Ambasciatori delle Città del Vino

beppe-bigazz

Comunicato stampa

Sette nuovi Ambasciatori delle Città del Vino

Giornalisti, ex sindaci e amministratori pubblici. L’Associazione Nazionale dei Comuni durante la Convention di Genzano ha annunciato i nomi delle personalità che con il loro lavoro si sono distinte per la valorizzazione, la tutela e la conoscenza dei territori vinicoli. Per la prima volta quattro giornalisti-Ambasciatori delle Città del Vino: Anna Scafuri, Beppe Bigazzi, Tiziano Bianchi e Giovanni Picuti. Gli altri Ambasciatori sono l’ex sindaco di Lonigo (Vi), Giuseppe Boschetto; l’ex amministratore del comune di Colognola ai Colli (Vr), Giovanni Verzini; e l’ex assessore al comune di Perugia, Giuseppe Lomurno

Queste le motivazioni:

Anna Scafuri, giornalista TG1. Non solo una giornalista che registra i fatti intorno all’economia del mondo del vino e dell’enogastronomia, ma una vera cronista delle eccellenze Made in Italy, grazie ai numerosi servizi condotti per il TG1 e alle pubblicazioni realizzate. Grande promotrice dei valori culturali del vino e narratrice di personaggi che hanno segnato la storia recente dell’enologia e dell’enogastronomia in Italia. Tra i tantissimi lavori degni di nota ricordiamo la Rubrica settimanale “Terra e Sapori” della redazione economica del TG1. Alla carriera della giornalista, Città del Vino aveva già conferito un riconoscimento nel 2006, proprio per l’impegno nella promozione e comunicazione delle eccellenze italiane.

Beppe Bigazzi, giornalista. Dal 1995 si occupa di giornalismo e gastronomia in Tv, con la semplicità e il modo diretto che solo i “toscani veraci” sanno avere, parlando di viticoltura, enologia, gastronomia e turismo di qualità. Ha condotto la rubrica “La borsa della spesa” all’interno del programma Unomattina di RAI1 e dal 2000 è stato co-conduttore dela fortunata trasmissione La prova del cuoco, sempre in onda su RAI1.

Tiziano Bianchi, giornalista freelance. Ideatore del portale www.skywine.it, fortunato contenitore di notizie, eventi e di iniziative di approfondimento legate al mondo del vino trentino e non solo, promuove con puntualità, e anche con una certa dose di originale ironia, tutto quello che ruota intorno all’enogastronomia del proprio territorio, proponendosi come fedele custode delle tradizioni locali e della cultura del vino.

Giovanni Picuti, giornalista. Avvocato con la passione del giornalismo e della fotografia, ama raccontare i paesaggi e le tipicità umbre, con la precisione di chi conosce a fondo racconti e saperi del proprio territorio.

Giovanni Verzini. Ex Amministratore del Comune di Colognola ai Colli, è da molti anni un prezioso collaboratore dell’Associazione Città del Vino avendo ricoperto per lungo tempo la carica di Coordinatore regionale delle Città del Vino del Veneto prima e membro del Consiglio nazionale dell’Area del Nord dopo, si è sempre impegnato per la diffusione dei valori dell’Associazione e al tempo stesso è stato un attore di primo piano nella gestione dei rapporti tra pubblica amministrazione e mondo del vino per la crescita dei territori del suo territorio.

Giuseppe Boschetto. Ex Sindaco di Lonigo, in provincia di Vicenza, si è sempre impegnato per la diffusione dei valori dell’Associazione e al tempo stesso è stato un attore di primo piano nella gestione dei rapporti tra pubblica amministrazione e mondo del vino per la crescita dei territori del suo territorio.

Giuseppe Lomurno. Ex Assessore al Comune di Perugia, ha contribuito alla crescita dell’Associazione Nazionale Città del Vino, promosso i principi ispiratori e consolidato i rapporti tra l’Associazione e il Comune di Perugia, rafforzando il legame e ribadendo, nella sua azione di amministratore pubblico, l’importanza della valorizzazione e tutela delle terre del vino come condizione imprescindibile per favorire la qualità e la sostenibilità dello sviluppo locale.

CONDIVIDI CON

6 Commenti

  1. Angelo Rossi Angelo Rossi

    Complimenti Tano! Una bella medaglia da appuntare sul tuo (presumo) villoso petto con un pensiero ai pochi che ti stanno davanti e ai molti che seguono dietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *