Bio, bio, bio

Il presidente di Consorzio Vini del Trentino, Alessandro Bertagnoli, lancia la sua piattaforma programmatica. Svolta bio e ristrutturazione del consorzio. Ma sarà svolta vera?
LINK

CONDIVIDI CON

8 Commenti

  1. Tex Willer

    Cosimo fammi capire, ma questi si divertiranno almeno a prenderci per i fondelli?
    Prima ci aumentano in modo creativo il disciplinare del P G ora ci dicono che possiamo fare l’uva senza trattare?
    Ma dove vivono?
    E la prossima uscita cosa sarà?
    Forse che potremo annacquare il vino?

    No, no, io sto con Faustini decisamente più realista.
    Il biobio per me finchè non agiremo sul genoma delle viti è una pia illusione.

    1. ma cosa vuoi che ti dica….tex…. a parte che un po’ mi sono rotto di dire…e di polemizzare….mi limito a registrare..le notizie…e a buttare li qualche interrogativo. Per il resto faccio proprio fatica a capire…: faremo tutto bio..ma prima autorizzano la deroga..al Clorpyrifos, dicendo che pero’…siamo bravi….parlano di qualità’..ma anticipano l’aumento delle rese del pn….non so..cosa dire…

      1. Tex Willer

        Io non so ma tutti questi enti che parlano e le sparano più grosse quasi delle mie… Sbaglieró ma io farei una bella pulizia, una tabula rasa, tutti a casa, un bel Zanoni E. a capo di tutto e via di brutto. Ne abbiamo pieni i maroni di sparate tanto per parlare, e di soldi buttati in promozioni delle zirele, qui abbiamo solo bisogno di fatti e possibilmente coerenti. Chiedo troppo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *