DENOMINAZIONE E TERRITORIO? SÌ, GRAZIE!

A meno di un anno dall’intervista che abbiamo pubblicato nel post precedente – e risalente al giugno 2014 -, nel gennaio 2015 il maître à penser della DOC TRENTO, Enrico Zanoni, per fortuna mostrava di aver cambiato idea. E recuperava il concetto di territorio come asset fondamentale per la costruzione …

IL METODO CLASSICO DEL GATTO E LA VOLPE

#MORIREMOTUTTISPUMANTISTI, è l’hashtag usato ogni tanto dal mio amico sommelier Andrea Aldrighetti. E in effetti, a dare ascolto alle guide enoiche in uscita in queste settimane – con la sola lodevole eccezione di quella firmata da Slow Wine -, pare che in Trentino le bottiglie di metodo classico crescano spontaneamente sugli alberi, come gli …

GROPPELLO DI REVÒ: E’ARRIVATO IL METODO CLASSICO LASTEROSSE

In occasione della festa del papà Sabato 19 Marzo 2016 Pietro Pancheri, titolare dell’Azienda Agricola Laste Rosse di Romallo, ha presentato il nuovo nato della famiglia il “Laste Rosse Metodo Classico Brut”. Trattasi di uno spumante Metodo Classico, un blanc de noirs da uve Groppello provenienti dalla 3° sponda del …

CHARDONNAY, CHARDONNAY DELLE MIE BRAME

Un commentatore (Zagor) oggi si chiedeva, se i 340 mila quintali di uve Chardonnay che si raccolgono più o meno ogni anno in Trentino, servano per produrre TRENTO. Sì, in parte finiscono nel TRENTO. Occhio e croce circa un terzo di queste uve diventano base spumante. Sei numeri forniti nei …

VERVÈ MILLESIMATO, ALCUNE RIFLESSIONI A MARGINE

E se avessero ragione loro? Loro quelli di Roverè della Luna dico. Ragione nel proporre un Metodo Classico easy e sbarazzino come il loro Vervè Brut Millesimato 2012 (40% Pinot Bianco, 40% Chardonnay 20% Pinot Nero)? Lo dico perché me lo sono chiesto tante volte, anche in passato. In fondo, …

#SEGUIRABRINDISI NATALIZIO

  Il natale si avvicina e fra presepi e mercatini, l’agroalimentare si da da fare per vendere, o svendere, le cosiddette eccellenze territoriali e non. E così può capitare di incontrare il principe (o re) dei vini trentini (il Teroldego Rotaliano, si badi Rotaliano non Trentino), a prezzi che stuzzicano la fantasia …

Mi piace e non mi piace

In attesa di conoscere il nome del nuovo timoniere di Cavit e l’organigramma del nuovo consiglio di amministrazione, che sarà eletto questa sera dalla base sociale del consorzio di secondo grado – 11 cantine sociali, Sait e Cantine Palazzo -, passo il tempo facendo il gioco del mi piace – …

TRENTO DOC, vai che vai bene! – 2

Ho ricevuto qualche obiezione e qualche segnale di lamentazione dopo il mio post precedente. In particolare da parte di produttori che non sono stati invitati alla degustazione dello scorso venerdì a palazzo Trauttmansdorff. Si tratta di aziende che pur rientrando nella denominazione TRENTO DOC, non hanno aderito al marchio commerciale …

Dadaismo istituzionale

Mentre noi ci stavamo arrovellando per cercare di capire a quale strategia si stesse riferendo l’assessore Dallapiccola quando usava i tag #nonsoloprosecco e #promobollicine (come si deduce dai tag usati in questo tweet del primo pomeriggio di oggi partito dall’account dell’assessore), l’Agenzia Stefani di piazza Dante partoriva il seguente, e surreale, …

La piazzetta spiazzata

Ho atteso qualche giorno prima di scrivere queste due righe. Che sinceramente avrei voluto fossero altre. Ma ho atteso inutilmente. L’altro giorno a Milano, in un clima euforizzato da coni gelato alla panna cotta e altre amenità varie, le nostre altrettanto amene autorità hanno tagliato il nastro di piazzetta Trentino: …

Un codice per le produzioni territoriali

  Checché se ne possa pensare, non mi fa piacere, nemmeno come consumatore, vedere in giro questi prezzi al ribasso. Perché, anche da consumatore, perdo la bussola e non mi raccapezzo più quando trovo accostati prodotti così differenti, con lavorazioni e costi di produzione enormemente differenti, a prezzi che risultano …

Incontri. Poco fatali e molto carnali

E’ una domenica pomeriggio, metà pomeriggio. Mi siedo al tavolino all’aperto del Circolo Giuseppe Stalin*, in un imprecisato villaggio trentino di 300 anime, aggrappato alla montagna. Sono con un amico e insieme stiamo conducendo una degustazione alla buona, molto buona, di Franciacorta. Girano parecchi bicchieri sul tavolo. Mi passa accanto una …

Fragole e altre facezie

Trento, via Romagnosi, giornata di fine luglio. Ho un appuntamento, che si preannuncia importante, al quinto piano del palazzaccio. Sono in anticipo e cerco anche di farmi coraggio. Entro nel bistrot, che dà giusto sull’ingresso della cattedrale del marketing trentino, dove anni or sono, ma neanche tanti, fu immaginato e …

La vita è da un’altra parte. Dalla parte dei sondaggi

Mentre incredulo leggo e rileggo il comunicato stampa diffuso ieri pomeriggio da Camera di Commercio di Trento a riguardo del posizionamento dei vini trentini nella ristorazione italiana (qui il comunicato e qui il report completo del sondaggio Nomisma), mi viene sempre più da pensare che l’esperienza personale e la percezione che …

Una proposta indecente?

Rilancio, in salsa trentina, la proposta formulata l’altro giorno su Le Mille Bolle Blog da Franco Ziliani e rivolta all’universo del metodo classico nazionale. E’ immaginabile pensare ad una larga intesa fra produttori, di metodo classico, e ristoratori, che metta in campo un’offerta eno-gastronomica, a prezzi accessibili, concordata fra le …

Lo scopriremo solo bevendo… nel 2014

Non so come sia andato il 2013 del vino trentino, ma provo a buttare giù qualche impressione. La vendemmia è stata abbondante. Lo Chardonnay, almeno sulla carta, è tornato sullo scalino più alto del podio (30,15 %), appena poco più su del nostro amico Pinot Grigio (28,39 %) e a …