Piove sullo Chardonnay

articolo l’Adige on line

adige

 

Apprendiamo oggi dalla stampa che ieri Consorzio Vini ha anticipato alcune notizie circa l’andamento della vendemmia 2014.

A leggere i numeri, vien da pensare che la viticoltura trentina sia davvero curiosa. Una specie di unicum mondiale.

Mentre le guide di settore, per quel che valgono, continuano ad attribuire al Trentino segnalazioni di qualità solo ai vini (fermi) prodotti da uve rosse, apprendiamo che la tendenza alla “bianchizzazione” del cultivar, al contrario, si consolida di anno in anno e fra l’altro, come vedremo fra poco, penalizza le varietà adatte al metodo classico: nel 2014 le uve bianche sono salite al 76,7% del totale (74,6% nel 2013) e le nere sono scese dal 25,4  % al 23,3 %. E fin qui tutto bene. Anzi male, dal nostro punto di vista. Ma che questo fosse l’andazzo lo si sapeva da quel dì.

La notizia più interessante e curiosa, però, è  un’altra: la viticoltura trentina sembra adeguarsi naturalmente, quasi per vocazione genetica, agli andamenti del mercato del vino e delle uve.

E infatti l’eterna sfida fra Pinot Grigio (che gode ancora di una certa reputazione sui mercati internazionali) e lo Chardonnay (di cui, al contrario, i mercati sembrano poterne fare a meno), quest’anno è stata vinta, e non di misura, dal primo: 32,4 % contro 25,5 %. Mentre lo scorso anno finì, seppure di misura, a favore delle uve Chardonnay: 30,15 % Chardonnay contro 28,39 % Pinot Grigio. L’anno prima fu quasi parità, a favore del secondo.

Una spiegazione, almeno per quest’anno, potrebbe essere questa: le piogge estive potrebbero aver danneggiato soprattutto le coltivazioni collinari e montane, dove è allocato in prevalenza lo Chardonnay, mentre potrebbero  avrebbero favorito il fondovalle, dove prevale la coltivazione di Pinot Grigio.

La spiegazione è un poco tirata per le orecchie, però potrebbe aprire le porte a qualche indagine scientifica. Magari affidata alla FEM.

CONDIVIDI CON

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *