CESARINI SFORZA SOTTO TUTELA

cesarini sforza

L’Adige di ieri ci informa che le assemblee sociali delle controllate di La – Vis hanno messo una pietra definitiva sopra l’era Zanoni (Marco). La notizia è buona.

A capo di Cesarini Sforza arrivano invece gli uomini di Capitalink, l’advisor milanese che sta seguendo passo passo il piano di risanamento della cantina messo in atto dal commissario Girardi.

E qui la notizia è meno entusiasmante: Cesarini è un pezzo di territorio che reclama dignità; affidarla ad una società di controllo è una sorta di messa sotto tutela, che non promette nulla di buono.

Nel Cda di Cesarini, infine, entra anche Claudio Morat, che il giornalista dell’Adige, di buona memoria, ci informa essere stato a lungo amministratore delle società veneziane di Arrigo Poletti. E a questo punto, chiaramente, ci fermiamo. Qui.

CONDIVIDI CON

15 Commenti

  1. Claudio Claudio

    …omonimie… sono tutti casi di omonimie, io ne sono convinto!… Come pure quella del neo-presidente di CS dev’essere senz’altro un’omonimia. Pare che un suo omonimo, un certo Giancarlo Ciacciofera, nel 2009 sia stato processato in quanto coinvolto nella bancarotta del gruppo tessile siciliano Miraglia…
    (Concordo pienamente col commento di Francesca M.: “Lasciateli lavorare in santa pace! C’è bisogno di tranquillità per fare bene!”).

    http://archivio.siciliainformazioni.com/cronaca-regionale/bancarotta-del-gruppo-miragliasei-persone-rinviate-a-giudizio/

    http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/07/10/crac-da-13-milioni-condannati-miraglia.html

    http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2006/10/25/le-scatole-cinesi-dei-miraglia.html?refresh_ce

    1. io io

      Meno male che sono solo omonimie, altrimenti ci sarebbe stato da preoccuparsi !!! Ma , come dici tu, sono solo omonimie, quindi tutto ok !!! E lasciamoli lavorare in pace e tranquillità, si si, pace e tranquillità ci vuole, eccome no…

  2. Ottimi revisori… : Chi e’ Pier Domenico Gallo DAL NUOVO AMBROSIANO AL BANCOPER Il crack della filiale di Atlanta della Bnl, che ha esposto per quasi 4.000 miliardi la banca italiana con l’ Irak nella seconda metà degli anni’ 80,

    1. io io

      Beh questi Poletti ( veneti ) avevano quindi delle società gestite in modo un po’ allegro, o almeno questo sembra di capire dall’articolo del ”Trentino” che mi è stato messo come link. E questo signor Morat ( trentino) , ragioniere, ne era il contabile. A posto , tutto chiaro! Grazie signora Cavallaro. E auguri a Cesarini Sforza per una pronta rinascita .

        1. io io

          E’ vero, sorry, avevo capito male. Mi sono documentato un po’ e ho capito che sono dei tipini ( trentini ) che si danno molto da fare in Veneto, soprattutto zona Venezia , dove mi pare di aver inteso che avevano anche acquistato la locale squadra di calcio .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *