#territoriocheresiste

12189483_1516179572042180_2878280168665109740_o

L’assessore all’Agricoltura della Provincia Autonoma di Trento Michele Dallapiccola guida l’ingresso a Brentonico della PECORA BRENTEGANA, razza in via di estinzione, su cui, tuttavia, si sta progettando un programma di reintroduzione sul Monte Baldo. Un altro tassello di #territoriocheresiste si ricompone

Un rito collettivo che l’assessore alla Cultura del Comune baldense, su Facebook, ha descritto così:

Quinto Canali Confratelli, consorelle, consogender, alpini, carabinieri, assessori provinciali, assessori comunali, italiani, etiopi, mocheni, sardi, apolidi, democratici, anarchici, quasi democratici, calabresi, milanesi, pecore brentegane, pastori, bambini, circoli, associazioni, popolo… finanche… reatini paganichesi (in contumacia) !!!

CONDIVIDI CON

5 Commenti

  1. io io

    Mi piacerebbe vedere l’assessore che difende in territorio dalle trivelle della TAV invece… Con tutto il rispetto per la pecora brentegana… Secondo voi quale è il problema più grave al momento?

    1. Federico Federico

      Politici ipocriti ai mass media fanno credere che vogliono salvare la pecorella ( e voi ci credete e gli fate propaganda). E poi permettono che tra poco il Trentino sia trivellato come un groviera per fare la linea dei treni ad alta velocità. Con danni incalcolabili per la gente, l’ecosistema, l’agricoltura. Comunque voi bravi, lodateli e lisciate la schiena ai politici, chissenefrega se vi usano e vi manipolano a piacimento.

  2. Claudio Claudio

    …mmmh… è quel santone in nero, con i paramenti profani, stola inclusa, che mi inquieta!… E dovrebbe inquietare pure le pecore… Per il resto vedo un assessore veterinario, nonché fù amministratore del macello pubblico della valsugana che doverosamente si accerta sullo stato di qualità delle carni…rosse… per il santo natale… #forzapecoraresisti.

    (…le pecore al pascolo sul parco botanico del Baldo? Perché no. Mi sembra un’ottima idea… tanto… già oggi… delle centinaia di rare specie botaniche enfatizzate sui grandi tabelloni, se ne vedono di più nel deserto del Sinai che passeggiando sul Baldo!…).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *