Il vino delle Alpi al Muse

IMG_20150411_174436

(a cura di ufficio stampa AIS del Trentino) – Nel pomeriggio di oggi, nella splendida cornice del MUSE, AIS Trentino ha festeggiato il 50° Anniversario dell’Associazione Italiana Sommelier con un’importante degustazione di Bitto Storico accompagnato dalle eccellenze delle Cantine Ferrari di Trento e dell’Azienda Nino Negri della Valtellina. Alla degustazione hanno partecipato più di 100 persone.

Ad introdurre la degustazione Mariano Francesconi, Presidente di AIS Trentino, accompagnato al tavolo dei relatori da Ruben Larentis, enologo Ferrari, Paolo Ciapparelli, Presidente del Consorzio per la salvaguardia del Bitto Storico, e Casimiro Maule, enologo trentino dell’Azienda Nino Negri. Presenti anche numerosi rappresentanti delle delegazioni AIS delle Province e Regioni vicine, compreso il Presidente di AIS Milano, città in cui AIS è nata 50 anni fa.

Mariano Francesconi: “AIS esiste e vive grazie alle migliaia di soci sparsi in tutta Italia. A tutti loro va il mio più sentito ringraziamento. Il MUSE è la cornice logica per rappresentare i prodotti unici dell’Italia e delle eccellenze alpine. I vini di questo pomeriggio sono due perle dell’enologia italiana. Il Bitto è in assoluto uno dei più grandi formaggi al mondo, l’unico certificato per invecchiare oltre i 10 anni, testimone delle grandi produzioni che saranno celebrate nei prossimi mesi ad Expo”.

Il Bitto Storico, prodotto in sole 3000 forme e nei soli mesi estivi negli alpeggi delle valli della Provincia di Sondrio ad un’altitudine che va dai 1400 ai 2000 metri, rappresenta una delle eccellenze della produzione casearia alpina e italiana. La degustazione ha riguardato diverse annate di Bitto, a partire dal 2012 fino al 2000, per la prima volta degustato oltre i 10 anni. Un viaggio a ritroso nella storia e nella cultura di questo presidio Slow Food, formaggio che come pochi altri resiste alla stagionatura assumendo caratteristiche organolettiche raffinate, come testimoniato dalla degustazione.

Assieme al Bitto sono stati serviti vini delle Cantine Ferrari di Trento e dell’azienda Nino Negri di Chiuro, Valtellina.

In degustazione delle Cantine Ferrari: Perlè 2006 Magnum, Perlè Nero 2006, Riserva Lunelli 2006; inoltre tre grandi annate di Giulio Ferrari Riserva del Fondatore (2000 – 1994 – 1989), tutte da formato Magnum.

Di Nino Negri, storica e rinomata realtà valtellinese: Valtellina Superiore Vigneto Fracia 2007 da Magnum, e successivamente le annate 2009 – 2002 – 2001 – 1999 – 1998 del Valtellina Sfursat 5 Stelle, tutte da formato Magnum.

Ufficio stampa AIS Trentino

CONDIVIDI CON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *