VOLONTARIATO RURALE, A BARATTER (E ANCHE A ME) PIACE L’ ALTO ADIGE

Sarà presentato sabato mattina il disegno di legge provinciale a firma Lorenzo Baratter per la promozione del volontariato rurale di montagna, sull’esempio di quello che già da vent’anni accade in Alto Adige. In provincia di Bolzano, infatti, è attiva un’organizzazione che mette in contatto circa 2.000 volontari all’anno con aziende agricole di montagna bisognose di aiuto, dando la precedenza a particolari situazioni di difficoltà (zone disagiate, famiglie numerose, persone diversamente abili, persone anziane, etc). I volontari hanno garanzia di assicurazione, vitto e alloggio.
“Un progetto – spiega Baratter – che ha prodotto risultati estremamente interessanti per la salvaguardia delle attività agricole e zootecniche di montagna”.
Il fine è quello di riavvicinare i contesti urbani alle vallate, favorendo la relazione e lo scambio tra contesti distanti non solo geograficamente ma, soprattutto nel caso della montagna e dei contesti urbani, anche culturalmente.

“Un disegno di legge che ha l’obiettivo – ha aggiunto il consigliere autonomista – di valorizzare e sostenere l’agricoltura in quota, all’interno di un’esperienza di interscambio che arricchisca sia il destinatario dell’intervento sia il volontario”.
Il Disegno di Legge n.165/XV (Sostegno all’agricoltura di montagna attraverso la promozione e l’organizzazione del volontariato nelle aziende agricole e zootecniche trentine) sarà presentato sabato 22 alle ore 11, presso il Gruppo consiliare del PATT in Vicolo della Sat 12.

CONDIVIDI CON

9 Commenti

    1. Eh mi go idea sia pu el spezatin, ne a veder la media delle cantine po vardan, ghe cantine che ariva a 35.000 euro ettaro ma la media l’è 250al quintal, quasi come da noi… Che fra accantonamenti, mutui, autofinanziamento, alla fin arivan a 85….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *