MANAGER, AFFARI E SPUMANTI


Cavit, il consorzione di secondo grado della cooperazione trentina da 180 milioni di euro di fatturato (che fral l’altro qualche giorno fa ha eletto il suo presidente Bruno Lutterotti  al vertice di Consorzio Vini del Trentino), nei giorni scorsi ha acquistato dal procedimento fallimentare La Versa – Viticoltori dal 1905, lo ha fatto insieme a Terre d’Oltrepò, una cantina fidata e amica; e non solo: soprattutto fedelissima socia d’affari del consorzio trentino attraverso la coop Cantine Palazzo.
Tutto bene e tutto a posto. Naturalmente.
Tuttavia c’è anche da dire che dietro, anzi davanti, La Versa c’è uno dei marchi – e insieme al marchio ci sono reputazione, competenza, qualità, tradizione – più prestigiosi della spumantistica classica italiana. Mentre davanti a Cavit, anzi dietro, c’è un efficentissimo manager lombardo, che in questo momento, è anche presidente dell’Istituto Trento Doc, l’associazione di tutela e valorizzazione della spumantistica trentina. Trento e Oltrepò insieme per obbligo d’ufficio, per obbligo d’affari cooperativi? Staremo a vedere. Intanto i manager impazzano. E impazzano i fatturati e gli affari.

CONDIVIDI CON

23 Commenti

  1. Ma perché mettete sempre sotto tiro il dottor Zanoni, che è uno dei migliori manager internazionali del settore spirits? Altri dovbrebbero essere colpiti, non lui che è il miglior acquisto che il Trentino ha fatto negli ultimi 30 anni!

    1. Ma perché gli vogliamo bene, naturalmente. E’ così difficile da capire? Proprio perché gli vogliamo un gran bene – davvero – e perché lo stimiamo – davvero – lo teniamo d’occhio… e lo sproniamo a fare di più!
      Comunque anche secondo me è uno dei migliori manager del vino in circolazione, ma un manager a lui spetta eseguire la rotta indicata dal navigatore, ma il navigatore lo deve impostare il presidente e il cda.

  2. Lucifero Lucifero

    Ahahhahaha, divertentissimo: complimenti Paola. E’ una perfetta rappresentazione di quello che sta accadendo, i grandi gruppi industriali calpestano tutto e tutti in nome del mercato. Qualcuno ci guadagna, in questo caso Trento, e qualcuno ci perde, in questo caso il amatissimo Oltrepò

    1. …quando Trentino Wine nella persona di Tiziano Bianchi mi “ncarizza” sono solo guai alle porte. In verità vi dico che l’articolo è del dott Tiziano Bianchi io non sono altro che la sguattera del blog, mio è solo il fotomontaggio

      1. giuliano fago golfarelli giuliano fago golfarelli

        Cara Paola, cosa ti dicevo ?
        Non ricordo – causa età
        Ma persevera così … e migliora la grafica dato che come fotografa sei più meglio assai.

        1. Paola Attanasio Paola Attanasio

          Ciao, conte. Mi dicevi che non devo mai lavorare gratis! Grazie per l’apprezzamento come fotografa…spero di diventare più brava come grafica e anche come fotografa 😉

  3. I manager sono scelti dalla proprietà per far girare la macchina al meglio
    Mi sembra tutto lineare e conseguente
    L’organizzazione e l’ottimizzazione delle economie permette di essere competitivi sui mercati e garantire reddito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *