Labirinto

10691_911127728899001_2515411291547858772_n

Questa immagine è stata pubblicata un paio di giorni fa sulla pagina FB dell’Istituto TRENTO DOC.

Il messaggio che vuole trasmettere è abbastanza chiaro: il metodo classico di TRENTO si può abbinare a tutto pasto e con tutti i pasti, dai dolci alla carne, dal pesce alla pasta.

Niente di nuovo: questa è la strategia di marketing adottata da qualche anno dagli spumantisti di ogni ordine e grado con l’obiettivo di di destagionalizzare le vendite. Giusto, e comprensibile, quindi che anche dai produttori di TRENTO arrivi un messaggio di questo tenore.

Eppure più la guardo, questa immagine che pure graficamente risulta molto gradevole, e più la trovo sbagliata. Magari sbaglio io, eh. E anche questo è da mettere nel conto.

Questo caotico labirinto di fili, che non sono quelli di arianna, mi sembra crei solo un senso di confusione. E trasmetta un senso di complicazione e di aritificiosità, che va nella direzione opposta al messaggio, che, forse, si vorrebbe dare: metodo classico sempre e per tutti. O forse non è questo il messaggio che si vuole dare: mc sempre, ma non per tutti.

Quest’immagine mi da l’idea si voglia dire che il TRENTO mc è un affare complicato; che le vie per capirlo, per abbinarlo, per degustarlo sono complesse, articolare e labirintiche. Enigmistiche, quasi.

Vi percepisco, il riflesso condizionato di quella visione esclusivista e un tantino snob, che ha sempre accompagnato la comunicazione del nostro mc: eccellenza per pochi eletti; quasi oggetto esoterico destinato a riti sacerdotali.

Il contrario della semplicità, che invece è adatta e comprensibile a tutti.

Forse non è così. Forse è solo una mia mena domenicale.

Forse.

O Forse no.

CONDIVIDI CON

4 Commenti

  1. Massarello Massarello

    Ok Franco, dei dolci non c’è traccia, ma le inquietudini di Cosimo restano tutte. Se avessero almeno aggiunto un pò di pelage ai bicchieri, l’ansia si stemperava in festa…Ti pare?

  2. Trovo molto discutibile la strategia del colore.. anche negli annunci sulla pagina FB.. Un colore che vorrebbe essere una fusione tra tortora, oro, e champagne.. Lascio agli esoterici il significato nascosto delle 3 tonalità sopra accennate.. Di sicuro il colore non ha personalità, come del resto la Comunicazione.. Sembra una pagina sbiadita di Selezione del Reader’s Digest tra un articolo su Frank Sinatra e la rivolta di Budapest del 1956…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *