TERRITORIO A BRANDELLI

E qui invece il territorio che non resiste: Rosato trentino (?) secondo le indicazioni dello scaffale (TerritoriCoop – Metti il Trentino Alto  Adige nel carrello) scontato a 1,27 euro litro. Confezionato  in bag in box da 5 litri da Cavit con il marchio commerciale della defunta Cantina Sociale di Nomi.  #seguirabrindisi

 

CONDIVIDI CON

15 Commenti

    1. Tiziano Bianchi non è in vendita in Italia ma solo su Groupon UK. Ecco quanto dichiarato da Groupon UK: «Per celebrare la Festa della Mamma abbiamo creato il primo smalto commestibile al mondo al gusto di prosecco, “lo smalto al prosecco”. Abbiamo combinato il nostro amore per manicure con quello per il prosecco e questo smalto è fatto con vero spumante (compresi odori e sapori) ed è uguale a quello vero. Ha la lucentezza delicata dell’oro e se lo avvicini alla bocca e al naso ha lo stesso delizioso profumo. In pratica ti regala le stesse sensazioni senza quel fastidioso mal di testa del giorno dopo».

      PS. Il prosecco è davvero tra gli ingredienti!

    1. Mah… non so…forse, siamo noi gli unici a tenere d’occhio queste cose….e alla fine forse non sono nemmeno significative…forse. Invece: ieri a Trento ho visto un Igt sicilia in confezione dama da cinque litri di plastica a 2 euro litro. per curiosità lo ho preso, e devo dire che non era nemmeno sgradevole…comunque pur sempre ad un prezzo superiore a questo qui.

    2. si .. se uno lascia da parte i gusti personali … e analizza tecnicamente i vini … è difficile trovare vini con difetti anche nelle fasce più basse sia italiani che stranieri … ( anzi, l’altro gg a una mostra bolzanina c’era un vino con una nota palese di brett e di volatile … proprio sgradevole … restava a tutti nel bicchere … non so il prezzo ma non penso poco essendo il vino di punto di quella cantina) … è evidente che nella GDO non ci sono vini con punte particolarmente elevate rispetto al potenziale del vitigno/territorio, fanno il loro diciamo … nel bene e nel male si capisce che la soglia di prezzo di un buon vino capace di regalare qualcosa oltre alla soluzione idroalcolica colorata e vagamente profumata sta un pò più in alto del 1-2-3-4 €/L …

      1. Angelo Rossi Angelo Rossi

        Quello che più dispiace in questa storia è che si sia utilizzato il marchio di una Cantina di primo grado per vendere in GDO un prodotto di basso prezzo, quando le Cantine di primo grado dovrebbero stare in horeca (come Vignaioli quali sono) a prezzi corretti rapportati al prestigio del brand. Come ad es. fa la Cantina di Toblino di cui al post di oggi. Il danno d’immagine ricade così su tutti. Consumatori compresi, perché si sfrutta in malafede … la buonafede dei consumatori che si ricordano del marchio Cantina di Nomi nonostante il fallimento. Avrebbero fatto meglio ad inventarsi un accattivante nome di fantasia.

    1. In realtà Nomi non c’entra più niente: la cantina non esiste più, fu travolta da operazioni avventurose compiute nei primi anni Duemila fra la siclia e gli states (Athesia Usa). Però è rimasto il marchio per i bag in box che si era ritagliato un bel mercato, l’impianto di confezionamento è stato rilevato da Cavit che ora sovrintende a questi bag in box. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *