IL MUGGITO DI EROS: IL TRENTINO (MARKETING) RINGRAZIA

Scrive Gigi Zoppello, giornalista de L’Adige, su FB

Eros Ramazzotti ospite gratis ad Andalo in hotel a 4 stelle… ma non voleva pubblicità, quindi ordine di non farlo sapere e di non pubblicare niente. Poi però arriva una raffica di paginazze sulla rivista “Oggi” in cui fra l’altro Ramazzotti si gira un video ad Andalo in cui fa i muggiti. Che volesse bonariamente prendere in giro questi montanari?

IL VIDEOMUGGITO DI EROS

Intanto la rete, reagisce così: lanciando una nuova icona pop…

Selezione_321

 

 

 

CONDIVIDI CON

23 Commenti

  1. Giuliano Preghenella

    E’ vero il tempo passa anche per lui…
    Io Federico non mi meraviglio del comportamento di Eros Ramazzotti,
    Eros può canticchiare, è il suo mestiere e in più ne ha motivo, gli va da Dio, tutto gratis… chi è che non canticchierebbe al suo posto?

    L’anomalia semmai è tutta nostra, mi ci metto anch’io perchè probabilmente a questo punto siamo tutti uguali e al posto dell’ albergatrice… ci comporteremo anche noi in quel modo anche se ora critichiamo il suo comportamento. Bisogna prenderne atto da quel punto di vista evidentemente siamo tutti deboli.
    Soluzioni?
    Mah, non per dare lezioni a nessuno, lungi da me, ma trovo adatte e le condivido con voi perchè mi danno speranza le parole di Luca Ricolfi e del Cardinal Ravasi che proprio oggi appaiono sul Sole 24 Ore.
    Il primo parlando di corruzione sostiene che: “I due più potenti meccanismi che possono immunizzare un paese dal virus della corruzione sono il suo capitale sociale, ovvero la ricchezza e la qualità delle relazioni fra i suoi abitanti e, soprattutto, quella che potremmo battezzare la sua cultura pro-impresa: un complesso di condizioni fatto di apertura dei mercati, burocrazia leggera, iter amministrativi brevi, giustizia civile funzionante, e così via”.

    Mentre il secondo parlando dell’arte di perdonare ci dice che: “alla base, comunque, ci dev’essere sempre la nobiltà della sincerità, dell’umiltà e dell’amore perché «ammonire chi sbaglia significa amare il prossimo senza un perché».”
    Coraggio quindi, autori di questo blog, continuate con umiltà a evidenziare questi episodi, chissà che un giorno le cose non migliorino per davvero.
    Avrò ragione o la mia speranza finirà come nel famoso proverbio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *