento in cui sarà  ritirata l’assurda, inaccettabile ed incivile ordinanza di cattura dell’orsa Daniza, emessa dalla Provincia Autonoma di Trento, ma ci adopereremo per un boicottaggio totale ad ogni prodotto (mele, mirtilli, ecc. e loro derivati), provenienti dalla provincia di Trento.
D’altra parte è l’unica forma pacifica affinchè l’orsa e i suoi cuccioli non siano più braccati, perseguitati con sperpero, peraltro, di denaro pubblico in un momento di grave crisi economica per l’Italia intera.
Naturalmente, caso mai non lo sapeste, #iostocondaniza #boicottiamoiltrentino sono attualmente, in testa negli hashtag su Twitter.
Ovviamente, nel caso che tale allucinante ordinanza contro #daniza, che deve continuare a vivere libera coi suoi cuccioli e non disturbata da insulsi ominidi, fosse ritirata  E SUBITO, tale campagna a livello internazionale, che sta facendo danni enormi all’immagine del Trentino nel mondo, cesserebbe immediatamente cfr. ad es.
http://www.thepetitionsite.com/takeaction/212/812/645/?z00m=21417801&redirectID=1443643325in pochissimi giorni ha, addirittura, superato le 105.000 firme provenienti da tutti i Paesi.Stiamo ricevendo adesioni & RT a favore di #iostocondaniza da tutto il mondo, personaggi importanti come normalissime persone.Gli ultimi la grandissima cantante americana Dee Dee Bridgewater, la leggendaria attrice Britt Ekland, Bernard Fowler, strettissimo collaboratore di Keith Richards e dei Rolling Stones, Turisti per caso, Malika Ayane, Francesco Baccini, Vittorio Feltri, Franco Bechis, Benedicta Boccoli, Luca Antonini, Cesare Lanza, la Fondazione Genoa 1893, Marta Comparoni e Luca Antonelli, Carmen Russo, Patrizia Pellegrino, Marisa Laurito, come si vede un ampio ventaglio di ambienti di ogni genere.
Mi spiace, ma il boicottaggio economico è l’unica forma pacifica a difesa di Daniza e dei suoi cuccioli.Quello che, però, mi meraviglia di più e che ha creato ancora maggiore partecipazione alla protesta in difesa di Daniza è il silenzio del 99% delle categorie, che da subito avrebberio dovuto farsi sentire, sentire la necessità etica d’intervenire, d’insorgere contro questa scellerata ordinanza anti-Daniza, contribuendo, in tal modo, a far scemare la protesta che, invece, di fronte ad un inspiegabile ed inconcepibile silenzio, è, naturalmente, via via aumentata e non si fermerà fino al raggiungimento dell’obbietivo.

Infine, mi chiedo e Vi chiedo, è così tanto difficile ritirare una, direi “banale” quanto palesemente ingiusta, ordinanza, un atto amministartivo di non così primaria importanza?

Se sì, quali interessi nascosti ci sono? Se no, la si ritiri, semplicemente, sarebbe una vittoria (anche per voi).

Distinti saluti
Giovanni Villani – Genova
Selezione_003
CONDIVIDI CON

13 Commenti

  1. Tex Wller

    Carissime Signore che commentate Vi prego aprite gli occhi! Ci sono paesi a poca distanza dall’Italia dove tagliano la gola a persone solo perché professano una fede diversa, penso che questo sia molto più grave che difendersi dall’orso.

    1. Claudio Claudio

      Caro Tex, chi l’avrebbe mai pensato. Abbiamo il mondo contro, (ed un mondo che conta tra l’altro…), additati come i tagliagole di orsi… Mamma Provincia sconfitta da mamma orsa… Io fossi in Giunta proporrei di fare una bella ed intensa campagna pubblicitaria mandando su tutte le reti il video “Dove Soffia Forte il Vento” di Mezzacorona, dove si vede il VERO Trentino… le facce oneste e pacifiche della gente, l’amore, la pace e l’armonia che qui c’è tra Uomo e Natura… dove i sentimenti sono di amicizia, innocenza e convivialità… Quel capolavoro di comunicazione del Territorio sapientemente curato con gentile ed ovattata attenzione ora così brutalmente sconfessato dai ns amministratori, chi ce lo rimborsa?
      http://www.trentinowine.info/2014/01/mezzacorona-dove-soffia-forte-il-vino/

        1. Rosalba

          Ho visto il trailer: dire che è imbarazzante è poco. Puzza di propaganda da qui all’austrailia.
          Anche nelle fiction di ultima categoria i ringraziamenti, agli sponsor vengono messi discretamente nei titoli di coda, qui invece diventano contenuto urlato dei dialoghi… grazie Mart, grazie (25 mila euro) a trentodoc…. grazie marchese gonzaga, grazie casa del vino della vallagarina.
          Adesso capisco perché la pellicola non è finita a Berlino…e nemmeno a Venezia…
          da capolavoro poi quella bottiglia di marzemino vintage…bevuta nei bicchieri di plastica sui campi da golf e il protagonista che emula nino castelnuovo… e si lancia oltre lo steccato per l’olio cuore….. insomma, complimenti trentino, complimenti marzemino!
          Rosalba di Milano affezionata turista in trentino e amante del marzemino (e appassionata di cinema; di cinema non di spot…)

        2. Claudio Claudio

          … visto… Accidenti! Che roba di film… Mettiamoci anche questo nella posta per George Clooney… La rappresentazione di un mondo, pazienza un mondo vinicolo, ma proprio un mondo fatuo ed artificiale che non esiste se non nella testa di qualche circolo di “Old Farts” (così li definiscono gli inglesi… Vecchie Scoreggie… proprio così!).

          Sempre con rammarico e dispiacere non posso non notare che per la sua immensa bontà e gentilezza, il Marchese non riesce proprio ad evitare le cattive compagnie…

    2. cosimo cosimo

      caro tex, così per tua informazione, ti segnalo che i felici tagliatori di teste, fino all’altro ieri, anzi fino a ieri, eravano noi italiani. Eravamo noi italiani brava gente a decapitare gli etiopi e i libici e ad esibire felicemente teste mozzate come trofei di guerra…no..così tanto per ripassare la memoria storica:

        1. cosimo cosimo

          dai un’occhiata, alla brutale reazione contro gli etiopi all’indomani dell’attentato al carnefice Graziani, principe di ogni atrocità, nel 1937. Ma è solo un esempio. Questo per dire…che tutti insieme abbiamo la memoria corta. Cortissima.

  2. Il Mondo Di Emyly

    Sono davvero indignata da questa situazione, in un paese civile non si può dar fine ad una vita per un motivo così futile!! Ogni vita è sacra quella delle persone così come quella degli animali.Pensavo di trasferirmi a Trento fino a poco tempo fa, ma rivedrò la mia decisione!!

  3. Paola Taiana

    Buongiorno a tutti, premetto che ho grande considerazione della regione trentino, mai avrei immaginato una cosa del genere. Sono anni che passo le mie vacanze invernali, e qualche volta estive in quella regione, piu’ in alto adige, ma comunque li’ e ho avuto modo di conoscere tantissime persone con cui mantengo i contatti.
    Quelli che ho gia’ contattato sono indignati e stiamo seriamente valutando di dirottare tutte le nostre prenotazioni sulla Val d’Aosta.
    Ci dispiace per chi lavora nel settore turistico, ma spetta a loro far sentire la voce e dire no a certi comportamenti che vanno anche contro le direttive europee.
    Il tam tam per quanto mi riguarda e’ partito, stiamo contattando anche persone all’estero e stiamo contattando situazioni turistiche in altre regioni che sono ben contente di accogliere questo spostamento di massa. Cerchero’ poi a giorni di mettermi in contatto tramite internet con il mio concittadino piu’ illustre, george Clooney che si e’ sempre dimostrato sensibile in queste tematiche in modo da coinvolgere e far conoscere anche oltre oceano cosa sta’ succedendo.
    Per tutte le persone normali del trentino un modestissimo consiglio, opponetevi a tutto questo perché se no pagherete cara la situazione che si sta’ creando.
    Spero vivamente a un ripensamento. Paola Taiana

  4. Aghezz

    per ora il boicottaggio è appena iniziato, forse è anche irrilevante, ma dobbiamo aspettare che prenda piede per correre ai ripari? Cioè dobbiamo aspettare che si rompa la diga?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *