ALTO ADIGE: SUMMA 2016

Manca davvero poco alla 18esima edizione di Summa, l’appuntamento annuale organizzato da Alois Lageder nella sua Tenuta a Magrè (BZ), Casòn Hirschprunn e Tòr Löwengang, che dal 9 all’11 aprile 2016 proporrà fra i banchi d’assaggio il meglio della produzione vitivinicola proveniente da tutto il mondo. La manifestazione altoatesina certificata Green Event – che per la prima volta si svolgerà in tre giornate ed accoglierà, oltre agli operatori del settore, anche privati ed appassionati fino ad esaurimento posti nella giornata di domenica 10 aprile (partecipazione consentita solo previa registrazione, iscrizione e pagamento online) – offrirà anche quest’anno un fitto calendario di degustazioni, verticali, seminari e workshop, oltre a gastronomia di alto livello, visite guidate dei vigneti, della cantina e del giardino.

Summa sarà sì un’occasione unica per entrare in contatto con oltre 60 produttori d’eccellenza provenienti quest’anno da Italia, Francia, Austria, Germania, Australia e Nuova Zelanda, ma soprattutto offrirà la possibilità di partecipare a degustazioni guidate e verticali esclusive, condotte dagli stessi vignaioli o da esperti del settore e aperte a tutti i visitatori. In programma, tra le altre, la degustazione “I vini Cometa – Impulsi Innovatori della nostra enologia”, a cura della sesta generazione Alois Clemens Lageder, dal 2015 responsabile dell’area vendite e marketing della Tenuta, affiancato da Georg Meissner, referente per i settori agricoltura, enologia, ricerca e didattica dell’azienda Alois Lageder e Jo Pfisterer, responsabile della produzione in cantina.

E ancora, per citarne alcuni, l’interessante tasting condotto dalla Presidente AIS Alto Adige Christine Mayr, “Vitigni Rari”, e il “Riedel Wine Glass Tasting” – tenuto da Laetizia Riedel e Alois Clemens Lageder – che intenderà dimostrare agli ospiti come forma e dimensione del calice influiscano, positivamente o negativamente, sulla percezione olfattiva e gusto-olfattiva dei vini degustati.

Ricca e prestigiosa anche l’agenda di verticali distribuita nelle tre giornate: “Bragato Tocai Friulano: retrospective of a great autochthonal grape variety”, di Antonio Bragato, “Rarum – Löwengang Cabernet”, la raccolta delle annate storiche di Alois Lageder, a cura di Luis von Dellemann, la presentazione del “Vino Rosè ´Sof´” della Tenuta di Biserno, “The phantastic six” dell’azienda maremmana Monteverro, “Sempre… Solare!” della Società Agricola Capannelle, “Schlossböckelheimer Kupfergrube Riesling GG“ di Gut Hermannsberg, “Gaiun Martinenga Barbaresco 2010-1995”, delle Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy, “Presentation of different types of Grenache from Roussillon“, proposta dalla Tenuta francese Moulin de Breuil e, infine, “Il Galatrona compie 20 anni: 1994-2013”, a cura della Società Agricola Petrolo.

La kermesse altoatesina darà come sempre spazio anche ad approfondimenti tematici attraverso un’interessante selezione di seminari: “The vineyard as a habitat” presentato da Georg Meissner della Tenuta Alois Lageder , “La viticoltura green in Abruzzo” esposto da Luigi Valori e, infine, il tema dei vitigni resistenti ai funghi, curato dall’azienda austriaca Ploder-Rosenberg.

Continua l’esclusiva partnership con Demeter, il marchio internazionale che controlla e certifica il lavoro – e i prodotti – degli agricoltori che praticano la coltivazione biologico-dinamica. Attraverso Summa, Alois Lageder continua la sua opera di promozione del partner, riservandogli spazi di presentazione di rilievo, allo scopo di accrescere la consapevolezza della comunità Demeter, sia tra i visitatori sia tra i produttori stessi.

Gli ospiti di Summa 16 s’immergeranno anche in una rassegna enogastronomica speciale, in collaborazione con il catering Hannah&Elia e Pastificio Monograno Felicetti che proporranno piatti caldi e freddi in gran parte preparati con ingredienti da coltivazione biologica. Partner regionali come Karl Telfser feinkost & catering delizieranno gli ospiti con formaggi tipici, o ancora il panificio Profanter con il suo pane biologico, la macelleria Schrott con lo speck Alto Adige e le contadine di Magrè con le amatissime frittelle di mele. Non mancheranno infine le pizze romane di D’Amici Food, la delicata trota di Trota Oro e i gelati di Gildo Rachelli.

La Tenuta Alois Lageder devolverà quest’anno una parte del ricavato della manifestazione all’associazione umanitaria Casa della Solidarietà (CdS), che da quasi quindici anni aiuta persone in difficoltà. In programma anche un interessante workshop giornaliero “Dal gusto del vino al suono della ciotola”, che illustra i benefici del trattamento con le campane tibetane.
Nel 2016 continua inoltre la collaborazione con FAMOS for Alois Lageder – “Oggetti speciali da persone speciali”: i badge d’ingresso della manifestazione verranno realizzati dalle persone che lavorano nei laboratori protetti della comunità comprensoriale Oltradige-Bassa Atesina (BZ).
Nell’ambito della manifestazione – certificata ormai per la seconda volta come Green Event da parte dell’Agenzia Provinciale per l’Ambiente – viene data particolare attenzione alla mobilità sostenibile. Il servizio navetta per gli ospiti, infatti, sarà nuovamente affidato agli innovativi veicoli a idrogeno dell’Istituto per Innovazioni Tecnologiche Bolzano.

CONDIVIDI CON

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *