ALTO ADIGE FRA ROMA E MILANO

ALTO ADIGE, MILLE PARTECIPANTI AL TOUR “STORIE DI PICCOLI PRODUTTORI E GRANDI VINI”

Successo per gli appuntamenti di Milano e Roma, organizzati in collaborazione con le delegazioni AIS.
Il prossimo appuntamento con i banchi di assaggio del Consorzio è il 18 novembre a Bolzano con Top of Vini Alto Adige

Roma, 27 ottobre 2016 – Ha superato i 1.000 partecipanti il tour in due tappe “Alto Adige, storie di piccoli produttori e grandi vini” che ha presentato a stampa, operatori del settore, sommelier e appassionati di vino il meglio della viticoltura altoatesina. Il grande banco di assaggio ha spaziato dalla famiglia dei Pinot ai grandi vitigni internazionali, dal Gewürztraminer alla Schiava, dal Riesling al Lagrein, con 50 delle etichette più rappresentative del territorio.

Il tour, organizzato dal Consorzio Vini Alto Adige, ha fatto tappa in maggio a Milano e in ottobre a Roma, con la collaborazione rispettivamente della delegazione AIS Milano e di AIS Lazio e delegazione di Roma. Protagonisti dei due eventi, le persone che con i loro vini hanno portato l’offerta vinicola dell’Alto Adige ai vertici dell’eccellenza internazionale: i soci delle cantine, i piccoli vignaioli e le famiglie che con il loro impegno quotidiano coltivano quasi 5.400 ettari di superficie vitata.

Qui, la natura incontra in un connubio indissolubile l’uomo e il suo bagaglio di tradizioni in un territorio caratterizzato da condizioni pedoclimatiche e colturali uniche, da una grande varietà di terreni e dalla possibilità di coltivare ad altitudini che variano dai 200 ai 1.000 metri. Un patrimonio senza pari, valorizzato grazie alla dedizione e alla passione del lavoro nei vigneti e in cantina per dare vita a vini di grande carattere, forte equilibrio e qualità indiscussa.

Nei banchi di assaggio di Milano e Roma abbiamo rappresentato a 360 gradi la grande ricchezza della viticoltura altoatesina – ha commentato Werner Waldboth, Direttore Marketing del Consorzio – Centinaia di appassionati ed esperti del settore hanno potuto avere una panoramica completa sulle nostre meravigliose terre, in bilico tra Alpi e Mediterraneo, in cui quello che è dentro al bicchiere si fonde con quello che sta fuori: i racconti, la storia e la dedizione dei produttori. Anche per il 2017 le prospettive sono molto favorevoli; l’ultima vendemmia si è conclusa positivamente e avremo una qualità molto alta sia per i bianchi che per i rossi”.

Il prossimo appuntamento con i vini dell’Alto Adige è per il 18 novembre con “Top of Vini Alto Adige”, il banco di degustazione in programma al teatro Comunale di Bolzano che metterà in scena i vini altoatesini che hanno ottenuto i massimi riconoscimenti dalle principali guide del settore.

Per ulteriori informazioni: www.vinialtoadige.com

CONDIVIDI CON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *