(Dis)amicizie digitali

facebook digitali

Ieri sera, scorrendo lo streaming di Facebook, mi sono imbattuto nel post di un autorevole uomo politico di rango regionale, con importanti incarichi istituzionali. E con il quale, in questi mesi, ho cercato di tessere qualche relazione più o meno amicale.

Ebbene, nel post, l’autorevole uomo politico, indicava alcuni numeri – sorprendenti – a proposito dei volumi di produzione di un certo settore dell’agricoltura trentina. Settore che non conosco nel dettaglio. Per questa ragione i numeri (quintali/ettaro) mi sono apparsi stupefacenti, tanto da incuriosirmi. E così, con gentilezza – mi pare, ma mi direte voi – ho commentato il post in forma interrogativa “Davvero 12 mila ettari? più dell’intero vigneto trentino?”.

L’esimio uomo delle istituzioni, nel giro di pochi minuti è intervenuto per rettificare quello che aveva scritto poco prima, invocando un banale errore di battitura. Niente di male. Anzi, anzi: rettificare, per avvicinarsi alla realtà, fa sempre bene. A tutti. E aiuta, credo, anche la politica a prendere la mira.

Glielo avrei voluto scrivere. Lo avrei voluto ringraziare per la precisazione. Ma, nel mentre stavo mettendo le dita sulla tastiera, mi sono accorto che non lo potevo fare: l’autorevole uomo politico mi aveva tolto, seduta stante, la cosiddetta “amicizia” di Facebook.

Ora, al di là dell’insignificanza di questo banale episodio digitale, mi pare che questo atteggiamento denunci il violento autoreferenzialismo della politica, e della società, trentine, irrimediabilmente perdute nelle fascinazione delle narrazioni deprivate di realtà.

CONDIVIDI CON

70 Commenti

      1. il Conte il Conte

        Ci metti anche il gruppo Lunelli di cui aspettavi una risposta ?
        Tempo fa. In un tuo solito romantico post.
        A furia di aspettare risposte finisce che moriano tutti su una tastiera : giovani e non.
        Qui : una fantastica idea che se continua così non finisce neppure alla “TONCA!”
        Peccato.

        1. Cosimo

          Caro Conte, adesso a conferma della fine ingloriosa che, come da tue previsioni, farà questo blog…. ti pubblico una chicca…sorprendente…così…avrai altro materiale..per le tue iatture….!
          Un abbraccio affettuoso
          Tuo
          Cosimo Senior (che non si merita nemmeno la Tonca)

          1. il Conte il Conte

            Ci sono errori che sanno di fogna e altri di bucato (I. Montanelli) – Il blog sa di bucato, non merita fine ingloriosa ma non profuma mai tanto da arrivare all’attico.
            Vediamo un po’ di salire tutti gli scalini …. tutti insieme.
            Ricambio l’abbraccio anche se qui qualcuno penserà subito qualcosa altro che non c’è e farà il solito post del cavolo.

      1. Tex Willer

        The Winner is:
        Gianni Morgan Usai!!!
        L’incongruenza infatti dal mio punto di vista è: Coldiretti, non protesta ma propone..
        perché dov’erano quelli di Coldirettiquando il governo imponeva di far pagare agli agricoltori l’IMU e l’IRAP?
        L’hanno suggerite loro queste tasse?

        E poi diciamolo, se una confederazione necessita di incontrare i soci per dir loro cosa è accaduto durante l’anno evidentemente.. ciò che è stato fatto, forse, non era di immediata necessità per i soci, no?
        E poi forse è giunto il momento di riflettere su un altro aspetto.. nelle confederazioni gialle da tempo, i soci per come vengono trattati si chiedono se siano i funzionari o i soci i padroni.

        Insomma, le confederazioni nascono per rappresentare imprenditori, ma forse questa ratio generativa oggi non è più tale, perché la tecnica per ottenere consensi e rappresentatività ai fini di un peso politico, oggi ha portato a rappresentare più il consumatore!
        Io da imprenditore agricolo mi domando spesso: “coldiretti stima 5000 pandori in più sulle tavole degli italiani..
        gli italiani preferiscono il mare.. etc etc..
        Ma tutte queste ricerche sono davvero ciò che serve ai fini imprenditoriali dei soci??

        E allora io penso che oggi Coldiretti abbia indubbiamente una forte influenza politica
        ma che non la stia utilizzando a fini agricoli,
        sembra più una lobby dei funzionari…
        funzionari che poi come giustamente detto da Giovanni Morgan vanno in pensione non come gli agricoltori a 498€ al mese ma a 5000€ al giorno come il sign. Gesmundo…
        Parleranno anche di questo nel ciclo di #incontri informativi? Vedremo…

        1. il Conte il Conte

          @ Tex : dopo il Tempo delle Mele è arrivato il Tempo del Pandoro. Non capisco cosa c’entra il magico dolce veronese con la Coldiretti. Si auspika un nuovo Pandoro a Km zero ?

          1. Tex Willer

            Sono le interessanti inchieste condotte da Coldiretti che noi agricoltori non capiamo che c’azzeccano con l’agricoltura, forse per l’uva appassita? Aspettiamo… risposte chiarificatrici.

  1. mwg mwg

    Credo che il toglierti l’amicizia sia stato più un gesto di Auto-vergogna….
    La dice lunga sul livello di rappresentanza politico/ sociale che abbiamo… Bell’esempio e soprattutto bravi noi trentini (?) che lo abbiamo scelto.

    1. Tano Tano

      Vergogna per cosa? Ci sta tutta che ci si possa sbagliare..e sinceramente ero contento per la precisazione.
      No, credo piuttosto si vogliano evitare domande, fastidi.

      1. Tex Willer

        Noooo!!! Personalizzata, e io che per averla subito ho rinunciato.
        Maledizione!
        Il prossimo anno la personalizziamo TWBM così quando andiamo dai capoccia… ci facciamo riconoscere! Ahahahah
        😉

        Allegati

  2. Canaglia Canaglia

    Credo di aver capito a cosa ti riferisci: la news stava ieri anche su BuonAgricoltura. Allora il giornalista che se ne occupa ha chiuso gli occhi? Si? No? Ni?

  3. claudio claudio

    Quanto è successo,è un brutto segnale…per fortuna ci sono realtà come quella che interpreti-anche di forte critica-che possa far correggere anche…i banali errori di battitura…..Ma credo che il confronto vero anche su temi seri come quello che Tu tratti-non è il blog degli ubriaconi questo!!!- sia alla deriva , a causa di un presenzialismo,leaderismo,”visibilismo” senza pari e dove la politica è ridotta al supermercato degli affari,senza che vi siano benefici per i cittadini.
    C’è chi parla di pancia e recita a soggetto a secondo delle città che visita…chi parla alla pancia…chi sgrana numeri senza fondamento e chi si fa il culo per arrivare a fine mese.
    Non è demagogia,ma cruda realtà…comunque,non Ti curar di lui…il tuo sapere e il tuo cervello(e sai che non la penso come Te su tantissime cose!!!) è molto più in alto di chi ti ha cancellato!

    1. Ciano Ciano

      Se le cose sono andate come racconti tu, mi sembra grave. Chiedere di verificare un’informazione mi sembra una cosa così banale e normale, che non mi sembra possibile che la reazione sia stata questa.

    2. il Conte il Conte

      @Claudio : mi congratulo con lei perché i suoi interventi sono chiari e precisi – sono sempre d’accordo nel moderare questa palestra di alcuni bloggisti che in fondo non dicono nulla se non mandare in vacca e uscire fuori tema. Che dimostrino quello che valgono (ne sono certo) ma per le battute a sé stanti vadano pure al Varietà !
      Migliore palcoscenico da noi è piazza Dante, davanti e a destra del monumento.
      Altrimenti prendano il treno che è lì vicino e vadano a Milano, allo Zelig, ammesso che li apprezzino e li ascoltino !

      1. Canaglia Canaglia

        mi scusi Conte, ma chi sarebbero questi blogghisti, uso parole sue, che mandano tutto in vacca? sono io ? cosa le da tanto fastidio? del resto non mi pare che lei sia un gran contributore, almeno a leggerla qui sopra.

        1. il Conte il Conte

          Preferisco “a sandira” … non il barocco !
          Alle Colonne d’Ercole non so se il Marzemino si accorda bene con gli astici gialli a puntini blu del mare Atlantico che non è quel nostro laghetto chiamato Mediterraneo.

          1. canarino Titty canarino Titty

            Ah…, si verissimo, una dimenticanza, ma nulla di male così ho rafforzato l’immagine.@ CONTE , prova stare un filino più attento. Hai sbagliato CLAUDIO questo è CL CIVETTINI non il NS CL, pure “quore” ALBERGATRICE lo sa scrivere ottimamente. Fidati. ore 7.25 zulu

      2. Umberto Eco Eco Eco eco

        Avevo ragione o no Conte quando a Trieste tipo fa dissi: “I social media danno diritto di parola a legioni di imbecilli che prima parlavano solo al bar dopo un bicchiere di vino, senza danneggiare la collettività. Venivano subito messi a tacere, mentre ora hanno lo stesso diritto di parola di un Premio Nobel. E’ l’invasione degli imbecilli”?

        1. il Conte il Conte

          Ma perché Trieste ?
          Terra della fu Dreher, del Molo Audace, e di caffè di gran nome ?
          Forse perché a Sanseverino da nopi ci trovi solo chi …non fa tante e anguste, intelligenti meditazioni.

  4. Piripicchio Piripicchio

    Dai che il nome dell’assessore in questione è facile, bastava che vi leggeste con costanza il blog negli ultimi mesi , era tutto uno zucchero e miele con una certo assessore… Infatti io meravigliato mi chiedevo : ma come, un fustigatore ( benemerito, perchè fustigatore a fin di bene, che quando ci vuole ci vuole ) della classe politica che va a braccetto con il nemico ( nemico in senso figurato intendo) ? Indipendentemente da come finisca questa storia, io da lettore del blog non apprezzavo questa cosa, perchè credo che il giornalista amico del politico finisca poi per perdere di vista il suo compito principale, quello di essere obiettivo e libero di criticare se è il caso, senza condizionamenti da amicizia che alterino la percezione dell’operato della classe dirigente.

    1. Oddio Piripicchio…..incasso.. le tue critiche circa il collateralismo presunto… e proverò a fare autocritica e a correggermi; ma ti correggo: non è un assessore quello che mi ha tolto l’amicizia solo per avergli fatto notare che erano numeri a vanvera…

      1. Piripicchio Piripicchio

        Allora ho sbagliato, pensavo intendevi un certo assessore del quale spesso si è parlato ( sempre bene, mi par di ricordare ) su questo blog . Con il quale mi pareva tu avessi un ”filo diretto” particolare , che a me personalmente non piaceva , perchè mi pareva intriso di buonismo e di mancanza di critica da parte tua. Tanto per intenderci, un certo assessore ”Re Sole” del quale tutti conoscono il nome su questo blog è sempre stato sbranato . Con questo altro assessore che intendo io mi pareva che ci fosse tutt’altro metro di giudizio, quasi che ci fosse un rapporto di amicizia che impedisse di criticarne l’operato. Fine dell’equivoco comunque, io credevo ti riferissi adi una certa persona, tu dici che non è un assessore , quindi a posto così. Buona domenica a tutti.

        1. Il fatto è che con Re Sole, che qui abbiamo messo in croce mille volte sbranato, l’amicizia e la frequentazione c’è sempre stata. Poi qui sopra lo abbiamo sbranato: del resto è uno che si presta, essendo sempre stato molto, molto, sopra le righe. E nonostante ciò, con Re Sole la stima e l’amicizia non sono mai venute meno e da lui non è mai arrivato il benché minimo richiamo all’ordine.
          Con Dallapiccola, immagino tu ti riferisca a lui, la frequentazione è sempre stata molto rada e rara: ma come fai a prendertela con Dallapiccola.. mi viene in mente quella vecchia battuta di Fortebraccio…(quella della porta..) .
          Comunque il personaggio in questione non è un assessore, è un consigliere provinciale, anzi un enfant prodige …del consiglio provinciale.

    2. Romano Romano

      Alla fine di tutta questa menata, chi è il politico? si può sapere o è un segreto? Sei anche tu come il tipico trentino doc che non fa mai i nomi perché ha paura di perdere i privilegi?

  5. Topolino Topolino

    Semplicemente un cafone!
    Sarebbe bello sapere chi è e ti giuro che se fosse amico mio su Facebook lo bannerei subito, ma per non fargli della gratuita pubblicità preferisco non saper chi è tanto loro sono tutti uguali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *