CONSORZIO, TUTTO DA RIFARE

Nei giorni scorsi in un paio di post puntuti ho provato a squarciare il velo sui vizi e sui difetti di Consorzio Vini del Trentino (qui e qui). Sull’ultimo numero di Vita Trentina, il settimanale diocesano della curia tridentina, due giornalisti di orientamento moderato e anche di più, Sergio Ferrari e Giuseppe Michelon, hanno sollevate le mie stesse perplessità. E hanno suggerito la medesima prospettiva: la trasformazione di Consorzio in un comitato professionale paritetico.

Ne consiglio la lettura!

 

 

CONDIVIDI CON

2 Commenti

  1. Angelo Rossi Angelo Rossi

    Sergio Ferrari di orientamento moderato e anche di più? Non vorrei che si offendesse, io lo definirei di orientamento educato e anche competente, graffiante, propositivo. Comunque sia, basta la sintesi che ha fatto nelle ultime tre righe dell’articolo per spiegare cosa intendo.

    1. Volevo dire che, a differenza di come siamo considerati tu ed io, il professore nessuno lo può considerare come un esagitato estremista. O un pericoloso ribellista. Per ilresto, concordo sul graffiante, educato… e propositivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *