CON IL SETTEMBRE ROTALIANO UN WEEKEND DEDICATO AL TEROLDEGO

Da venerdì 2 a domenica 4 settembre a Mezzocorona si celebra il principe dei vini trentini, tra degustazioni, spettacoli, musica, arte, sport ed animazioni per grandi e piccoli. Il vino simbolo del territorio sarà inoltre celebrato durante tutto il mese di settembre anche con la manifestazione “A tutto Teroldego”: un ricco calendario di degustazioni, menù a tema, visite in cantina e nei vigneti per conoscere il principe dei vini trentini, a cura della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino.

 

Trento, 30 agosto 2016 – Presentata oggi in conferenza stampa a Palazzo Roccabruna la nuova edizione di Settembre Rotaliano, una delle manifestazioni più importanti del territorio trentino, che quest’anno si arricchisce di una serie di novità.

 

Abbiamo lavorato – dichiara la Presidente della Pro Loco di Mezzocorona, che organizza l’evento – per trovare un equilibrio tra la parte di festa enogastronomica tra i portoni e la mostra di approfondimento ‘Alla scoperta del Teroldego’, giunta ormai alla sua 26° edizione. Una scelta che si evidenzia, oltre che nella ricca proposta rivolta alle diverse tipologie di pubblico dagli esperti di settore ai semplici appassionati, fino alle famiglie con bambini, anche attraverso la realizzazione di un logo unico, che unisce finalmente questi due aspetti anche a livello di immagine”.

 

Come ha spiegato la presidente, la manifestazione si snoderà attraverso cinque itinerari:

 

Ø  l’itinerario enogastronomico tra 18 stand, curati dalle associazioni del paese grazie al coinvolgimento di oltre 500 volontari, dove verranno proposte le pietanze più disparate, in abbinata al Teroldego Rotaliano delle sette cantine di Mezzocorona coinvolte nella manifestazione oppure a proposte analcoliche tra cui “Vinato”, sciroppo a base di vino Teroldego che verrà presentato in anteprima proprio in questa occasione

 

Ø  l’itinerario enologico, vero filo conduttore dell’evento, con la partecipazione di 17 cantine per un totale di 28 etichette, disponibili a Palazzo Conti Martini. Qui, come ha spiegato il sommelier Michele Benini, che durante la tre giorni di manifestazionesarà a disposizione del pubblico per consigli e suggerimenti, si potrà accedere ai self tasting, che consentiranno di degustare ilTeroldego di annate diverse – dal 2009 al 2015 – per apprezzarlo nelle sue diverse sfaccettature. Inoltre, per i più giovani, vi saranno due punti mescita con acquisto di singole degustazioni e un corner dove verranno presentati degli abbinamenti con proposte gastronomiche studiate da Paolo Dolzan del Ristorante Perbacco. Infine, novità 2016, potranno essere degustate anche le grappe di Teroldego, sia in purezza che miscelate in inediti cocktail dal barman di fama internazionale Leonardo Veronesi

Ø  l’itinerario artistico-culturale con la mostra Terra, che si snoderà non nelle sale di Palazzo Martini, solitamente chiuse al pubblico; con quella di Daniela Webber dal titolo “Favole e Decori”, presso la biblioteca, con le opere di Kurt Shmidt, con mostre fotografiche e di pittura e con la presentazione del libro Rosso Teroldego di Massimo Pisetta

Ø  l’itinerario musicale con concerti e musiche per ogni gusto durante tutte e tre le giornate di manifestazione e con l’accompagnamento musicale a Palazzo Conti Martini

Ø  l’itinerario per i più piccoli, con un’area a loro dedicata, tra gonfiabili, trenino elettrico e ponti tibetani, ma anche con esibizionidi karate, danza, ginnastica artistica, e con la possibilità di partecipare a laboratori e demo della Croce Rossa Italiana

Un programma davvero ricco – ha commentato il Sindaco di Mezzocorona Mattia Hauserper un evento che negli anni è cresciuto e si è ampliato, uscendo anche dai confini provinciali e divenendo di grandissima importanza per Mezzocorona. Un’occasione unica – ha aggiunto – per respirare e vivere la cittadina. Merito dell’aiuto, della competenza e della professionalità degli organizzatori, che lavorano per un intero anno per offrire al pubblico un programma di questa portata“.

 

A contribuire alla visibilità dell’evento, la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, cui è stato affidato il compito di gestire il coordinamento tra le varie manifestazioni enologiche che sul territorio promuovono le produzioni tipiche del Trentino, come di fatto fa Settembre Rotaliano. “In quest’ottica – ha commentato la direttrice Elena Chincarininon potevamo non essere parte attiva di questa manifestazione. Il nostro ruolo – ha precisato – è stato infatti quello di sostenere l’evento con i nostri strumenti di comunicazione, dall’ufficio stampa al sito, dai social alla newsletter, e di organizzare l’iniziativa collaterale ‘A tutto Teroldego’, che ha gli stessi obiettivi della manifestazione ovvero celebrare questo straordinario prodotto del territorio“.

 

A tutto Teroldego è un ricco calendario di 17 iniziative che si svolge durante tutto il mese di settembre nelle diverse aree di pertinenza della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino (Valle dei Laghi, Piana Rotaliana, Val di Cembra, Vallagarina, Trento, Valsugana) coinvolgendo in totale una quarantina di soci, tra menù a tema, visite guidate, corsi di cucina, laboratori didattici, degustazioni e proposte vacanze. Tutti i dettagli su  bit.ly/atuttoTeroldego.

 

Una proposta – ha concluso la direttrice – in linea con le nostre priorità operative, che prevedono di favorire la diffusione di cultura di prodotto e di innescare una sinergia sempre maggiore tra gli operatori del territorio, collaborando per promuovere il Trentino anche dal punto di vista turistico“.

 

All’interno di A tutto Teroldego si sviluppa anche VendemmiAmo, iniziativa a cura del Consorzio Turistico Piana Rotaliana-Königsberg, come ha spiegato il direttore Francesco Anderlini: “Attraverso VendemmiAmo vogliamo proporre al pubblico la possibilità di partecipare ad una vendemmia turistica presso alcune aziende vitivinicole del territorio. Un’esperienza intensa, a stretto contatto con i produttori, che consentirà di scoprire anche alcuni segreti della vinificazione“.

 

Un vero e proprio lavoro di squadra, a cui ha aderito anche Palazzo Roccabruna che, oltre ad aver concesso la sala per la presentazione, sosterrà la manifestazione proponendo per tutto il mese di settembre le 28 etichette in mostra a Settembre Rotaliano nella propria carta vini che, nel weekend dal 15 al 18 settembre, saranno addirittura le uniche protagoniste della proposta enologica dell’Enoteca Provinciale del Trentino insieme al Trentodoc. Infine, nell’ultimo fine settimana del mese, organizzerà una cena a tema dedicata al Teroldego Rotaliano.

 

A chiudere la conferenza stampa, l’intervento di Sandro Pancher, Presidente della Cassa Rurale di Mezzocorona: “La longevità del Settembre Rotaliano, che ormai ha superato il quarto di secolo di storia, è frutto della sua forte identità, che poggia innanzitutto sull’associazionismo e sul volontariato, oltre che su un coordinamento professionale altamente qualificato, che la Pro Loco è riuscita a dare, portando nella borgata di Mezzocorona un’affluenza straordinaria, anche di turisti “.

CONDIVIDI CON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *