Canelli, Città del Vino

COMUNICATO STAMPA

TRENTO SALUTA CANELLI, CITTÀ DEL VINO

Un fine settimana all’insegna della promozione per rinnovare un sodalizio ultraventennale

Una rappresentanza trentina del Comune di Trento e dell’Azienda per il Turismo Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi si è recata nelle giornate disabato 26 e domenica 27 settembre a Canelli, cittadina dell’Astigiano, colpita nel novembre del 1994 da una terribile alluvione, che causò tre morti e ingenti danni; l’intervento dei vigili del fuoco volontari e permanenti del Trentino portò oltre 450 persone ad accorrere in aiuto a Canelli. Da quel triste momento è nata un’amicizia, che anno dopo anno ha portato scambi culturali di varia natura: vigili del fuoco, scuole, associazioni sportive, cori e delegazioni varie hanno arricchito un rapporto, che ha portato persino all’intitolazione reciproca di vie comunali. Testimone di questo sodalizio, Sergio Cappelletti, che è stato Presidente della Federazione dei VV.F. del Trentino e già Presidente della Circoscrizione del Bondone, da sempre impegnato nel volontariato come pompiere.

Per rinsaldare ancor di più questo stretto legame, in questo weekend l’Assessore alle politiche economiche ed agricole, tributi e turismo del Comune di TrentoRoberto Stanchina e la Direttrice APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi Elda Verones si sono recati in Piemonte proprio a Canelli, che rientra in una delle sei zone che quest’anno l’Unesco ha riconosciuto “Patrimonio dell’Umanità”. Questo riconoscimento è stato celebrato in occasione della manifestazione “Canelli, Città del Vino”, che quest’anno ha dedicato una sezione anche alle altre aree a vocazione enologica riconosciute Patrimonio dell’Umanità e tra queste “Trento e le Dolomiti”.

L’evento ha realizzato un ricco programma di degustazioni, local food ed eventi culturali, musica, spettacoli e solidarietà. Tra i territori ospiti, quello di “Trento e le Dolomiti” ha popolato piazza Duca Amedeo d’Aosta con una vetrina di un prestigioso territorio montano, ottimamente rappresentato da alcune Aziende presenti: Arrigo Degasperi con l’artigianato in rame, Apicultura “Ca’ del Mel” col suo miele biologico, Remo Dolzani con formaggi e salumi tipici, Azienda agricola Olga Casanova con prodotti cosmetici biologici alla stella alpina e Cantina sociale di Trento coi suoi vini più rappresentativi.

Un desk dedicato e presidiato da personale dell’APT cittadina ha promosso per la parte turistica l’ambito di Trento, del Monte Bondone e della Valle dei Laghi: bilancio molto positivo per l’interesse mostrato dal pubblico per il nostro territorio e in particolare per il Mercatino di Natale di Trento, anche in virtù del fatto che dal 1994 ogni anno a Canelli viene acceso un abete natalizio proveniente dal Monte Bondone. Durante il weekend due appassionati fisarmonicisti dell’Associazione Culturale Fisarmonìe hanno accompagnato la sezione espositiva trentina, allestendo persino uno spettacolo musicale e danzante con gli alunni della scuola di Canelli.

Inoltre, nel tardo pomeriggio di sabato 26 settembre il nostro campione Francesco Moser, conduttore di un’azienda agricola con i figli nel comune dove è nato e produttore di vini, ha raggiunto Canelli per presentare il suo ultimo libro, scritto con Davide Mosca, “Ho osato vincere” (Mondadori); è la sua biografia che ripercorre la carriera ciclistica e si conclude con il racconto della vita lontano dalle corse. Pietro Gottardi ha presentato la serata, che si è rivelata un grande successo: un maxischermo proiettava un video su Moser ciclista e Moser viticoltore e con l’occasione si è parlato de “La Moserissima – La Ciclostorica di Trento” (che dopo il successo della prima edizione ha già fissato alla data del 16 luglio 2016 la sua seconda edizione) ede La Leggendaria Charly Gaul. La città di Canelli ha poi consegnato due Attestati d’Onore al campione in riconoscimento all’opera sociale e ai valori sostenuti sia come sportivo che come uomo e viticoltore, dedicandogli anche lo speciale momento “Aperitivo con il Campione”, tra autografi e foto. (nella foto allegata Francesco Moser parla con il Sindaco di Canelli Marco Gabusi).

La visita di “Canelli, Città del Vino” – rappresentanza istituzionale e momento di promozione turistica ed enogastronomica – è stata un’operazione di APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e del Comune di Trento.

CONDIVIDI CON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *