OH GIULIO DELLE MIE BRAME

Ti aspetto sulla Via Lattea
al chilometro numero nove
dove comincia il sentiero per Sirio.
(in questa o nella prossima vita).
non è un mio patetico delirio
nè il sogno pazzo di un amante:
è l’eterno-presente-desiderio
che gioca fino in fondo la partita.
è l’amore, indistruttibile diamante.
Francesca Genti

 

Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2005, 12,5% vol. Extra Brut, sboccatura 2016

Bottiglia delle importanti occasioni, metodo classico ottenuto da sole uve Chardonnay ottenute da Maso Pianizza. Cosa aggiungere più a tutto quello già detto su questa bottiglia…semplicemente quello che per me è stato un’attimo di piacere. 

Livrea di oro luminoso e limpido. Rinomata e ritmata sequenza cadenzata di piccolissime leggiadre bollicine. Fiori infiniti come se si fosse da un fioraio per scegliere quelli più belli e pregiati per la propria morosa, dolci fiori di magnolia su tutto. Ammalianti sbuffi di vaniglia mai ammiccante ma dolce e suadente. Scandisce richiami di pasticceria lievitata, pan brioche e fette biscottate. Frutta tropicale. Il sorso è ricco ed elegante: irradia sapore e sapidità, interminabile, sublime, fresco, ricco! Oltre 10 anni sui lieviti. Io l’ho degustato su un’orata al sale, ma lo metterei su quasi tutto, tranne che sui dolci. E crepi l’avarizia!!

CONDIVIDI CON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *