TRENTO DOC PREMIA ANTONELLO MAIETTA

TRENTODOC PREMIA LA CATEGORIA DEI SOMMELIER AL PERSONAGGIO
DELL’ANNO DI “ITALIA A TAVOLA”

L’Istituto Trento Doc sarà presente all’annuale appuntamento che assegna il titolo di Personaggio dell’anno dell’enogastronomia 

L’1 e il 2 aprile si terrà a Firenze l’appuntamento con il Premio Personaggio dell’anno dell’enogastronomia e della ristorazione, organizzato da Italia a Tavola. Trentodoc quest’anno è particolarmente orgoglioso di conferire il premio Italia a Tavola – Personaggio dell’anno per la categoria “Maître, Sommelier e Manager d’Hotel” ad Antonello Maietta, presidente dell’Associazione Italiana Sommelier, con cui l’Istituto già collabora in modo proficuo, attraverso l’organizzazione del Concorso Miglior Sommelier d’Italia.
La sera del 1° aprile si terrà la cena di gala, con show cooking di 10 cuochi stellati Michelin, nella suggestiva cornice del Varieté di Firenze. A fine serata, l’Istituto Trento Doc sarà chiamato a premiare anche le altre figure che, attraverso il sondaggio online di Italia a Tavola, si sono distinte nelle altre 3 categorie: Ernst Knam per “Cuochi, Pizzaioli e Pasticceri”, Danny Del Monaco per “Barman”, Paolo Massobrio per “Opinion Leader”.
Il sondaggio indetto da Italia a Tavola per individuare il “Personaggio dell’anno” nasce nel 2009 e in soli 8 anni ha registrato una crescita esponenziale di votanti: dai 24.172 del primo anno si è arrivati ai 111.559 del 2013 per registrare infine, con un balzo verso l’alto, i 197.002 dell’ultima edizione.
La partecipazione all’evento di Italia a Tavola testimonia come per l’Istituto Trento Doc sia importante sostenere il patrimonio enogastronomico Made in Italy attraverso la valorizzazione dei suoi protagonisti.

CONDIVIDI CON

2 Commenti

  1. Dunque, fatemi capire bene: Trentodoc è main sponsor della più importante iniziativa AIS, il miglior sommelier d’Italia, e il Trentodoc cosa fa? Premia il presidente di AIS… Maietta…. a però che razza di intrecci.
    Vuoi vedere che quello che raccontava ieri Report a proposito degli chef stellati, vale anche per le bollicine di cosa nostra….bravi..bravi. Anzi: bene, bene.
    http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-71de590b-57f2-4113-87c3-45f169023b78.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *