Bocciato

Almeno qualcuno se ne è accorto. In ritardo, ma se ne è accorto. Almeno.

CONDIVIDI CON

4 Commenti

  1. Anonimo

    Rossi e il PATT? Come minimo inadeguati a governare una regione piccola ma complicata come il Trentino. Con equilibri fragili e provvisori. Dopo poco piu’ di un anno sono gia’ in perenne affanno e confusione su tutte le questioni piu’ importanti: sanita’ , lavoro e occupazione, sicurezza, politiche giovanili, scuola, rapporti con Roma, autonomia, orsi, cooperazione ( caso Lavis ) , la lista e’ gia’ troppo lunga…

    1. silvio

      Col ”ci lascia le penne” intendevo dire che perderà ulteriormente credibilità , mica che gli sfileranno la poltrona da sotto il culo , quello è impossibile . Oggettivamente credo che pochi politici ( non me ne viene in mente nessuno ) nella storia trentina si siani bruciati un consendo bulgaro in modo rapido come sta facendo Rossi . E’ stato eletto un anno fa con una maggioranza di voti imbarazzante , ma sembra proprio che stia facendo di tutto per scontentare tutti, in poco più di un anno ne ha combinate di ogni , mi sembra proprio uno che gode a martellarsi gli zebedei da solo. Se anche quelli del suo PATT adesso iniziano a prenderne le distanze… Giudizio personale e assolutamente non condivisibile .

  2. silvio

    Caro Cosimo, se posso azzardare una previsione mi sa che stavolta il Rossi con il pasticcio Berti ci lascia le penne. Già si era capito che questo governatore ha un concetto tutto suo di democrazia , anche su molte altre questioni. Ma leggre oggi il pittittino Panizza che dichiara papale papale ai giornali ” Berti non è un uomo del Patt, è un uomo di Rossi ” , beh, mi ha lasciato basito . Cioè che vuol dire , Rossi si fa solo gli affari suoi, in barba a maggioranza, opposizione e ora anche al suo partito ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *