TRENTINO: I MOL.LACCIONI DEL VINO

Il Trentino brinda: + 4 %, titolava l’altro giorno un quotidiano locale che ha dedicato il consueto paginone previnitaly al settore vino. Un brindisi alla performance di fatturato del comparto vitivinicolo, che fra il 2015 e il 2016 ha fatto registrare una crescita di 4 punti, da 597 milioni a 620 milioni di euro. Restando fermi su questa fotografia, quindi, la barca sembra andare. E pure a gonfie vele. Ma è questa, quella del fatturato nudo e crudo, l’inquadratura giusta per farsi un’idea precisa ed esauriente dell’andamento del settore?
Un lettore di Trentino Wine, capace di leggere bilanci e di incrociare dati, mi ha fatto notare che esiste un indice, economisti e analisti finanziari lo conoscono bene, che descrive meglio di qualsiasi altro l’efficienza caratteristica di un’azienda nella gestione ordinaria. Questo indice si chiama MOL – Margine Operativo Lordo. Si tratta del risultato operativo dell’azienda, misurato prima della tassazione, degli ammortamenti e degli oneri finanziari. In parole povere, il MOL è il risultato della differenza fra i ricavi delle vendite (fatturato) e i  costi (materie prime e lavoro). Insomma, un indice che a colpo d’occhio descrive quanto un’azienda sia efficiente nel rapporto fra capacità di vendere bene (o male) e costo di produzione delle merci. Che ci racconta se un’azienda lavora (magari tanto) e vende (magari tanto) ma senza guadagnarci un soldo. Oppure guadagnandoci tanto. Insomma un indice che attribuisce un valore di qualità al nudo fatturato.
Oggi, proponiamo quest’analisi, elaborata dal nostro esperto, che ha lavorato sui numeri raccolti dall’agenzia reportaziende.it, relativamente ai bilanci delle vinicole trentine negli anni 2014 e 2015. Quindi non sono numeri aggiornatissimi, ma danno comunque un’idea della situazione, che nel 2016 non dev’essere cambiata tantissimo.
Il quadro che ne sortisce, soprattutto se comparato con l’omologo alto atesino, è denso di luci (meno) e ombre (più). Se ne ricava che in Trentino ci sono due player veramente efficienti con un MOL/Fatturato a due cifre. Si tratta Ferrari SPA che nel 2015 ha generato un margine operativo lordo di quasi 11 milioni di euro con un fatturato di 57 milioni e del Gruppo  Albino Armani Vini che è riuscito a raggiungere un margine di 5 milioni di euro con un fatturato di 37 milioni. Due operatori privati che dimostrano di riuscire a restare sul mercato con efficienza ed esprimono una capacita di creare valore addirittura superiore alla media alto atesina. Spostando lo sguardo sul mondo cooperativo, di primo e secondo grado, al contrario il quadro cambia radicalmente; i valori di MOL e di rapporto fra MOL e Fatturato precipitano. E scendono ampiamente sotto il livello sud tirolese, mettendo in evidenza situazioni di criticità che alle volte rasentano l’allarme.
Naturalmente questa è solo una parte dell’analisi che si può fare. E tuttavia è estremamente utile per comprendere il profilo, a rischio, del settore cooperativo, che in questi anni si è affidato ciecamente all’ideologia della crescita del fatturato a prescindere e a scarso valore aggiunto. Anche a costo di lavorare in perdita a causa degli alti costi del lavoro e delle materie prime, a cui non sempre corrisponde un adeguato prezzo di vendita del prodotto finito.

Le tabelle pubblicate di seguito sono state elaborate sulla base dei dati di bilancio (2014 – 2015) pubblicati da reportaziende.it; agenzia che tuttavia precisa di ricevere “informazioni provenienti da pubblici archivi e/o altre fonti rielaborate da società esterne specializzate, declina ogni responsabilità per eventuali erroneità, incompletezze e qualsiasi altro vizio di cui alle informazioni ed ai dati”. Disclaimer che facciamo anche nostro. Qualora quindi le aziende citate nelle tabelle che seguono vogliano evidenziare discrasie fra i numeri reali del loro bilancio e quelli pubblicati, potranno tranquillamente comunicarcelo (nei   commenti o scrivendo a info@trentinowine.info) in modo da procedere alla correzione puntuale.

FATTURATO E MOL 2014 – 2015 CANTINE TRENTINO [clicca sulla tabella per ingrandire]

FATTURATO E MOL 2014 – 2015 CANTINE ALTO ADIGE [clicca sulla tabella per ingrandire]

SINTESI CANTINE TRENTINO [clicca sulla tabella per ingrandire]



SINTESI CANTINE ALTO ADIGE [clicca sulla tabella per ingrandire]

CONDIVIDI CON

Un commento

  1. Federico Federico

    Leggendo questo resoconto chi dirige le cooperative deve quindi chiedersi come mai i privati ottengono performances nettamente migliori. O sbaglio? A me la conclusione più evidente che balza all’occhio e’ quella…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *